Grecia (euro o non più euro?)

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Epoch il Lun Mag 25, 2015 10:52 am

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-05-24/grecia-lancia-l-allarme-non-pagheremo-rate-fmi-giugno-varoufakis-abbiamo-dato-141906.shtml?uuid=ABLQGrlD


Purtroppo di economia non capisco nulla, quindi non so dire cosa succederà. Ma sfido qualunque "economista" a farlo.

Mi viene solo un pensiero. Qualche anno fa (il 2011), se non ricordo male il Minesota era finito "zampe all'aria", peggio forse della Grecia del tempo.

Come mai non se ne parla? Come ha reagito l'economia USA? Che differenze ci sono?

Questo mi chiedo e soprattutto mi chiedo se oltre alla Grecia bisogna perdere altre "stelle" Europee prima che si reagisca.

E' sempre colpa degli altri (i Greci tutti), "noi" (nel senso lo Stato di turno, il cui rappresentate si esprime sulla situazione Ellenica) siamo sempre meglio...

Ma quando la finiremo di mascherarci dietro alle maschere di cartone? Quando l'Europa farà il passo avanti?

Sono sempre più dispiaciuto e senza speranza.
avatar
Epoch

Messaggi : 627
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Mastro Titta il Lun Mag 25, 2015 4:08 pm

Mi sembra ovvio che se (e sottolineo se) la Grecia dovesse fallire, dovrà uscire dall'euro. Il che - se ben comprendo - non dovrebbe significare necessariamente uscire dall'U.E giacchè esistono Paesi che fanno parte dell'Unione senza essere mai entrati beatamente nell'Eurozona. Significherà questo la fine della moneta unica? Non credo. L'economia ellenica è ben poca cosa e, a quanto leggo, la moneta europea dovrebbe assorbire il colpo con una certa disinvoltura. La Grecia starà peggio? Anche questo è da vedersi. Probabilmente all'inizio si ma, alla lunga, l'uscita dall'Euro potrebbe essere salutare. Sicuramente, i miliardi che sono scappati all'estero per rifugiarsi in oro o in sterline dovrebbero lentamente far ritorno alla casa madre per consentire ai loro proprietari di lucrare sull'enorme plusvalenza svalutativa. Se dovesse capitare (e risottolineo se) non sarei pessimista. Chi ci rimetterebbe di più sarebbe l'Italia e questo sia perchè siamo creditori della Grecia (i terzi, dopo Germania e Francia) e sia perchè tutta l'attenzione internazionale (chi sarà il prossimo?) ricadrà su di noi. Auguri.
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 170
Data d'iscrizione : 14.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Epoch il Lun Mag 25, 2015 8:46 pm

Il mio discorso è che se (e sottolineo anche io se) dovesse succedere non farà di sicuro bene all'Europa.
A meno che non serva da sveglia, ma sono sempre più pessimista in merito.
avatar
Epoch

Messaggi : 627
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Verci il Mar Mag 26, 2015 5:14 am

Fmi, misure ancora insufficienti

Le misure proposte dalla Grecia ai suoi creditori internazionali sono al momento ancora insufficienti. Questo il giudizio che il capo-economista dell'Fmi, Olivier Blanchard affida a “Les Echos” in un'intervista.

Interpellato sulla posizione del Fondo verso la Grecia con cui sono in corso difficili negoziati, Blanchard ha risposto che è «flessibile su quello che Atene deve fare dopo che sarà stato presentato un programma coerente». Tenendo conto delle ultime stime «da cui emerge un significativo deficit di bilancio al momento, servono dunque misure credibili per trasformarlo in surplus e mantenere questo surplus in futuro», ha precisato il capo-economista, aggiungendo che «a giudicare da quello che è stato proposto finora, siamo ancora alquanto lontani».

Per Blanchard, che lascerà l'incarico all'Fmi il prossimo settembre, «il sistema pensionistico in Grecia è ancora troppo generoso e ci sono ancora troppo dipendenti pubblici». Secondo l'economista «bisogna guardare quali misure strutturali sono essenziali per garantire una crescita sostenuta nel medio termine. Blanchard ha anche indicato che esistono «molti scenari di crisi che vanno dal controllo dei capitali all'uscita dall'euro», aggiungendo che l'auspicio è di «evitarli tutti».

FONTE

Alla fine si va sempre a battere sullo stesso chiodo: un numero troppo elevato di dipendenti pubblici e pensioni eccessive. Certo è che nessun governo di qualsiasi colore - tanto meno Tsipras - potrebbe rimanere al suo posto nel momento in cui si toccassero interessi e privilegi degli statali. In Italia il deficit dell'INPS sta mettendo in moto l'ipotesi di rivalutare tutte le pensioni attualmente erogate, secondo il metodo contributivo e non più quello retributivo. Segno che questo indirizzo prima o poi prenderà piede anche da noi.
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1015
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Epoch il Mar Mag 26, 2015 8:07 am

Non ho dati per capire quanti dipendenti pubblici abbia la Grecia e quanto paghi le pensioni, però mi piacerebbe capire come è stato affrontato il default del Minesota. Rispetto alla Austerity Europea.
avatar
Epoch

Messaggi : 627
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Mastro Titta il Mar Mag 26, 2015 1:15 pm

Epoch ha scritto:Il mio discorso è che se (e sottolineo anche io se) dovesse succedere non farà di sicuro bene all'Europa.
A meno che non serva da sveglia, ma sono sempre più pessimista in merito.

L'Europa, così come l'avevano immaginata i grandi fondatori, è morta da un pezzo (anzi, non è mai nata). Forse è opportuno smettere di demolire il nostro vecchio "stato nazionale" perché potrebbe venire ancora buono nel futuro. Certo, anche su questo non c'è da essere ottimisti. Per essere uno Stato bisognerebbe, ancor prima, essere una "comunità"; persone che si riconoscono in valori comuni, in una storia e una cultura condivise ... mi sa che non è roba per noi italiani. :D
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 170
Data d'iscrizione : 14.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Mar Mag 26, 2015 2:37 pm

Non è una battuta e mi dispiace farla: per la sua economia la Grecia farebbe bene ad uscire dall' euro e tornare alla dracma, così la Bce  non potrebbe più rompergli le scatole, e restare nella UE, poi risanata , e la vedo un po dura, in tempi migliore potrebbe sempre chiedere di poter rientrare.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da ART- il Dom Mag 31, 2015 7:20 pm

In questo periodo ci è stata inculcata in testa (specialmente da parte degli speculatori finanziari e politici, che hanno tutto da guadagnarci) l'equazione Grecia in default = automatica uscita della Grecia dall'Euro: in realtà non esiste nessuna correlazione automatica tra fallimento dello stato e permanenza nell'unione monetaria: è chiaro che si può benissimo andare in default (suituazione che riguarda i conti dello stato e non certo quale valuta si usa) e rimanere nell'Euro, anzi, nel caso della Grecia si deve farlo, perchè come i suoi abitanti sanno benissimo in caso di default se c'è qualcosa che può impedirgli di finire con carta da cesso al posto dei soldi (Argentina e Islanda recentemente insegano) è proprio avere l'Euro.
L'uscita di un paese dall'unione monetaria è una faccenda esclusivamente politica, ed è un'incognita perchè non esistono nè procedure per l'espulsione dall'unione monetaria nè procedure per l'uscita volontaria.

Il nostro futuro lo deciderà la politica: tutto dipende se prevarrà la posizione di chi vuole che la Grecia, con l'occasione di questa crisi, venga buttata fuori dall'unione monetaria e chi invece è contrario. Sappiamo benissimo quali sono le implicazioni non tanto economiche ma soprattutto politiche di questa prima azione, e le avvisaglie di dove si andrebbe a parare a medio-lungo termine si possono leggere fra le righe nei post di Mastro Titta:

Mastro Titta ha scritto:
La Grecia starà peggio? Anche questo è da vedersi. Probabilmente all'inizio si ma, alla lunga, l'uscita dall'Euro potrebbe essere salutare.

Se dovesse capitare (e risottolineo se) non sarei pessimista.

Mastro Titta ha scritto:
Forse è opportuno smettere di demolire il nostro vecchio "stato nazionale" perché potrebbe venire ancora buono nel futuro.

Uscita dall'Euro salutare, si, ma salutare per continuare a fare le gran cazzate che la classe dirigente greca faceva anche prima (noi italiani ne sappiamo qualcosa). Ovviamente dato che a un default segue fisiologicamente sempre una ripresa - anche se non certo definitiva, come insegna bene il caso argentino - il circo mediatico speculatore finanziario, neonazista ed eurofobo ne approfitterebbe per urlare che "la Grecia sta uscendo dai guai e sta andando incontro a un nuovo periodo d'oro da quando non ha più l'Euro" o qualche altra idiozia simile.

No, forse è opportuno usare questa occasione per SVEGLIARCI e darci una mossa a progredire seriamente con l'integrazione invece di accettarne se non sognarne la fine sostanziale, con tutto quello che ne consegue. Compresa questa specie di teoria della "morte dolce", secondo cui tanto uscire dall'euraccio cattivo per la Grecia non sarebbe poi così catastrofico ("...e non solo per la Grecia!" comincerebbero poi ad urlare gli altoparlanti del circo) e che poi tanto lo "stato nazionale" potrebbe "venire ancora buono" nel futuro. Già... peccato che se siamo nella merda adesso lo dobbiamo proprio allo "stato nazionale sovrano".
Questo ragionamento sembra implicare l'assurdità che siccome l'Europa sognata dai padri fondatori non è mai nata (questo è vero, non bisogna essere dei geni della politica per capirlo) in fondo non serve insistere troppo ora per cercare di ottenerla, tanto "tutto va ben madama la marchesa": magari possiamo tornare indietro e continuare a vivacchiare e ragionare come abbiamo sempre fatto prima del 1950.

Rossoverde ha scritto:Non è una battuta e mi dispiace farla: per la sua economia la Grecia farebbe bene ad uscire dall' euro e tornare alla dracma, così la Bce  non potrebbe più rompergli le scatole, e restare nella UE, poi risanata , e la vedo un po dura, in tempi migliore potrebbe sempre chiedere di poter rientrare.

Ma tu ancora non hai capito che di tornare alla dracma non ne vogliono neanche sapere, ovviamente, perchè vorrebbe dire ritrovarsi massacrati dalla svalutazione.

Qui il problema non è nè la BCE nè l'Euro, come vogliono farci credere in molti, ma il sistema geopolitico demenziale in cui siamo organizzati oggi: se l'Europa fosse una federazione, o almeno avesse un minimo di unità politica con mezzi stabiliti per reagire ai problemi e alle crisi, di questo disastro in cui stanno trasformando il caso greco non ce ne saremmo neanche quasi accorti: ma l'Europa continua ad essere una comunità che campa di trattati internazionali e negoziati continui su tutto fra parti sovrane che tendono a farsi gli affari loro per interesse particolare. Queste sono le conseguenze.


Ultima modifica di ART- il Dom Mag 31, 2015 8:18 pm, modificato 1 volta (Motivazione : correzione ortografica)
avatar
ART-

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 08.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da afam il Dom Mag 31, 2015 8:07 pm

Sono perfettamente d'accordo con te, Art!

afam

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 28.08.13
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da ART- il Dom Mag 31, 2015 8:22 pm

Epoch ha scritto:
Questo mi chiedo e soprattutto mi chiedo se oltre alla Grecia bisogna perdere altre "stelle" Europee prima che si reagisca.

Il problema è se abbiamo ancora la forza di farlo, il che non è scontato, ma questa faccenda in qualche modo ce lo dirà.

Si percepisce che molto probabilmente siamo in mezzo a una specie di guerra fra chi col pretesto della crisi greca vuole che la Grecia sia buttata fuori dallì'unione monetaria (cioè vuole assestare un colpo all'integrazione creando con un precedente la sensazione diffusa che l'unione monetaria - e di riflesso l'intero sistama europeo - non è una cosa politicamente seria, in quanto reversibile) e chi vuole contrastare questo piano.

Siamo nelle mani di gente come MERKEL e HOLLANDE, per cui non è da escludere che forse siamo "all'inizio della fine". Se invece ci va bene potremo usare questo evento come ennesima, lampante dimostrazione che l'Europa non può rimanere quello che è ora... come se già non fosse abbastanza chiaro da un pezzo. In realtà questa è la scommessa dell'unione monetaria: costringerci ad affrontare i problemi, in qualunque modo vada poi a finire, invece di rimanere in un purgatorio perenne.

Siamo a un bivio che deciderà il nostro futuro.


Ultima modifica di ART- il Dom Mag 31, 2015 10:31 pm, modificato 3 volte
avatar
ART-

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 08.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Dom Mag 31, 2015 9:01 pm

Ma tu ancora non hai capito che di tornare alla dracma non ne vogliono neanche sapere, ovviamente, perchè vorrebbe dire ritrovarsi massacrati dalla svalutazione.


E ci credo che non vogliano tornare alla dracma, sono mica fessi  , finché trovano qualcuno che gli paghi il conto. Non hanno industrie, con l'agricoltura e turismo non vai lontano, poi aggiungi una inefficienza un po' in generale a partire dal settore pubblico e ti accorgi che non hanno tanto da correre. Se vogliono evitare le privatizzazioni neo liberiste imposte da FMI e BCE, dovrebbero essere essi stessi a volere uscire dall'euro e tornare alla dracma, e dopo senza le  privatizzazioni selvagge, volute da FMI e BCE potrebbero tornare nell'euro.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da ART- il Dom Mag 31, 2015 9:18 pm

Rossoverde ha scritto:
E ci credo che non vogliano tornare alla dracma, sono mica fessi  , finché trovano qualcuno che gli paghi il conto. Non hanno industrie, con l'agricoltura e turismo non vai lontano, poi aggiungi una inefficienza un po' in generale a partire dal settore pubblico e ti accorgi che non hanno tanto da correre. Se vogliono evitare le privatizzazioni neo liberiste imposte da FMI e BCE, dovrebbero essere essi stessi a volere uscire dall'euro e tornare alla dracma, e dopo senza le  privatizzazioni selvagge, volute da FMI e BCE potrebbero tornare nell'euro.

No, Rossoverde.
Che la politica economica sia neoliberista o di altro tipo non c'entra niente con che valuta usi: le privatizzazioni puoi farle o non farle che tu abbia l'Euro o qualunque altra moneta, che il FMI o la BCE o qualunque altro organismo co-delegato dagli stati a negoziare con la Grecia spingano per questo. Del resto la Grecia può benissimo anche rifiutarsi di seguire quei piani, come anche i creditori di concedere eventualmente altri prestiti. Ma questa è una faccenda esclusivamente politica: l'associare le misure prese, giuste o sbagliate che siano, per i conti pubblici greci all'Euro è un trucco che gli speculatori (non solo quelli finanziari) usano per combattere la "guerra" di cui ho parlato nel mio post precedente.

I greci non vogliono abbandonare l'Euro per una ragione molto più semplice: la "nuova dracma", in quanto valuta di un paese fallito, crollerebbe nel giro di 5 minuti dall'introduzione. Banalmente, nessuno in Grecia è talmente coglione da accettare di suicidarsi per far comodo a chi non li vuole nell'unione monetaria, a prescidere da tutto il resto.

E infatti se ci fai caso i furbastri che fanno campagne per l'uscita dall'unione monetaria anche in Italia parlano di arrivarci gradualmente, prima tramite una valuta alternativa legata da all'Euro da cambio fisso e/o da mettere in circolazione lasciando i conti in banca in Euro. Sanno benissimo che questa idiozia costerebbe carissima soprattutto alla gente comune, quindi per infinocchiarci propongono queste misure dove come passo verso la nostra uscita (cioè il nostro suicidio, per la gioia della speculazione finanziaria come dell'estremismo politico) si cercherebbe d'introdurre una valuta "nuova" che in realtà è l'Euro camuffato.
avatar
ART-

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 08.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Lun Giu 01, 2015 3:20 am

Intanto anche con l'euro è cosi:
http://it.investing.com/rates-bonds/greece-10-year-bond-yield
come si vede, il debito costa fosse anche in euro. Del resto l'italia stessa ha già vissuta questa esperienza con il governo Amato ed allora fu la Germania che s'incavolò di brutto perchè non riusciva più ad esportare in Italia, mentre Amato erroneamente vendeva valuta pregiata per mantenere il valore della lira. L'unica "speculazione" possibile, è quella che si può fare su un paese a sovranità limitata nei fatti dalle politiche imposte da FMI e BCE, perchè in fin dei conti è quello che vogliono.
Già adesso, anche in euro, la Grecia ha di fatto un tasso di rifinanziamento insostenibile, meglio la dracma e la Grecia fuori dall' euro e non dalla Ue, come  del resto l'UK.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Gio Giu 04, 2015 3:42 pm

Secondo il presidente dell'Eurogruppo Dijsselbloem le differenze tra Grecia e creditori internazionali sono "ancora piuttosto ampie" e Atene dovrebbe presentare alternative alla proposta entro pochi giorni. I colloqui che si sono conclusi a Bruxelles nella notte sono riusciti a "restringere le questioni rimanenti", ha proseguito Dijsselbloem a margine di una conferenza ad Amsterdam. I creditori della Grecia hanno chiesto ad Atene di impegnarsi a vendere asset pubblici, a procedere con tagli delle pensioni e con l'impopolare riforma del lavoro, in una serie di richieste che vanno ben oltre le 'linee rosse' fissate dal governo ellenico. I creditori inoltre hanno chiesto alla Grecia di raccogliere altri 1,8 miliardi - ancora 1% del Pil - aumentando le aliquote Iva all'11 e al 23% per prodotti che vanno dai medicinali all'elettricità....
Con buona pace dei Greci e di chi crede che la Grecia ne possa ancora venire fuori.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Ven Giu 05, 2015 8:44 am

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-06-04/la-grecia-fa-slittare-fine-giugno-pagamenti-giugno-fmi-183824.shtml?uuid=ABOMoZsD
 A quanto pare la Grecia per ora non paga, del resto se non voleva suicidarsi, non poteva che essere così.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Ven Giu 05, 2015 8:50 am

Non hanno i soldi per pagarne una adesso, voglio vedere dove li trovano per pagarne due dopo.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da ART- il Sab Giu 06, 2015 5:50 pm

Rossoverde ha scritto:Intanto anche con l'euro è cosi:
http://it.investing.com/rates-bonds/greece-10-year-bond-yield
come si vede, il debito costa fosse anche in euro. Del resto l'italia stessa ha già vissuta questa esperienza con il governo Amato ed allora fu la Germania che s'incavolò di brutto perchè non riusciva più ad esportare in Italia, mentre Amato erroneamente vendeva valuta pregiata per mantenere il valore della lira. L'unica "speculazione" possibile, è quella che si può fare su un paese a sovranità limitata nei fatti dalle politiche imposte da FMI e BCE, perchè in fin dei conti è quello che vogliono.
Già adesso, anche in euro, la Grecia ha di fatto un tasso di rifinanziamento insostenibile, meglio la dracma e la Grecia fuori dall' euro e non dalla Ue, come  del resto l'UK.

Come tu stesso dici il debito costa in qualunque valuta e come ho già sottoliniato io in default si può andare con qualunque valuta: lo so anch'io che con le misure prese fino ad ora non se ne verrà fuori (non bisogna essere dei geni per capirlo!) e che l'Europa nello stato politico di merda in cui si trova ora non marca per niente bene, ma questo non ha niente a che fare con che valuta usiamo.
Se le politiche "imposte da FMI e BCE" (ma il governo tedesco di Angela Merkel che ha imposto col consenso degli altri questo modo di affrontare il problema ce lo siamo scordato?) non sono giuste e nelle trattative non se ne viene a capo nel peggiore dei casi la Grecia potrebbe anche andare in default... ma di certo non sono così pazzi da andarci rimettendo pure la dracma. E' ovvio che Tsipras come la maggioranza schiacciante della popolazione non ne vuole neanche sapere: ti pare realistico che la Grecia voglia fare di sua volontà una cazzata simile, oppure dovremmo costringerla noi? Non si capisce chi e cosa avrebbe da guadagnarci, speculatori ed estremisti politici a parte.
avatar
ART-

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 08.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Sab Giu 06, 2015 8:40 pm

E si,  falliscono in euro  e poi la Bce gli da altri euro, proprio fessi fino a sto punto. Tu daresti soldi a chi sai che matematicamente non te li possa mai più ridare? O la Grecia se li stampa lei i suoi soldi o si fa commissariare da qualcuno, alla Grecia la scelta, e non so fino a che punto le possa convenire, meglio per lei mantenere la sua indipendenza e stamparsi lei la sua moneta. Poi, se hai voglia, mi dici chi sarebbero gli speculatori e gli estremisti politici, perchè francamente non ne vedo.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da ART- il Sab Giu 06, 2015 9:10 pm

Rossoverde ha scritto:E si,  falliscono in euro  e poi la Bce gli da altri euro, proprio fessi fino a sto punto. Tu daresti soldi a chi sai che matematicamente non te li possa mai più ridare? O la Grecia se li stampa lei i suoi soldi o si fa commissariare da qualcuno, alla Grecia la scelta, e non so fino a che punto le possa convenire, meglio per lei mantenere la sua indipendenza e stamparsi lei la sua moneta.

La questione a chi dai soldi e perchè li dai non c'entra NIENTE con quale valuta usi: i soldi li puoi dare in Euro, Dollari, Yen, Sterline, Franchi svizzeri, Rubli, Renminbi ma sempre li dai (o non li dai), e lo stesso discorso è quello con cui restituisci (o no) i tuoi debiti: che siano denominati in Euro, Dollari, Yen, Sterline, Franchi svizzeri, Rubli o Renminbi ce li hai e di certo non si annullano solo cambiando valuta al tuo paese.
La Grecia è nella merda perchè non riesce a rifondere autonomamente i suoi debiti, per qualunque motivo li abbia contratti (in questo caso come conseguenza del disastro nei conti pubblici fatto di sua volontà nel passato), e non perchè usa Euro piuttosto che Dollari, Yen, Sterline, Franchi svizzeri, Rubli, Renminbi o Dracme... ci siamo?
La Grecia è indipendente anche adesso con l'Euro: se vuole può decidere che se ne frega dei debiti e andare in default, e se lo facesse stampandosi lei i suoi soldi sarebbe a dir poco demente, perchè i soldi di un paese in fallimento SONO CARTA STRACCIA e ti gettano nell'iperinflazione con tutto il disastro che ne consegue (Germania ai tempi di Weimar, Ungheria dopo la seconda guarra mondiale, Zimbabwe, Argentina, Islanda... possiamo fare esempi su esempi). Questa correlazione automatica fra Grecia nella merda e utilizzo dell'Euro da parte della Grecia che ti ostini a vedere non esiste.

Rossoverde ha scritto:Poi, se hai voglia, mi dici chi sarebbero gli speculatori e gli estremisti politici, perchè francamente non ne vedo.

Non ti dicono niente nomi come Warren Buffet, George Soros, John Paulson, Lehman Brothers, Moody's, Standard & Pour, Salvini, Le Pen, Wielders, Orban, Putin ecc. ecc. ecc.
Su, Rossoverde... ma dove hai abitato ultimamente, su Saturno? Questi sono esempi famosi, ma qualunque squalo della finanza o della poliitca guadagna sulle disgrazie, non mi pare una novità a 'sto mondo.
avatar
ART-

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 08.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Dom Giu 07, 2015 10:35 am

Art, i soldi prima di darli li devi avere, almeno sul pianeta Saturno dove io vivo è così, sul pianeta Terra dove vivi tu, si potrà senz'altro fare diversamente, anzi penso che ogni paese potrà pure stampare monete di altri paesi, chessò la Grecia che alla  bisogna stampa rubli, franchi, dollari , etc.
Lascia stare Warren  Buffet e gli altri, non è che : Benetton, Tronchetti, Riva ,i Colaninno, piuttosto che Unicredit o Banca Intesa siano meglio degli altri, ah dimenticavo Renzi e l'intero Pd e i suoi sodali di cdx.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da ART- il Dom Giu 14, 2015 7:11 pm

Rossoverde ha scritto:
Lascia stare Warren  Buffet e gli altri, non è che : Benetton, Tronchetti, Riva ,i Colaninno, piuttosto che Unicredit o Banca Intesa siano meglio degli altri, ah dimenticavo Renzi e l'intero Pd e i suoi sodali di cdx.

Mettici chi vuoi, il discorso è sempre lo stesso.
avatar
ART-

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 08.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Rossoverde il Gio Giu 18, 2015 6:14 am

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/17/grecia-banca-centrale-atene-senza-accordo-fuori-dalleuro-e-anche-dallue/1786272/
La situazione s'incancrenisce sempre più, diventa sempre più difficile che la Grecia possa farcela, resto sempre più convinto che alla Grecia per non farsi spremere ulteriormente non le  resti che fallire ed uscire dall'euro.
avatar
Rossoverde

Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 31.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Erasmus il Gio Giu 18, 2015 10:00 pm

Non so cosa è successo oggi nel meeting dell'Eurogruppo,


Fatto sta che il Presidente del Consiglio dell'UE Donald Tusk,  stasera alle 19:30,  ha deciso un meeting straordinario al massimo livello politico  (ossia un  Consiglio Europeo,  incontro dei capi di stato e di governo di tutti i 28 paesi membri dell'UE) da tenersi lunedì sera 22 giugno alle h19:00.
–––> http://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2015/06/18-pec-euro-summit/


Trascrivo di seguito il laconico comunicato-stampa di Domald Tusk
________________________________________________________


Council of the European Union
18/06/2015 | 19:30 | 19:30

President Donald Tusk convenes a Euro Summit on Greece Monday 22 June at 19h00


In light of the outcome of the Eurogroup meeting today, I have decided to convene a Euro Summit on Monday 22 June at 19h00. It is time to urgently discuss the situation of Greece at the highest political level.


Press office - General Secretariat of the Council
Rue de la Loi 175 - B-1048 BRUSSELS - Tel.: +32 (0)2 281 6319 press.office@consilium.europa.eu - www.consilium.europa.eu/press 
-------------



Ultima modifica di Erasmus il Gio Giu 18, 2015 10:15 pm, modificato 2 volte

_________________
avatar
Erasmus

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 30.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Erasmus il Gio Giu 18, 2015 10:09 pm

Donald Tusk ha scritto:«In light of the outcome of the Eurogroup meeting today, I have decided to convene a Euro Summit on Monday 22 June at 19h00. It is time to urgently discuss the situation of Greece at the highest political level.»
                                         Donald Tusk

Di solito le traduzioni automatiche fanno schifo.
 Stavolta "Google Traduttore" mi pare ottimo! 

«Alla luce dei risultati della riunione dell'Eurogruppo di oggi, ho deciso di convocare un vertice euro il Lunedi 22 giugno alle 19.00. E' tempo di discutere con urgenza la situazione della Grecia al più alto livello politico.» (Donald Tusk)
----------

_________________
avatar
Erasmus

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 30.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Erasmus il Gio Giu 18, 2015 10:55 pm

Trascrivo da "Il Sole 24 Ore"
–––> 
http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-06-18/l-eurogruppo-finisce-un-nulla-fatto-dijsselbloem-pochi-progressi-193330.shtml?uuid=ACf5V0C



Eurogruppo, nulla di fatto sulla Grecia. Vertice politico d’emergenza lunedì

Varoufakis (ministro delle finanze greco) con Christine Lagarde (Presidente del FMI)

«No deal at Eurogroup», nessun accordo all'Eurogruppo, riunito a Lussemburgo, sul completamento del secondo programma di aiuti alla Grecia con l'ultima tranche da 7,2 miliardi. Lo ha annunciato appena terminato il vertice dei ministri finanziari, su Twitter, il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis. Secondo Dombrovskis, si tratta di «un segnale forte per la Grecia a impegnarsi seriamente nei negoziati». 
E Jeroen Dijselbloem, ministro delle finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo, ha dichiarato che sono stati fatti «troppo pochi progressi». Un accordo può ancora essere raggiunto, ma deve essere «credibile», ma il tempo (qui le date chiave, ndr) sta per scadere, visto che qualunque accordo dovrebbe essere prima ratificato da alcuni Parlamenti fra i quali quello tedesco. In ogni caso, ha spiegato Dijsselbloem, «è impensabile che ci sia il tempo» utile per versare l'ultima tranche da 7,2 miliardi «entro fine giugno». Sarà quindi necessario estendere ulteriormente i termini per l'esborso. «Il tempo non basta per raggiungere un accordo, seguire le procedure parlamentari, e fare i passi tecnici necessari per poter procedere al versamento entro la fine del mese».
Già, il tempo che non c’è più. Al termine dell’Eurogruppo il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha convocato un vertice straordinario limitato ai Paesi dell'Eurozona sulla Grecia per lunedì 22 giugno alle 19. «Alla luce dell'esito della riunione odierna dell'Eurogruppo - ha scritto in una nota Tusk - ho deciso di convocare l'Eurosummit per lunedì 22 alle 19. È ora di discutere urgentemente la situazione della Grecia al più alto livello politico». Insomma, saranno i capi di Stato e di governo a decidere, con i ministri finanziari in secondo piano. 
In serata ha creato sconcerto una frase del membro del Comitato esecutivo della Bce, Benoit Coeuré. Secondo l’agenzia Reuters, durante il meeting, a una domanda di Dijsselbloem sulla possibilità che le banche greche aprissero regolarmente venerdì, Coeuré avrebbe risposto, secondo due alti funzionari testimoni: «Domani sì, lunedì non lo so». 
Una frase gravissima, se non fosse una semplice battuta in un incontro a porte chiuse. Perché nell’alimentare i timori di una chiusura forzata - come fece il governo di Cipro nel 2013 per due mesi - per evitare la corsa agli sportelli e l’aggravarsi della fuga di capitali in atto da mesi (30 miliardi da novembre, secondo la Banca centrale di Grecia) potrebbe spingere i greci in massa a ritirare i propri risparmi, mettendo a repentaglio la tenuta del sistema bancario. 
Da lunedì sono stati già ritirati ben 2 miliardi di euro dai depositi e proprio venerdì si riunisce un’altra volta il vertice della Bce, per rispondere alla richiesta di erogazione di ulteriore liquidità da parte dell’istituto centrale greco, secondo il programma di emergenza Ela (Emergency liquidity assistance). Il tetto dovrebbe essere elevato di altri 3 miliardi, a 86 miliardi.
------------

_________________
avatar
Erasmus

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 30.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grecia (euro o non più euro?)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum