La pericolosità sociale delle droghe. Dati a confronto

Andare in basso

La pericolosità sociale delle droghe. Dati a confronto

Messaggio Da Verci il Sab Set 07, 2013 4:52 am

Si ritiene normalmente che le droghe comunemente intese come tali (eroina, cocaina, cannabis) siano fra le più pericolose, non solo per le conseguenze psicofisiche più o meno immediate, il rischio di dipendenza e il danno sociale conseguente, ma anche perchè la truffaldina legge Giovanardi-Fini le parifica a tutti gli effetti, lasciando poco o nessuno spazio a realtà di dipendenza molto più diffuse e molto più deleterie, almeno come tasso di mortalità.

Questa tabella, deriva da uno studio del Prof. David Nutt pubblicato nel 2010 su Lancet. Lo studio ha coinvolto 16 criteri, tra i quali l'influenza della droga sulla salute fisica e mentale dell'utilizzatore, i danni sociali legati al traffico e allo spaccio, le conseguenze a livello familiare,i costi economici e così via. Risulta evidente come l'alcol risulti molto più nocivo dell'eroina e, d'altro canto, come la cannabis non sia assolutamente paragonabile alle droghe cosiddette "pesanti", quali eroina e cocaina, nonostante l'ineffabile Giovanardi.





Se poi si valuta semplicemente il n° di morti causati direttamente od indirettamente dalle diverse droghe, lo scenario si completa. In Italia la situazione è questa:

374 MORTI PER DROGA Nel 2010 la causa del decesso è stata attribuita all'eroina in 154 casi, alla cocaina in 42, al metadone 9, a mdma e barbiturici uno ciascuno, alla cannabis zero; in 166 casi la sostanza non è stata indicata nelle relative segnalazioni. fonte:Relazione Annuale sulle sostanze stupefacenti della Direzione Centrale Servizi Antidroga 2010

20.000 MORTI PER ALCOL In Italia ogni anno l'alcol uccide 13.000 uomini e 7.000 donne di età superiore ai 15 anni. In generale, all'alcol vanno addebitati il 38,1% dei decessi maschili ed il 18,4% di quelli femminili. fonte: Alcohol Prevention Day 2011, Istituto Superiore della Sanità

80.000 MORTI PER TABACCO In Italia si stima che siano attribuibili al fumo di tabacco dalle 70.000 alle 83.000 morti l'anno. Oltre il 25% di questi decessi è compreso tra i 35 ed i 65 anni di età. fonte: Ministero della salute
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1022
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum