Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da Erasmus il Lun Mag 05, 2014 2:34 pm

E' di oggi la notizia che 11 paesi-membri dell'UE (tra i quali Germania, Francia e Italia) sarebbero prossimi ad un accordo per l'introduzone della cosiddetta "Tobin Tax" a livello europeo: ma non di tutta l'UE, bensì usando l'istituzione "Enhanced cooperation" (Cooperazione Rafforzata), prevista dai Trattati [quando almeno 9 membri sono d'accordo su qualcosa su cui invece qualcun altro pone il veto].

Trascrivo un articoletto che ha per fonte "Il Sole 24 ore", ma è pubblicato nel sito-web
=> Fisco & Tasse
======================================

Tobin tax, 11 Paesi UE verso un'intesa
E' attesa per oggi una riunione tra i ministri degli undici Paesi UE che hanno aderito alla cooperazione rafforzata sulla Tobin tax
Oggi e domani si lavorerà all'accordo politico per un'introduzione graduale della "Tobin tax" nella Ue. La proposta di introdurre in Europa una tassazione comune sulle transazioni finanziarie, dopo essere rimasta in stand-by per oltre un anno, sarà riesaminata prima dall'Eurogruppo e poi dall'Ecofin. Oggi si terrà anche una riunione tra i ministri degli 11 Paesi, tra cui l'Italia, la Francia e la Germania, che hanno aderito alla "cooperazione rafforzata" avviata nel gennaio 2013 per dare vita alla Tobin tax, nonostante le riserve degli altri partner.

 

Fonte: Il Sole 24 Ore

======================================
Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 3972599242

_________________
Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Re: Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da MAD il Mer Mag 07, 2014 6:05 pm

Tre o quattro anni fa ricordo benissimo Tremonti e Berlusconi proporre la stessa legge, cioè un prelievo sulle transazioni finanziarie, e ricordo l'urlo di sdegno che si levo' da tutti i partiti pseudo-di sinistra che urlavano che una tassa del genere avrebbe allontanato gli investirtori dall'Italia.

E la BCE espresse immediatamente parere contrario
Oggi non li allontana piu' ?.... misteri dell'economia ......... mah...  Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 2177776657


==============================================
Benvenuto, MAD,
nel forum "Unione europea"!

Il coordinatore Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Erasmusname
===============================================

MAD

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 09.03.14

Torna in alto Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Re: Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da Erasmus il Gio Mag 08, 2014 4:34 am

MAD ha scritto:
Tre o quattro anni fa ricordo benissimo Tremonti e Berlusconi proporre la stessa legge, cioè un prelievo sulle transazioni finanziarie, e ricordo l'urlo di sdegno che si levo' da tutti i partiti pseudo-di sinistra che urlavano che una tassa del genere avrebbe allontanato gli investirtori dall'Italia. 
a) Ricordi [molto] male!
[E a riguardo di Tobin Tax, secondo me "sinistra" e "destra" non c'entrano per niente (tanto meno hanno senso a livello nazionale favore o opposizione di "destra" o "sinistra" nostrane!)].
1) Io ho un altro ricordo. E questo non riguarda affatto la proposta di una Tobin Tax in Italia, bensì a livello europeo.
Quando la Tobin Tax fu proposta in Consiglio Europeo (mi pare sotto la presidenza di turno belga –  ma non sono certo – 2° semestre 2010), l'Italia (cioè Berlusconi!) si oppose (affiancando in ciò la Gran Bretagna). La decisione doveva essere presa all'unanimità, per cui l'opposizione significa "uso del diritto di veto".
Di una cosa sono certissimo! Reduce dal Consiglio Europeo, Berlusconi si vantò di questo suo comportamento. Di questo sono certo perché allora ero "coordinatore" in Spazioforum.net della sezione «Unione Europea. Io la vorrei federale, e tu?» e su questo fatterello ho aperto un thread apposito. Questo non lo posso più documentare perché in rete non c'è più l'archivio di Spazioforum.
Ma dei rapporti Berlusconi vs. Tobin Tax credo bene che in rete ci siano ampie tracce!
Sospendo e vado a cercare ...
...
Fatto!
[Ho cercato con Google |"Tobin Tax" Berlusconi|. Escono circa 123000 risultati.––>"Tobin Tax" Berlusconi
2) Bisogna distinguere la proposta di Tobin Tax a livello europeo da quella a livello nazionale.
[Negli ultimi anni ho seguito molto poco la politica italiana! Scopro solo ora, da quel che leggo nei risultati di questa r
icerca, che il governo Monti ha rovesciato il NO dell'Italia alla Tobin Tax a livello europeo andando addirittura a riproporla. E siccome questa tassa a livello europeo servirebbe (tra l'altro) a scoraggiare le speculazioni mentre Monti è continuamente accusato di essere ammanicato con le banche [essendo stato per 10 anni "international advisor" della Goldman Sachs] e si sa che i banchieri internazionali sono i grandi speculatori (e ovviamente contrari alla Tobin Tax), la mossa di Monti ha dato adito a polemiche con l'esplicita partecipazione ad esse di Berlusconi.
Trascrivo da ––> Pagella Politica,(data: 07.01.2013) [NB: grassetto e colore azzurro sono miei a scopo di evidenziare].

«L'accusa rivolta a Mario Monti riguardo il "governo delle banche" di cui sarebbe a capo, è frequente in certi ambienti, spesso giustificata dal suo legame a Goldman Sachs (di cui è stato International Advisor nello scorso decennio). E' vero allora che il premier dimissionario ha cambiato la linea dell'Italia sulla tassazione delle transazioni finanziarie? Indubbiamente, sì.
   A gennaio del 2012, in seguito ad un colloquio con l'allora premier francese Fillon, Monti ha annunciato che l'Italia avrebbe supportato una versione paneuropea della cosiddetta "Tobin Tax". Tale dichiarazione arrivava due mesi dopo la manifestata posizione - negli ultimi giorni del governo Berlusconi (l'8 novembre) - dell'Italia (insieme al Regno Unito, i Paesi Bassi ed altri Stati membri) di porsi contro la suddetta tassa. Berlusconi, infatti, è stato contrario a questa tassa fin dagli albori della proposta nei summit G8/G20 nel 2010 senza mai pentirsene (nei giorni scorsi ha giudicato la Tobin Tax una "stupidaggine enorme"). E' altresì vero che il cambiamento di posizione dell'Italia ha permesso di raggiungere un numero di Paesi sufficiente per poter procedere all'introduzione della tassa nell'ottica di una "cooperazione rafforzata" (tale cooperazione autorizza un gruppo di almeno nove Paesi a stringere un accordo che non vincoli gli altri Stati membri ma che resti aperto a loro). La proposta è stata approvata dalla Commissione a ottobre e dal Parlamento Europeo a dicembre. Insomma, in Europa (oltre che in Italia, dove entrerà in vigore a marzo 2013) ci si sta muovendo sulla Tobin Tax, seppur con i tempi non proprio fulminei dell'Ue.»



Trascrivo un  altro passo (da "Il Sole 24 Ore" del 27 giugno 2010  ––> Berlusconi: no scontato alla Tobin Tax
[NB: i tagli segnati con [...] li ho fattio io per abbreviare il passo. Mio è anche il grassetto e il sottolineato]

Un'Italia [...] messa in minoranza in Europa sul prelievo fiscale per le transazioni finanziarie, si riprende una rivincita nel G20 [...] Chiarisce subito il premier italiano, Silvio Berlusconi, aprendo la conferenza stampa finale del G8, [...]
[...]
Ma è sulla questione delle transazioni finanziarie che al "cavaliere" cominciano a brillare gli occhi, perché pregusta già un'altra vittoria come quella al vertice di Copenaghen dove la nostra posizione, minoritaria in Europa, risultò poi quella di maggior buon senso in un foro di dialogo più ampio. «Andiamo al G20 - dice – ma appare quasi scontato che non ci sarà nessuna decisione sulla tassazione delle transazioni finanziarie, che il nostro veto aveva impedito fosse approvato dall'ultimo Consiglio europeo».

 Secondo Berlusconi «[...] è una cosa che non è possibile, né conveniente fare».
MAD ha scritto:
E la BCE espresse immediatamente parere contrario
Oggi non li allontana piu' ?.... misteri dell'economia ...
b) La BCE non c'entra affatto! Non è nei suoi compiti occuparsi o meno di Tobin Tax.
[Non so dire se Draghi o qualche membro del board della BCE abbia fatto commenti sulla proposta di Tobin Tax a livello italiano che – se non ricordo male – doveva essere un punto qualificante del governo Letta. Comunque, se qualcuno della BCE ha fatto commenti, li ha fatti a titolo personale. Ma io di ciò non ne so nulla, non posso confermare né smentire].
1) Come mezzo per scoraggiare la speculazione, la Tobin Tax [che, comunque, verrebbe a pesare circa un 5 per mille soltanto dell'importo della transazione] ha senso solo se applicata in solido tra molti paesi (quelli tra i quali è massimo l'import-export commerciale e massimo l'importo complessivo delle transazioni finanziarie). L'area giusta è proprio l'UE (all'interno della quale sono in vigore le "4 libertà di movimento" [delle cose, dei capitali, dei servizi e delle persone] e di conseguenza l'interdipendenza economica tra uno stato e gli altri sfiora il 70% del mercato globale).
La tassa sarebbe pressoché irrisoria per il normale operatore economico. Inciderebbe invece su chi "specula" sia per l'enorme numero di transazioni messe in atto dagli speculatori (tramite computer), sia per il peso di qualche colossale speculazione tendente addirittura a minare l'equilibrio finanziario di uno stato. [Ricordo che, all'epoca dello SME, la Lira Italiana e la Sterlina Britannica sono state costrette ad uscire dallo SME da speculazioni gigantesche messe in atto dalle società finanziarie di Soros e di altri. Alla fine ... ha vinto e guadagnato Soros: ma per far questo ha dovuto precedentemente investire una montagna di capitali, dovendo "vendere" ... a prezzi stracciati sterline e lire a chiunque ne volesse approfittare!].
Siccome a livello dell'intera UE la Tobin Tax non passerà mai (perché occorre l'unanimità ma la Gran Bretagna non rinuncerà mai a porre il veto su tale proposta), ecco l'escamotage di metterla in atto tra un gruppo soltanto sfruttando l'istituto delle "cooperazioni rafforzate" (quelle inventate, se non ricordo male, dal Trattato di Nizza (pattuito nel dicembre 2000 ma entrato in vigore solo dopo della caduta del "Trattato Costituzione Europea").

2) Ma l'interesse maggiore per questa eventuale Tobin Tax a livello europeo (di cui si discute da decenni ma che è ancora lontana come realtà)  è un altro!
Il budget dell'UE è solo 1% del PIL europeo. Ecco che allora, invocare misure a livello europeo per combattere la crisi è ridicolo (e anche ipocrita per un politico ... competente!). Come faceva rilevare Cohn Bendit in PE (quando si discuteva del Budget europeo, che per la prima volta è stato ridotto – passando da 1,14% a 1,04% del PIL –), per dare la possibilità all'UE di fare qualcosa che non sia solo "normativo" (e magari anche "repressivo"!), occorre che l'UE trovi i fondi per farlo! Invece, proprio giustificandosi per la "crisi", i governi hanno concordato una riduzione di circa il 10% dei rispettivi contributi all'UE (riducendo appunto il budget europeo). Confrontato ciò con le spese nazionali, il risparmio è irrisorio: ma demagogicamente tutti (quasi) i governi se ne sono serviti per far vedere ai propri governati quanto stia loro a cuore la cura degli "interessi nazionali"!
Il gettito della [eventuale] Tobin Tax dei dieci paesi che aderiranno in una "cooperazione rinforzata" verrebbe gestito a livello comunitario, mirando di conseguenza gli interventi di promozione della crescita dove più sarebbero utili.
[Ma è proprio per questo che io, favorevole alla Tobin Tax, ancora non ci credo! Non esiste organismo "al di sopra delle parti" se non si resta nell'intera UE o almeno nell'Eurozona!  Inoltre, essendo il mercato europeo "integrato" (ossia unico), finirebbe davvero che, per evitare la Tobin Tax, la sorgente delle transazioni finanziarie degli attori di queste verrà "de-locata" nei paesi dell'UE non aderenti!
E allora, oltre a ridurre drasticamente il gettito che darebbe all'UE (per renderla in grado di agire, dato che ora non ne ha i mezzi), addio anche allo scoraggiare la speculazione!

Ricordo che nell'ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) promossa dai federalisti  – V. il thread apposito in questo forum – il punto forte è proprio quello di dotare l'UE di risorse proprie (per esempio incassando Tobin Tax [su transazioni finanziarie] e Carbon Tax [su emissione eccessiva di anidride carbonica])
Vedere in proposito il sito
––> New Deal 4 Europe,
che è il sito ufficiale dell'ICE.

Ciao MAD
Ciao a tutti 
----------
-Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Gio Mag 08, 2014 10:04 am, modificato 1 volta

_________________
Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Re: Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da MAD il Gio Mag 08, 2014 9:44 am

Grazie, mi hai convinto. E' chiaro che ricordo male. Tante belle cose.

MAD

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 09.03.14

Torna in alto Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Re: Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da MAD il Sab Mag 10, 2014 11:03 pm

Queste sono tutte sciocchezze evidentemente.

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/manovra-tremonti-tobin-tax-ci-avevamo-pensato-909361/

http://www.partitodemocratico.it/doc/212811/manovra-boccia-su-tobin-tax-tremonti-rivela-che-hanno-deciso-le-banche.htm

Ciao ciao.

MAD

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 09.03.14

Torna in alto Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Re: Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da Erasmus il Dom Mag 11, 2014 9:37 am

Queste sono tutte sciocchezze evidentemente. 
Cos'è, un'ironia?
[In tal caso non la trovo di buon gusto. Ma questa è solo una mia impressione. Lungi da me il voler aprire polemiche.]
http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/manovra-tremonti-tobin-tax-ci-avevamo-pensato-909361/
http://www.partitodemocratico.it/doc/212811/manovra-boccia-su-tobin-tax-tremonti-rivela-che-hanno-deciso-le-banche.htm
Ho visto.
Ho visto (e vedi anche tu) che c'è solo una dichiarazione di Tremonti ad un giornalista.
Ho già ammesso di non aver seguito molto la politica italiana negli ultimi anni (da quando è entrato in crisi l'ultimo governo Berlusconi  ... lasciando il posto a quello di Mario Monti).
Vedi però che anche in questi due riferimenti c'è Tremonti ma non Berlusconi! E sappiamo pure che durante l'ultimo governo Berlusconi, tra Tremonti e Berlusconi sono cresciute di giorno in giorno le divergenze.
Ma in fondo, (ammesso e non concesso che davvero Tremonti avesse voglia di introdurre una Tobin Tax nella "manovra" del 2011, cosa che non è provata da una semplice dichiarazione di Tremonti ad un giornalista!), Tremonti va d'accordo con  me quando dice che la Tobin Tax a livello nazionale non sarebbe efficace: al contrario, spingerebbe alla "delocalizzazione" 
[Dal primo tuo link: «Se e' problematico inserirla solo in Europa – ha concluso – sarebbe stato ancora piu' problematico farla in un solo paese»]
[Da quest'altro«[La Tobin Tax] dovrebbe essere globale e non locale perché se lei la mette in Europa c'è il rischio che la finanza vada da un'altra parte»]
Comunque: dal tuo primo intervento m'era parso di capire che tu ricordavi che Tremonti e Berlusconi erano favorevoli all'introduzione della Tobin Tax mentre erano contrari «tutti i partiti di pseudo-sinistra». Ed è a questo proposito che, secondo me, ricordavi male.
Vedi, infatti, che anche nell'ultimo Ecofin in cui ha partecipato Tremonti [o meglio: che ha abbandonato per tornare in Italia dove stava morendo il governo] come ministro dell'ultimo governo Berlusconi [novembre 2011, presidenza polacca], l'Italia era schierata con i governi contrari all'introduzione della Tobin Tax a livello europeo.
––> Tremonti rientra a Roma prima della fine dell'Ecofin  (Il Sole 24ore, 08.11.2011)
E vedi pure, al contrario, il favore della "sinistra" alla Tobin Tax (almeno secondo il seguente documento):
––> "Così l'Europa uccise la tobin tax (complice Tremonti)", (L'Unità, 10.11.11)
------------------------
Ma almeno qui, in questo piccolo spazio riservato alle questioni europee, evitiamo di "fuorviare" ricascando nella politichetta nazionale, fatta soprattutto da polemiche tra schieramenti di partito (e quindi ... intrinsicamente "di parte").

Non so, MAD,  quanto tu (per il passato) abbia conosciuto  la sezione [dei forum di Spazioforum.net] dall'uguale titolo di questa; e quindi se sai come, in particolare, la pensa 'sto Erasmus
Riassumo: i federalisti, [che, ovviamente, vanno pure a votare!], devono svincolarsi dalla propria affezione a questo o quel partito, a questa o quella ideologia.
[Ma non devono evitare di "criticare" i fatti politici e, quindi, i loro protagonisti!]
Per una vera svolta (una rivoluzione culturale e pacifica) in senso federalista, occorre la convergenza delle maggiori forze politiche sul campo.
La convergenza è possibile perché si tratta di mettersi d'accordo nell'ottimizzare le istituzioni; e queste vengono a monte della politica effettiva che, tramite esse, svolgeranno popi le forze politiche democraticamente maggioritarie.
Ecco: il federalismo europeo ha la presunzione che, essendo ormai la politica nazionale "sovrana ed indipendente" già finita,  solo con il salto di qualità verso gli "Stati Uniti d'Europa" i paesi europei possono recuperare e mantenere una degna posizione nel mondo, a vantaggio proprio ma anche [data la intrinseca originalità di un sistema federale europeo] a vantaggio del mondo intero (in termini di progresso, specie sul fronte della pace e dei diritti umani).
Viceversa, il ritorno alla separazione indurrà dapprima al protezionismo, poi ad una competizione nazionalistica esacerbata, e infine addirittura – ma speriamo di no! – il ritorno della conflittualità (in una Europa ormai decaduta).
Ciao MAD
Ciao a tutti
-------

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Dom Mag 11, 2014 10:31 am, modificato 2 volte

_________________
Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Re: Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da MAD il Dom Mag 11, 2014 10:02 am

Beh, mi dispiace che l'ironia non ti sembri di buon gusto ; anche perchè non mi sembra che si stia trattando di argomenti delicati, religiosi o che necessitino di un particolare sussiego. Per cui non trovare un'ironia di buon gusto, in questo caso, è quanto meno strano.

Ma senza portarla per le lunghe, ho solo detto, in un post precedente, che ricordavo un tentativo italiano di Berlusconi (che non sostengo, essendo completamente agli antipodi di Berlusconi....) di mettere la Tobin Tax in Italia,  e ricordavo che la BCE l'avesse bocciata.

Tu al contrario hai allegato, documentato e chiosato che io mi sbagliavo , e di grosso, e che la BCE non c'entrava per niente. Fine.

Per puro caso ho trovato qualche dichiarazione ufficiale, su giornali italiano accreditati, che supportavano la mia impressione iniziale,  che quindi non mi pare piu' "sbagliata e di molto" come affermi .... e tu argomenti ancora con "forse Tremonti non l'aveva detto a Berlusconi, forse Berlusconi non era d'accordo con Tremonti, forse ... forse ... forse....".

In piu' aggiungo che nel tuo precedente post hai asserito che la BCE era del tutto fuori luogo e non c'entrava un tubo con il nostro tema. Al contrario le dichiarazioni risportate dal Sole24 ore sembrano dire cose leggermente diverse da quanto affermi.

Ergo, con tutto il rispetto, se come affermi, non segui molto la politica italiana, dovresti essere piu' cauto nell'esprime giudizi definitivi su cose di cui (lo dici tu) non hai grande contezza.

Sono 39 anni che vivo all'estero, e neanche io seguo molto da vicino le vicende italiane ; per cui parlo solo delle cose che conosco un pochino, infarcendo i miei post con una sequela di "forse ....  secondo me ... probabilmente ", e rifuggendo qualsiasi certezza, illustre amico.

Forse e secondo me.  Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! 1326021764

MAD

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 09.03.14

Torna in alto Andare in basso

Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso! Empty Re: Verso un'intesa su «Tobin Tax»? Dubito molto: ma ci spero lo stesso!

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum