Scrivi la tua opinione nel rispetto del tuo interlocutore
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Chi fu Ellen Gould White?

Andare in basso

Chi fu Ellen Gould White? Empty Chi fu Ellen Gould White?

Messaggio Da Decuius Mar Dic 22, 2020 11:25 am

Ellen Gould White fu la fondatrice, assieme al marito, della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno. Nacque a Gorham il 26 novembre 1827 e morì a Elmshaven il 16 luglio 1915.
Ecco cosa testimonia di sé in Messaggi Scelti (vol. I), che è un’antologia dei suoi scritti:

In queste lettere vi presento ciò che mi fu detto da parte del Signore. Nei giornali io non scrivo le mie proprie idee. Ogni cosa mi è stata rivelata in visione, attraverso i raggi di luce provenienti dal trono di Dio”. {MS 18.2}

Poiché frequentemente sono state fatte delle domande sullo stato della mia salute durante le visioni, vorrei dire che quando il Signore ritiene opportuno darmi una visione, io mi trovo alla presenza di Gesù e degli angeli, e in quel preciso istante sono completamente assente dalle cose terrene. Durante la visione non sono in grado di vedere più di quello che gli angeli mi mostrano. Sovente la mia attenzione è diretta alle scene che succedono sulla terra. A volte sono portata nel futuro, dove mi viene mostrato quello che dovrà succedere. Poi un’altra volta mi vengono mostrate cose avvenute nel passato. Al termine della visione, sul momento non mi ricordo ciò che ho visto; solo quando scrivo, nella mia mente tutto diventa molto chiaro. A volte dopo la visione, le cose che ho visto mi sono nascoste e non posso ricordarle finché non mi trovo davanti alla congregazione alla quale si applica la visione. Allora con forza vengono alla mia mente le cose che ho visto. Riguardo allo scrivere le visioni o alle visioni stesse, io dipendo dallo Spirito di Dio. È impossibile per me ricordare le cose che mi vengono mostrate fino a quando il Signore non me le rivela lui stesso al momento opportuno, affinché io le possa raccontare o scrivere. Spiritual Gifts (1860, vol 2. pag. 292,293 anno 1860) {MS 23.5}

Il tuo lavoro - mi disse il Signore - è di testimoniare la mia Parola. Accadranno molte cose strane. Io ti ho consacrata nella tua giovinezza per portare il messaggio agli erranti e portare la Parola ai miscredenti, e per mezzo della penna e con la voce rimproveri al mondo le sue azioni sbagliate. Esorta usando la Parola. Io farò che la mia Parola ti sia manifesta. Essa non dovrà essere come una lingua incomprensibile. Nella vera eloquenza c’è semplicità, con la voce e la penna; i messaggi che ti do devono essere sentiti anche da coloro che non hanno mai frequentato le scuole. Il mio Spirito e la mia potenza saranno con te. Non avere paura degli uomini, perché il mio scudo ti protegge. Non sarai tu a parlare, è il Signore che ti trasmetterà i messaggi d’avvertimento e di rimprovero. Non ti allontanare mai dalla verità in qualsiasi circostanza ti troverai. Dà la luce che ti darò. I messaggi per questi ultimi giorni devono essere scritti nei libri e saranno immortalati per testimoniare contro quelli che una volta hanno gioito della luce, ma che sono stati indotti a rinunciarvi, a causa delle influenze seduttrici del male” {MS 20.3}

Come ho già accennato, al momento di scrivere o ricevere le visioni, io dipendo dallo Spirito Santo. Tuttavia le parole da me usate per descrivere quello che ho visto sono mie, oppure mi sono suggerite da un angelo. Ogni esperienza fatta viene inclusa da me nelle note dell’appendice. The Review and Herald, 8 ottobre 1867 {MS 24.1}

Spesso mi viene posta la seguente domanda: “…in merito alle cose di cui parla con tale decisione, lei ha l’autorità di farlo?” Parlo così perché nella mia mente i pensieri scattano come un fulmine in mezzo alla tempesta. Alcune scene presentatemi nel passato non le ho mai potuto ritenere nella mia mente, ma al momento opportuno, mentre mi trovavo davanti al popolo, il ricordo diveniva nitido e chiaro, come lo scintillio del lampo, che mi fa ricordare questa istruzione particolare. In tali occasioni non riesco a trattenermi dal dire le cose che rifulgono nella mia mente e dall’affermare che questi ricordi non sono delle visioni del momento, ma dei flash delle visioni del passato che affiorano alla mia mente con forza.
The Writing and Sending out of the Testimonies, p. 24 {MS 24.2}
Decuius
Decuius

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.