Le lettere alle Chiese e il regno millenario di Cristo.

Andare in basso

Le lettere alle Chiese e il regno millenario di Cristo. Empty Le lettere alle Chiese e il regno millenario di Cristo.

Messaggio Da Decuius il Gio Set 05, 2019 9:41 am

Tra la fine degli anni 70 e l’inizio degli anni 80, in ogni caso entro i primi mesi del 1981, scrissi sette lettere a sette chiese. Chi conosce la Bibbia sa che il “Libro dell’Apocalisse” si apre con sette lettere a sette chiese. Le sette chiese, se la memoria non mi inganna, furono: ebraica, cattolica, testimoni di Geova, mormoni, islamica, induista, buddhista.
Porto questa testimonianza in modo da poter situare l’inizio dell’epoca apocalittica.
Non ho più la copia di quelle lettere, comunque, a parte il valore storico, nulla è andato perduto, in quanto ciò che sto scrivendo nelle discussioni di questo forum comprende ciò che scrissi alle chiese, a parte alcune critiche individuali.
Mi pare importante sapere anche che queste lettere sono state reali e quindi non ci può essere alcuna interpretazione simbolica.

Quale sarà la funzione di Cristo, a parte il soggiorno all’inferno e il “nuovo” messaggio?
Nel “Libro dell’Apocalisse” (20:4) troviamo:
“E vidi dei troni, e le anime dei decapitati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, i quali non adorarono la fiera né la sua immagine e non ricevettero il marchio sulla fronte e sulla loro mano; e sedettero sui troni e il giudizio fu dato loro; e vissero e regnarono con il Cristo per mille anni.”
Come sarà questo regno millenario di Cristo che dovrà riportare al paradiso terrestre?

Nel “Libro di Enoc”, “apocrifo” del vecchio Testamento, (46:4-6), troviamo scritto: 

“E questo figlio dell’uomo, che tu hai visto, toglierà i re e i potenti dalle loro sedi ed i forti dai loro troni, scioglierà i freni dei forti (senza freni cadranno in caduta libera) e spezzerà i denti dei peccatori. Ed egli rovescerà i re dai loro troni e dai loro regni poiché non lo esaltano, non lo lodano e non gli si umiliano. Da dove é stato dato loro il regno? (Da quelli che li hanno votati nelle libere elezioni barabbiche, alle quali possono partecipare tutti i partiti demoniaci. Che differenza c’è tra un demone cristiano, un demone comunista e un demone fascista?). Ed egli piegherà la faccia dei potenti, li riempirà la vergogna e la tenebra sarà la loro sede e i vermi il loro letto (riposeranno sugli invertebrati che li hanno colpevolmente votati. I votanti sono vermi poiché non credono alla possibilità di giungere all’autogoverno) e non avranno speranza di sollevarsi dal loro letto perché non esaltano il nome del Signore degli spiriti.”
Il testo tra parentesi tonda, ovviamente, è una mia aggiunta esplicativa.

Ciò è confermato dalla “Lettera agli Efesini” (6:12): 

“La nostra lotta, infatti, non è contro il sangue e la carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i signori di questo mondo tenebroso, contro gli spiriti del male nelle regioni celesti.”
I potenti non saranno contenti e si infurieranno? Nel “Secondo libro di Nefi” (28:28) è detto:
“E infine, guai a tutti coloro che tremano e sono infuriati contro la verità divina! Colui, infatti, che è fondato sulla roccia riceve la verità con contentezza; ma colui che ha fondamenta di sabbia, trema, temendo di cadere.”
L’importanza del regno messianico è sottolineata anche in un testo zoroastriano, Dēnkart (ed. Madan, pp. 129-30):
“La cosa contro cui lo Spirito Distruttore lotta più violentemente è la riunione nella piena forza delle dignità della monarchia e della Buona Religione, poiché una simile congiunzione è quella che deve distruggerlo...
Ogni volta che in questo mondo la pietà è legata al buon governo in un unico pio e buon sovrano, allora il vizio è indebolito e la virtù accresciuta, l’opposizione diminuisce e la cooperazione aumenta, c’è maggiore santità e minore peccaminosità tra gli uomini, i buoni prosperano e prevalgono e i malvagi sono repressi e privati di sovranità, il mondo è prospero, tutta la creazione si rallegra, e la gente del popolo sta bene; e per tutte queste cose il mondo è ben ordinato ed adorno. Quando queste due dignità si incontreranno in un unico uomo, allora l’Aggressore sarà definitivamente vinto e la creazione salvata e purificata. Da ciò procede la Riabilitazione finale. La Buona Religione rivela che queste due dignità si incontreranno assieme in Sōshyans.”
Decuius
Decuius

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum