Concordato da abolire (ma non solo...)

Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da Verci il Ven Set 06, 2013 2:12 pm

documenti resi pubblici dell'ex presidente dello Ior Ettore Gotti Tedeschi aggiungono un ulteriore spaccato all'avvilente stato di subordinazione della politica italiana (quanta parte?) al potere d'Oltretevere.

Nel mio libro Vaticano rapace (Marsilio, 2013) avevo già documentato le manovre di riciclaggio dello Ior, gli scandalosi finanziamenti italiani alla Chiesa e i traffici tra un ministro della Repubblica e la segreteria di Stato vaticana per evadere l'Imu sui beni ecclesiastici ad uso commerciale.

Ora sappiamo con maggiore precisione che le leggi dello Stato (fecondazione assistita, biotestamento...) sono state scritte sotto dettatura clericale, e che alcune nomine importanti, come quella di Lorenza Lei alla direzione generale della Rai, sono passate per la segreteria di Stato vaticana.

La domanda che tuttavia dobbiamo porre oggi apertamente è se con papa Francesco continuerà l'andazzo che fin qui ha dominato il rapporto tra Stato e Chiesa con l'Italia in funzione di appendice della santa Sede. Riconosciamo tutti che il pontificato argentino è stato una rottura con le pratiche del passato. E constatiamo che il gruppo di denaro e potere intorno al cardinale Bertone è stato formalmente e sostanzialmente esautorato nel giro di qualche mese.

Questi mutamenti stanno avendo un forte impatto sulla comunità dei credenti e sulla Chiesa. I cattolici avviliti dalle ombre che hanno offuscato la Chiesa romana possono finalmente tirare un sospiro di sollievo e guardare all'istituzione ecclesiastica senza vergogna.

Ma che accadrà nei rapporti tra Chiesa e Stato in Italia? Cambieranno, e come, e quando? Se non si mette mano al Concordato, fonte prima dei privilegi e delle malversazioni che lo Stato italiano subisce, è difficile intravedere una luce.

È vero che si intravede qualche buon segno anche per questi rapporti nel dopo-Francesco. Ad esempio, è positivo il fatto che lo Ior abbia accettato di scambiare informazioni sul riciclaggio con la Banca d'Italia senza passare attraverso la rogatoria internazionale (ancora una volta il Concordato) che in passato ha bloccato ogni trasparenza.

Abbiamo però il timore che a fronte dello slancio innovativo del vertice della Chiesa resista una classe politica italiana che, per complesso culturale e per mancanza d'orgoglio e autonomia, non voglia e non sappia affrontare apertamente i rapporti tra Stato e Chiesa all'insegna della reciproca libertà.

È proprio il caso di dire che gli italiani sono stufi di avere un ceto politico più papalino del Papa.

Massimo Teodori

http://www.huffingtonpost.it/massimo-teodori/i-politici-italiani-piu-papalini-del-papa-e-ora-della-sveglia-anche-su-stato-e-chiesa_b_3873357.html?utm_hp_ref=italy


Ultima modifica di Verci il Ven Set 06, 2013 4:38 pm, modificato 2 volte
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da Verci il Ven Set 06, 2013 3:41 pm

Verci ha scritto:
Ma che accadrà nei rapporti tra Chiesa e Stato in Italia? Cambieranno, e come, e quando? Se non si mette mano al Concordato, fonte prima dei privilegi e delle malversazioni che lo Stato italiano subisce, è difficile intravedere una luce.
Non è solamente questione di Concordato, ma di sudditanza vera e propria al Vaticano da parte di una classe politica tanto poco cristiana nella sostanza, quanto papalina estrema nella forma. Basti pensare al testamento biologico e alla richiesta di "assistenza" fatta dall'allora vicepresidente del Consiglio Mantovano (PDL) al Presidente dello IOR Gotti Tedeschi, affinchè - tramite il cardinal Bagnasco - ricevesse utili "indicazioni" in merito ad alcuni contenuti di tale legge.

Sapere che un politico, benchè di destra, si è rivolto al Vaticano con queste parole, fa riflettere sullo stato di servilismo a cui i nostri politicanti arrivano ad abbassarsi:

"Eminenza reverendissima, il testo sul testamento biologico approvato dalla Commissione Affari sociali della Camera ha subito incisivi cambiamenti in pejus. Nell'appunto che segue accenno alle ragioni per le quali tali cambiamenti sono a mio avviso fortemente negativi e rischiano di trasformare una debole legge a tutela del fine vita in una legge sostanzialmente eutanasica".

Ritornando al Concordato è utile ricordare come, attraverso questo istituto, la Chiesa detti regole sovrane allo Stato italiano in diversi campi della vita pubblica. Ad esempio:

a) L'ora di religione cattolica, prevista a partire dalla scuola materna (quindi dai tre anni d'età) fino all'ultima classe delle superiori (18 anni). Un sostanziale indottrinamento inculcato (è il termine più appropriato) fin dalla tenera età, quando il grado di giudizio è sostanzialmente assente, per arrivare alla maggiore età, dove la maggior parte dei ragazzi, già da qualche anno scelgono attività alternative avendo la possibilità di decidere sul da farsi.

b) La scelta dei docenti della materia di cui sopra dal parte del Vicariato, in base a criteri che non potremmo immaginare molto diversi da quelli clientelari, appropriandosi di fatto di una competenza di selezione e nomina che - per gli altri insegnamenti - è riservata allo Stato. Tali docenti, per altro, possono avere revocata la nomina (e' successo per ragazze madri e per docenti divorziate), ma mantengono il diritto - se di ruolo - ad essere impiegati in attività affini alla laurea posseduta.

c) - L'8 x 1000, istituto truffaldino attraverso il quale la Chiesa cattolica riceve quasi un miliardo di € ogni anno. La truffa consiste nel fatto che coloro che non dichiarano a chi destinare l'8 x 1000, vedono destinata la loro quota (maggiore della precedente) alle diverse religioni, in base alle % di ripartizione risultano dalle destinazioni esplicite. Inutile dire che la Chiesa cattolica fa la parte del leone. In un periodo di crisi economica, i diversi Governi si sono ben guardati dal ridurre questa quota, preferendo pensare a modalità meno scomode.
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da animalo il Sab Set 14, 2013 2:17 pm

La domanda vera, al di là di tutti i fatti esposti, veritieri e precisi, è:
la società sta cambiando, il concordato non è più attuale, ma i politici espressi dagli elettori sono pronti a prendere atto di questo fatto?
Con dispiacere devo ammettere che la mia risposta è negativa.
Ciò introdurrebbe un discorso sulla religiosità, e non è questo il luogo per iniziarlo.
A puro titolo di pettegolezzo ti informo che alcuni anni fa il ministero dell'istruzione francese lasciò liberi i presidi di non rimettere i crocefissi in aula dopo la verniciatura delle stesse, fatti salvi ovviamente i casi di proteste da parte di genitori ed allievi.
Puro pragmatismo, al di fuori di "principi assoluti".
Ti pare che ciò sia possibile in questo paese?

animalo

Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 31.07.13

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da animalo il Sab Set 21, 2013 12:03 pm

Una parte della risposta l'abbiamo già avuta: al di là dei gesti formali, della falsa umiltà spunta finalmente il gesuita falso ed ipocrita, il cui fine ultimo è il mantenimento del potere sulla società tutta, laica e confessionale, credente e non credente.
Ne sono una prova le ultime affermazioni globali e non di fede sull'aborto, sul sacerdozio femminile e le altre, discretamente oscurate dai giornalai al servizio di un potere sempre presente: il guanto può essere di velluto ma sotto c'è la rigidità di chi non vuole cedere su niente.
Perchè per quelli nulla è cambiato da quando nel XVI secolo tentarono di instaurare in trentino un secondo stato papalino, con i principi-vescovi.
Ricordo che anche allora migliaia e migliaia di umili contadini ridotti alla fame furono uccisi dalla soldataglia assoldata dai principi-vescovi cristoni, in nome della vera fede furono uccisi; ricordo i gesuiti che stazionavano sulle coste dell'africa, accanto ai campi in cui i negri incatenati attendevano di essere caricati sulle navi negriere; ricordo i gesuiti che nelle miniere d'argento delle americhe facevano crepare i nativi (gli indios) nei cunicoli a maggior gloria della santa chiesa puttana.
Ecco da dove proviene il prete-capo attuale, con un'operazione di marketing che farebbe invidia alle più quotate società del mercato.

Ma qualcuno ricorda.

animalo

Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 31.07.13

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da Verci il Dom Set 22, 2013 3:43 am

Purtroppo, v'è la tendenza a dimenticare e a considerare la storia passata della Chiesa cattolica, quella comprendente l'inquisizione, l'evangelizzazione forzata, gli assassini delegati al potere politico, le folli crociate e il potere temporale, come sequenza di eventi slegati dal presente. 

Come se fosse possibile artifiziosamente separare, restando in tema, il grano dal loglio, ovvero gli innegabili elementi "positivi" che la Chiesa ha creato nel corso dei secoli, quali - a mo' di esempio - la diffusione della cultura e delle forme di espressione artistica ad essa legate, da quelli negativi sopra citati.

Vien da chiedersi se il divieto di sacerdozio a donne e ad omosessuali, il lusso del Vaticano, la diplomazia statalina e quant'altro, accompagnati ad un sistema organizzato di potere insito fin al cuore del nostro Stato e della stessa Costituzione, non ne costituiscano invece il diretto retaggio, per quanto edulcorato, mitigato e comunque supportato dall'arte della diplomazia e del compromesso con la politica, sempre servile ed inchinata, anzi inginocchiata a baciare le sacre pantofole.


Concordato da abolire (ma non solo...) Berlusconi11


Ultima modifica di Verci il Mar Set 24, 2013 9:54 pm, modificato 1 volta
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da animalo il Dom Set 22, 2013 6:14 am

Abbiamo ora l'occasione di verificare se la nouvelle cuisine del prete-capo gesuita si trasforma in azione: due preti della chiesa cattoromana hanno celebrato le nozze cattoreligiose in pompa magna della maitresse  che organizzava il giro delle puttane attorno al PORCO di arcore.
Se il gesuita, o chi per lui, tacerà avremo la verifica provata del cambiamento in atto (cambia la forma, ma non la sostanza).

animalo

Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 31.07.13

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da Erasmus il Mar Set 24, 2013 10:50 am

lo-anima ha scritto:Perchè per quelli nulla è cambiato da quando nel XVI secolo tentarono di instaurare in trentino un secondo stato papalino, con i principi-vescovi.
Ma quanto sei dotto in storia, tu!
E quanto sei "didascalico"!
"Quelli", dal contesto del tuo 'post', si evince essere il clero attuale della confessione religiosa "cattolica romana".
E sono gli stessi che «nel XVI secolo tentarono di instaurare in trentino un secondo stato papalino, con i principi-vescovi».
Ma pensa quanto sono longevi, 'sti preti!
Quelli di adesso sono gli stessi che tramavano già nel XVI secolo! Gli stessi «per i quali nulla è cambiato» (durante i quattro o cinque secoli almeno della loro vita  ... e chiisà quanto ancora questa durerà!).
  

No, non prendermi sul serio. Ho detto delle ironie!
Adesso, invece, parlo seriamente.
Non ti hanno mai insegnato che la comprensione del singolo fatto storico necessita della capacità di capire prima il contesto del tempo? Se no si prendono fischi per fiaschi (come è il caso della notizia che dai, anzi: cui alludi dandola per scontata e di cui evidentemente non hai capito un tubo).

Ciao ciao

Ciao a tutti!


Ultima modifica di Erasmus il Gio Set 26, 2013 3:30 am, modificato 1 volta

_________________
Concordato da abolire (ma non solo...) 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da animalo il Mer Set 25, 2013 2:31 pm

Caro Erasmo, ovviamente ho tracciato il tuo profilo psicologico e ne prendo atto nel risponderti.
Ho superato da tempo la visione storica del gibbon, ma in un'opinione espressa in poche decine di parole è difficile esprimere concetti che risalgono a lunghi periodi di tempo di riflessione.
Per quanto può valere in una frase di poche parole ritengo che la STORIA sia come il fluire di un fiume, che di fronte agli ostacoli li aggira perdendosi in meandri, fino a ritrovare la strada che la riconduce al mare
Ed ora permetti ad un animale che è alla fine della sua vita.oltre cui vi è solo il nulla, di godere del rapporto che il caso gli ha permesso di avere con una cagna ed una colomba: con loro, ed insieme a loro, ho raggiunto. anche se per pochi istanti, un insieme totalizzante di sensazioni, che mi hanno fatto sentire parte dell'esistente.
Non posso spiegarlo, è un insieme di sensazioni mai provate, ci vorrebbe una citazione poetica, ma l'idea mi ripugna.
Ciao, vecchio mio, e non volermene.

animalo

Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 31.07.13

Torna in alto Andare in basso

Concordato da abolire (ma non solo...) Empty Re: Concordato da abolire (ma non solo...)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum