L'inferno.

Andare in basso

L'inferno. Empty L'inferno.

Messaggio Da Decuius il Mar Ago 06, 2019 10:33 am

Premesso che nessun testo sacro delle religioni e neppure i testi “apocrifi” parlano di purgatori o di limbi, quanto durerà l’inferno? Non all’infinito, come parrebbe nella Bibbia. La verità è che durerà migliaia di anni e per questo si parla di inferno senza fine. Provate a chiedere a uno che ha passato venti o trenta anni in un carcere, se non gli è parso un tempo infinito. Ma leggiamo cosa dice un testo zoroastriano di nome “Bundahishn”: “Poi i salvati saranno separati dai dannati e i salvati saranno portati via in paradiso e i dannati rigettati nell’inferno; e per tre giorni e tre notti questi abitatori dell’inferno sopporteranno il castigo nell’inferno, nei loro corpi e nelle loro anime, mentre i salvati godranno la gioia nei loro corpi durante i loro tre giorni e tre notti in paradiso... ma nessun uomo dovrà subire la punizione degli interi tre giorni.”

 A questo punto possiamo dire che l’inferno durerà circa duemilacinquecento anni, infatti nella Bhagavad Gītā (8:17), testo indù, si afferma: “Coloro che sanno che il giorno di Brahmā ha la durata di mille età e che la notte [di Brahmā] mille età dura, quegli uomini sono i conoscitori del giorno e della notte.”

Brahmā è il nome del Dio creatore, corrispondente a Jahve degli ebrei e Allah dei musulmani.

Nel Corano (22:46) troviamo qualcosa di simile: “Un giorno è presso il tuo Signore quanto mille anni di quelli che [voi] contate.”

Anche nella Bibbia si dice la stessa cosa nella “Seconda lettera di Pietro” (3:8): “Una cosa però non dimenticate, o carissimi: che un giorno solo presso il Signore è come mille anni e mille anni sono come un solo giorno .”

Comunque, la durata dell’inferno non dipenderà né da Dio né da Satana, ma dagli abitatori dell’inferno, infatti, quando costoro cominceranno a comportarsi come gli abitatori del paradiso, anche l’inferno diventerà paradiso. E’ comunque prevedibile un graduale passaggio degli abitatori dell’inferno nel paradiso man mano che abbiano scontato i loro delitti e gli abitatori del paradiso non facciano giustificata opposizione.

Sempre nel “Bundahishn” leggiamo: “Allora tutti gli uomini si riuniranno nella più grande gioia, padre e figlio, fratelli e tutti gli amici. E un uomo domanderà all’altro: - Che cosa ha fatto la tua anima durante tutti questi anni? Fosti salvato o fosti dannato?”


Siccome qui ci si riferisce all’anima, i tormenti dell’inferno riguarderanno soprattutto l’anima, sarà una sofferenza interiore, mentale, del cuore più che fisica, anche se i dannati dovranno continuare a sudarsi il pane e potranno ammalarsi, ma non morire. Bisogna pensare che ora i mascalzoni possono sfruttare la "brava gente" per fare i “mangiaoro” di professione, mentre all'inferno dovranno scontrarsi tra loro per una pagnotta.
Decuius
Decuius

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

L'inferno. Empty Re: L'inferno.

Messaggio Da tessa il Mar Ago 06, 2019 11:02 pm

Questo dell'inferno  è un grave problema, e pensare che ci insegnavano al catechismo che anche se si fosse vissuti santamente ma nel'ultimo istante un pensiero malvagio ci turbasse, cio' bastava a dannarci in eterno, e tutto ciò ci veniva detto mentre vescovi e cardinali facevano pedofilia e coprivano i pedofili.
L'Ebraismo immagina che non esista inferno. Dicono che dopo la morte le anime rimangono in attesa della resurrezione, nella contemplazione di Dio. Gli ebrei credono nella resurrezione. Quindi le anime degli uomini che sono morti rimangono in attesa che si verifichi questo evento, cioè la reincarnazione, però non tutti credono nella reincarnazione, in particolare i razionalisti.
Gli ebrei non concepiscono paradiso, inferno e purgatorio. Tutti gli uomini attraversano dopo la morte un certo periodo, cioè sette giorni, nei quali l'individuo non riesce a staccarsi dai beni terreni, cioè dalla propria famiglia,  Poi c'è un mese che prepara la separazione, l'individuo comincia ad essere attratto più dal cielo che dalla terra. Quindi si fa un anno di lutto, un anno che però finisce a undici mesi, perchè il lutto si dovrebbe fare per un anno solo per le persone che hanno molti gravi peccati da scontare. Ora, siccome si crede che non vi sia tra gli ebrei un reprobo completo, si fa il lutto per undici mesi, una sorta di grazia, undici mesi, e dopo gli undici mesi la persona va in paradiso. E non va all'inferno. Non esiste l'inferno, ma esiste la punizione. Come per il giusto c'è un premio che viene concesso, nel lasso di tempo di un anno, così per il reprobo c'è la punizione. Dopo questo anno, dopo questi undici mesi, vanno tutti in paradiso.
tessa
tessa

Messaggi : 1166
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'inferno. Empty Re: L'inferno.

Messaggio Da Decuius il Mer Ago 07, 2019 12:37 am

Io sto postando cose scritturali, non fantasie di fazioni religiose.
Ognuno è libero di credere ciò che vuole, però non tutto è compatibile.
E poi in questa discussione ho parlato di ciò che accadrà dopo il giudizio finale, non dopo ogni morte che avviene prima di quel giudizio. Si tratta di argomenti diversi.
Successivamente vedremo che a parte paradiso e inferno, ci saranno altri luoghi di soggiorno dopo il giudizio finale. Questo è stato rivelato in "Dottrina e alleanze", testo mormone.
Decuius
Decuius

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

L'inferno. Empty Re: L'inferno.

Messaggio Da tessa il Mer Ago 07, 2019 3:43 pm

Queste non sono
Fantasie d sette religiose. Cio' lo ha detto il rabbino emerito capo di Roma Professore rav Toaff, a fine Anni 90. Era un uomo di potere.
tessa
tessa

Messaggi : 1166
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'inferno. Empty Re: L'inferno.

Messaggio Da Decuius il Gio Ago 08, 2019 7:02 pm

tessa ha scritto:Queste non sono
Fantasie d sette religiose. Cio' lo ha detto il rabbino emerito capo di Roma Professore rav Toaff, a fine Anni 90. Era un uomo di potere.
Ma quale emerito! Allora devi fare emeriti anche coloro che vollero la crocifissione di Gesù! Certo che Toaff era uomo di potere. Tutti i rinnegatori degli inviati di Dio sono uomini di potere… con molta fantasia.
Nell'AT tutte quelle invenzioni che hai scritto su ciò che succede dopo la morte non compaiono.
Io non so quanti ebrei possano credere ai tuoi racconti, spacciati da Toaff.
Decuius
Decuius

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

L'inferno. Empty Re: L'inferno.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum