Parlamento Europeo contro i genocidi: nasce l'Elie Wiesel Network

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Parlamento Europeo contro i genocidi: nasce l'Elie Wiesel Network

Messaggio Da Verci il Lun Ago 08, 2016 8:59 pm

La lettera del presidente del Movimento Europeo Antirazzista e coordinatore della rete di parlamentari europei coinvolti per prevenire le atrocità di massa e per la lotta contro la negazione di questo tipo di crimini


di Benjamin Abtan*


08 agosto 2016


Siria, Iraq, Darfur, Burundi,.... La lista delle intollerabili atrocità di massa commesse sotto i nostri occhi, delle quali, alcune potrebbero divenire dei genocidi, si allunga di giorno in giorno.

Nello stesso momento siamo testimoni di una crescita esponenziale nel diniego dei passati genocidi, fomentata da partiti politici e da una certa cultura popolare sotto varie forme: negazione o inversione di fatti storici, relativizzazione, confusione, vittimizzazione. Come ci insegna il premio Nobel pe la pace Elie Wiesel: " il carnefice uccide sempre due volte, la seconda attraverso il silenzio".

Quindi, attivarsi contro la prevenzione di futuri genocidi e contro il negazionismo corrisponde ad un solo ed unico scopo.

Quello di preservare la vita ed i suoi valori fondamentali, un impegno che trascende le identità locali o nazionali e le divisioni partigiane. Riguarda tutti indiscriminatamente.

I membri degli organi legislativi hanno la possibilità di agire, di conseguenza essi hanno una speciale responsabilità. Questa responsabilità ci impone di agire.

Di conseguenza, pur provenendo da background differenti, al di là dei disaccordi che delle volte ci contrappongono, noi ci uniamo, in nome della nostra comune appartenenza al genere umano, nel prevenire il genocidio e nel lottare contro il negazionismo.

Attraverso un approccio universale noi agiremo per garantire che l'interesse per gli Altri prevalga sull'indifferenza; la verità prevalga sulla menzogna, la conoscenza sull'ignoranza, la solidarietà sull'egoismo, la vita sulla distruzione.

Noi partecipiamo per prevenire il genocidio assieme ai vari attori internazionali, regionali e nazionali, che siano parte dei governi o della società civile, che lavorano per assicurarsi che la "Responsabilità di Proteggere" sia applicata con rigore ed efficienza.

Concretamente inizieremo a partecipare alla documentazione dei fatti, in particolare attraverso la nostra presenza sul territorio. Informeremo e metteremo in guardia il pubblico, i nostri rispettivi governi, le istituzioni nazionali, europee, internazionali e gli altri parlamenti sulle situazioni a rischio.

Allo stesso tempo agiremo per assicurarci che queste istituzioni, a partire dai nostri rispettivi governi, si impegnino con risoluzione a porre fine ad ogni situazione potenzialmente genocidaria, in qualsiasi parte del mondo essa accada.

In fine lavoreremo per mettere in opera all'interno dell'apparato istituzionale, a partire dai nostri rispettivi parlamenti, dei meccanismi per monitorare le situazioni a rischio ed intervenire per prevenire atrocità di massa o porre termine a quelle già in corso.

Il nostro impegno contro il negazionismo, come definito nella Convenzione delle Nazioni Unite del 1948 e riconosciuta dalle istituzioni internazionali e accademiche del mondo intero, corrisponderà a molteplici azioni.
Attraverso un dibattito pubblico per mettere in luce ed eliminare le varie espressioni di negazionismo dei genocidi e attraverso l'elaborazione di testi di legge qualora essi costituiscano lo strumento migliore.
Diffondendo le conoscenze che permettono di reprimere il negazionismo. Di conseguenza garantiremo la massima libertà di espressione per gli storici e il pubblico, in particolare garantendo un libero accesso a tutti gli archivi interessati e supportando la ricerca in questo ambito.

L'educazione e la trasmissione sono degli elementi fondamentali per la nostra lotta comune. La conoscenza dei fatti e dei ricordi offrirà alle presenti e future generazioni un'apertura verso il mondo, un'attenzione agli "Altri", una maggiore lucidità e contribuirà a diffondere la cultura dei diritti umani.

In quest'ottica prenderemo parte alla commemorazione dei genocidi passati, nei luoghi ove essi sono occorsi o assieme alle autorità che rappresentano le vittime. Con solidarietà, supporteremo i sopravvissuti, i "Giusti", i combattenti per la libertà ed i loro discendenti, poiché gli effetti di un genocidio si ripercuotono per generazioni.
Allo stesso modo organizzeremo delle azioni dedicate alla trasmissione all'interno dei nostri parlamenti e supporteremo le azioni della società civile o di altre istituzioni pubbliche.
Infine agiremo per garantire che i fatti e i ricordi di genocidi siano accuratamente incorporati nei curricula scolastici e supporteremo lo sviluppo della ricerca nel mondo accademico.
Primo Levi disse: "È avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire. Può accadere, e dappertutto". Per la nostra generazione e per quelle che seguiranno, la nostra vigilanza e impegno saranno impeccabili.

*Benjamin Abtan, fondatore e coordinatore dell' "Elie Wiesel Network", rete europea dei parlamentari per la prevenzione del genocidio e atrocità di massa e contro la negazione del genocidio. Presidente del Movimento Europeo Antirazzista - EGAM
 
184 Parlamentari di 25 Parlamenti Nazionali e del Parlamento Europeo, provenienti da diversi gruppi politici e da 32 paesi in totale, sono coinvolti insieme nell' "Elie Wiesel Network".
 
Essi sono elencati, insieme con gli acronimi dei loro partiti, sotto o nella pagina web: www.egam.eu
 
56 Membri del Parlamento Europeo, provenienti da 20 paesi:
 
Lars Adaktusson, EPP (Sweden), Beatriz Becerra Basterrechea, Vice-Chair of the subcommittee on Human Rights, ALDE (Spain), Brando Benifei, S&D (Italy), Micha? Boni, EPP (Poland), José Bové, Greens/EFA (France), Klaus Buchner, Greens/EFA (Germany), Seb Dance, S&D (United Kingdom),Karima Delli, Greens/EFA (France), Mark Demesmaeker, Member of the bureau of ECR, ECR (Belgium), Anneliese Dodds, S&D (United Kingdom),Pascal Durand, Greens/EFA (France), Frank Engel, EPP (Luxembourg),Tanja Fajon, Vice-chair of S&D, S&D (Slovenia), José Ignácio Faria, ALDE (Portugal), Charles Goerens, ALDE (Luxembourg), Ana Gomes, S&D (Portugal), Nathalie Griesbeck, ALDE (France), Richard Howitt, S&D (United Kingdom), Danuta Huebner, Chair of the Committee on Constitutional Affairs, EPP (Poland), Yannick Jadot, Greens/EFA (France), Ivan Jakov?i?, ALDE (Croatia), Eva Joly, Greens/EFA (France), Jude Kirton-Darling, S&D (United Kingdom), Stelios Kouloglou, Vice-Chair of the Committee on Development, GUE/NGL (Greece), Dr. Andrey Kovatchev, EPP (Bulgaria), Merja Kyllönen,GUE/NGL (Finland), Philippe Lamberts, Co-Chair of Greens/EFA, Greens/EFA (Belgium), Patrick Le Hyaric, Vice-Chair of GUE/NGL, GUE/NGL (France),Monica Macovei, ECR (Romania), Costas Mavrides, S&D (Cyprus), Louis Michel, Former European Commissioner for Science and Research Policy then for Development and Humanitarian Aid, former Belgian Deputy PM and Minister of Foreign Affairs, ALDE (Belgium), Claude Moraes, Chair of the Committee on Civil Liberties, Justice and Home Affairs, S&D (United Kingdom), Luigi Morgano, S&D (Italy), Maite Pagazaurtundúa, ALDE (Spain), Pier Antonio Panzeri, S&D (Italy), Demetris Papadakis, S&D (Cyprus), Sirpa Pietikainen, EPP (Finland), Soraya Post, S&D (Sweden), Christian Dan Preda, Vice-chair of the Subcommittee on Human Rights, EPP (Romania), Michéle Rivasi, Vice-Chair of Greens/EFA, Greens/EFA (France), Sofia Sakorafa, Member of the bureau of GUE/NGL, GUE/NGL (Greece), Marietje Schaake, ALDE, (Netherlands), Csaba Sógor, EPP (Romania), Helga Stevens, Vice-Chair of ECR, ECR (Belgium), Dr. Charles Tannock, ECR (United Kingdom), Marc Tarabella, ALDE (Belgium), Ernest Urtasun, Greens/EFA (Spain), Ivo Vajgl, ALDE (Slovenia), Bodil Valero, Greens/EFA (Sweden), Hilde Vautmans, ALDE (Belgium), Julie Ward, S&D (United Kingdom), Renate Weber, ALDE (Romania), Josef Weidenholzer, Vice-chair of S&D, S&D (Austria), Cecilia Wikström, Chair of the Committee on Petitions, ALDE (Sweden), Boris Zala, S&D (Slovakia), Gabriele Zimmer, Chair of GUE/NGL, GUE/NGL (Germany)
 
128 Membri dei Parlamenti Nazionali, provenienti da 25 Parlamenti Nazionali: 
 
Austria
Alev Korun, MP, Chairperson of the Human Rights Committee in the National Council, The Greens - The Green Alternative, Ingrid Winkler, Senator, Vice-president of the Federal Council, SPÖ.
 
Bosnia-Herzegovina
Dennis Gratz, MP, NS/HC, Ismet Osmanovi?, MP, SDA, Saša Magazinovi?, MP, SDP BiH, Šemsudin Mehmedovi?, MP, SDA.
 
Croatia
Domagoj Hajdukovi?, MP, Deputy Chairperson of the Committee on Human and National Minority Rights, SDP, Milorad Pupovac, MP, Vice-President of SDSS, SDSS, Veljko Kajtazi, MP, Independent.
 
 
Finland
Li Andersson, MP, First Vice-Chair of the VAS Parliamentary Group, VAS,Timo Harakka, MP, SDP, Jutta Urpilainen, MP, former Minister of Finance, former Deputy Prime Minister, Former chairperson of the SDP, SDP.
 
France
Michel Amiel, Senator, F13, David Assouline, Senator, Vice-President of the Commission of Culture, Education and Communication, PS, Danielle Auroi, MP, President of the Committee of European Affairs, EELV, Nicolas Bays, MP, Vice-President of the Commission of National Defense and Armed Forces, PS,Jean-Pierre Blazy, MP, PS, Valérie Boyer, MP, Fanélie Carrey-Conte, MP, PS, Luc Carvounas, Senator, Dominique Chauvel, MP, PS, Roland Courteau, Senator, Vice-President of the delegation for Women's rights and the equality of opportunity between men and women, PS, Pascale Crozon, MP, PS,Fanny Dombre-Coste, MP, PS, Cécile Duflot, MP, Former Minister of Housing and Territorial Equality, EELV, Hervé Féron, MP, PS, Jean-Louis Gagnaire, MP, PS, Joëlle Garriaud-Maylam, Senator, LR, Joël Giraud, MP, PRG, Meyer Habib, MP, Vice-President of the study group on antisemitism, UDI, Razzy Hammadi, MP, PS, Sophie Joissains, Senator, UDI, Philippe Kaltenbach,Senator, PS, Claude Kern, Senator, UDI, Jean-Christophe Lagarde, MP, President of UDI, François-Michel Lambert, MP, PS, Noël Mamère, MP, EELV, Jean-Pierre Masseret, Senator, PS, Sandrine Mazetier, MP, Vice-President of the Assemblée Nationale, PS, Alain Milon, Senator, LR, Paul Molac, MP, PS, Philippe Noguès, MP, Independent, Christophe Premat, MP, PS, Francois 

Chairman of the Committee for Human Rights and Humanitarian Aid, SPD,Barbara Hendricks, MP, SPD, Peter Meiwald, MP, Die Grünen.
 
Georgia
Temur Maisuradze, MP, GDDG.
 
Greece
Fofi Gennimata, MP, President of PASOK, Former Deputy Minister of Health and Welfare.
 
Ireland
Gerry Adams, MP, President of the Sinn Féin, SF, John Brady, MP, SF, Pat Buckley, MP, SF, Seán Crowe, MP, SF, David Cullinane, MP, SF, Pearse Doherty, MP, SF, Dessie Ellis, MP, SF, Martin Ferris, MP, SF, Kathleen Funchion, MP, SF, Martin Kenny, MP, SF, Mary Lou McDonald, MP, Vice-president of the SF, SF, Finian McGrath, MP, Independent, Denise Mitchell, MP, SF, Imelda Munster, MP, SF, Carol Nolan, MP, SF, Eoin Ó Broin, MP, SF, Caoimhghín Ó Caoláin, MP, SF, Donnchadh Ó Laoghaire, MP, SF,Aengus Ó Snodaigh, MP, SF, Jonathan O'Brien, MP, SF, Louise O'Reilly, MP, SF, Thomas Pringle, MP, Independent, Maurice Quinlivan, MP, SF, Bríd Smith, MP, PBPA, Brian Stanley, MP, SF, Peadar Tóibín, MP, SF.
 
Italy
Michele Bordo, MP, President of the Committee of European Union Policies, PD, Vannino Chiti, Senator, President of the Committee of European Union Policies, Former Vice-President of the Italian Senate, PD, Luigi Manconi, Senator, President of the Special Commission for the Protection and Promotion of Human Rights, PD, Maino Marchi, MP, PD, Elio Massimo Palmizio, MP, Secretary of the Commission of Defense, FI-PdL, Franco Panizza, Senator, Executive Secretary of PATT, PATT, Loredana De Petris, Senator, President of SEL Group in the Senate, SEL, Francesco Scalia, Senator, PD, Gea Schirò, MP, PD, Arturo Scotto, MP, Leader of SEL Party in Parliament, SEL, Mara Valdinosi, Senator, PD, Giorgio Zanin, MP, PD.
 
Lithuania
Marija Aušrin? Pavilionien?, MP, LSDR.
 
Luxembourg
Yves Cruchten, MP, Secretary General of the Luxembourg Socialist Workers' Party, LSAP.
 
Macedonia
Aleksandar Nikoloski, MP, Vice President of the Parliamentary Assembly of the Council of Europe, VMRO-DPMNE Party.
 
Malta
Hon. Joe Mizzi, MP, Minister of Transport and Infrastructures, PL.
 
Montenegro
Azra Jasavi?, MP, PCG.
 
Netherlands
Linda Voortman, MP, Green Left.
 
Norway
Rasmus Hansson, MP, National Spokesperson for the Green Party, Green Party.
 
Poland
Jan Klawiter, MP, PiS, Marcin ?wi?cicki, MP, Former Minister of Foreign Economic Affairs, PO.
 
Spain
Carles Mulet García, Senator, CC.
 
Serbia
Gordana ?omi?, MP, DS, Goran Ješi?, MP, DS, Muamer Zukorli?, MP, BDZ,Zoran Živkovi?, MP, NS, Marinika Tepi?, MP, LSV.
 
Sweden
Said Abdu, MP, Liberal, Birgitta Ohlsson, MP, Former Minister of European Union Affairs, Liberal (Sweden).
 
Switzerland
Laurence Fehlmann Rielle, MP - National Council, PSS.
 
Turkey
Garo Paylan, MP, HDP.
 
Ukraine
Hanna Hopko, MP, Chair of the Foreign Affairs Committee, Independent.
 
United Kingdom
Rt Hon Hilary Benn, Shadow Foreign Secretary, MP, Labour, Tom Brake, MP, Foreign Affairs Spokesperson and Chief Whip in the House of Commons for the Lib Dems, Lib Dems, Ruth Cadbury, MP, Labour, Rt Hon Frank Field, MP, Labour, Clive Lewis, MP, Labour, John McNally, MP, SNP, Rt Hon Andrew Mitchell, MP, Conservative, Steve Rotheram, MP, Parliamentary Private Secretary to the Leader of the Opposition, Labour, Tommy Sheppard, MP, Shadow SNP Spokesperson on the Cabinet Office in the House of the Commons, SNP, Michelle R. Thomson, MP, Independent.
Gruppi Politici del Parlamento Europeo:
 
ALDE - Group of the Alliance of Liberals and Democrats for Europe
EPP - European People's Party (Christian Democrats)
Greens/EFA - The Greens/European Free Alliance
GUE/NGL - Confederal Group of the European United Left - Nordic Green Left
S&D - Group of the Progressive Alliance of Socialists and Democrats
ECR - European Conservatives and Reformists
 
Partiti Politici Nazionali dei Membri Parlamentari:
BDZ - Bosniak Democratic Union (Serbia)
CC - Commitment Coalition (Spain)
Conservative - Conservative Party (United Kingdom)
Die Grünen - Alliance '90/The Greens (Germany)
DS - Democratic Party (Serbia)
EELV - Europe Ecology - The Greens (France)
F13 - La Force du 13 (France)
FI-PdL - Forza Italia - The People of Freedom
GDDG - Georgian Dream - Democratic Georgia (Georgia)
Green Left (Netherlands)
Green Party (Norway)
HDP - Peoples' Democratic Party
L - Liberals (Sweden)
Labour - Labour Party (United Kingdom)
Lib Dems - Liberal Democrats
LR - The Republicans (France)
LSAP - Luxembourg Socialist Workers' Party (Luxembourg)
LSDR - Social Democratic Party of Lithuania (Lithuania)
LSV - League of Vojvodina's social democrats (Serbia)
NC - New Center (France)
NS - New Party (Serbia)
NS/HC - Our Party (Bosnia-Herzegovina)
PASOK - Panhellenic Socialist Movement (Greece)
PATT - Trentino Tyrolean Autonomist Party (Italy)
PBPA - People Before Profit Alliance (Ireland)
PCG - Positive Montenegro (Montenegro)
PD - Democratic Party (Italy)
PiS - Law and Justice (Poland)
PO - Civic Platform (Poland)
PRG - Radical Party of the Left (France)
PS - Socialist Party (France)
PSG - Guyanese Socialist Party (France)
PSS - Swiss Socialist Party
SDA - Party of Democratic Action (Bosnia and Herzegovina)
SDP - Social Democratic Party (Croatia)
SDP - Social Democratic Party of Finland (Finland)
SDP BiH - Social Democratic Party of Bosnia and Herzegovina
SDSS - Independent Democratic Serb Party (Croatia)
SEL - Left Ecology Freedom (Italy)
SF - Sinn Féin (Ireland)
SNP - Scottish National Party (United Kingdom)
SPD - Social Democratic Party (Germany)
SPÖ - Social Democratic Party (Austria)
The Greens - The Green Alternative (Austria)
UDI - The Union of Democrats and Independents (France)
VAS - Left Alliance (Finland)
VMRO-DPMNE - Internal Macedonian Revolutionary Organization - Democratic Party for Macedonian National Unity (Macedonia).



LINK
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1015
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parlamento Europeo contro i genocidi: nasce l'Elie Wiesel Network

Messaggio Da Erasmus il Mar Ago 09, 2016 6:47 am

Peccato che si dimentichi il genocidio di palestinesi operato sistematicamente da da Israele  ....
Elie Wiesel era un ebreo rumeno sopravvissuto all'olacausto.
Probabilmernte, se fosse vivo ora, includerebbe anche Israele tra gli stati "carnefici", che uccidono due volte, la seconda col "silenzio".

––––

_________________
avatar
Erasmus

Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 30.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parlamento Europeo contro i genocidi: nasce l'Elie Wiesel Network

Messaggio Da Epoch il Mar Ago 09, 2016 10:52 am

Mi chiedo anche, come stanno i siriani/iracheni bloccati in Turchia dal "Patto con l'Europa"?

Come staranno non appena Erdogan cercherà di alzare ancora l'asticella della "tangente" che gli paghiamo per il lavoro sporco, soprattutto se l'Europa non pagherà??

Bella persona abbiamo scelto per contrastare l'immigrazione... Poi ci lamentiamo che fa la pace con Putin!
avatar
Epoch

Messaggi : 627
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parlamento Europeo contro i genocidi: nasce l'Elie Wiesel Network

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum