Scrivi la tua opinione nel rispetto del tuo interlocutore
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

La non esistenza del male.

Andare in basso

La non esistenza del male. Empty La non esistenza del male.

Messaggio Da Decuius Gio Dic 17, 2020 10:56 am

Da Le lezioni di San Giovanni d’Acri:

74 La non esistenza del male. (Testo completo)

È cosa assai ardua dare una chiara spiegazione
dell’argomento. Sappi che gli esseri sono di due specie;
esseri materiali e spirituali, esseri percepibili dai sensi fisici
e intellettuali.
Le cose sensibili sono quelle percepite dai cinque
sensi esteriori; così le cose esterne viste dall’occhio,
vengono chiamate sensibili. Le cose intellettuali sono
quelle che non hanno esistenza esteriore, ma sono concezioni
della mente. Ad esempio, la mente stessa è una
realtà intellettuale e non ha un’esistenza esteriore. Tutte
le caratteristiche e qualità dell’uomo costituiscono
l’esistenza intellettuale e non sono sensibili.
In breve, le realtà intellettuali, così come tutte le qualità
e perfezioni dell’uomo, sono essenzialmente buone
ed esistenti. Il male è costituito semplicemente dalla
mancanza di esse. Così l’ignoranza è mancanza di conoscenza,
l’errore è mancanza di guida, la dimenticanza
mancanza di memoria, la stupidità mancanza di buon
senso. Tutte queste cose non hanno un’esistenza reale.
Allo stesso modo, le realtà sensibili sono essenzialmente
buone, e il male è dovuto alla mancanza
di esse; ad esempio, la cecità è mancanza della vista; la
sordità, mancanza dell’udito; la povertà, mancanza di
ricchezza; la malattia, mancanza di salute; la morte, mancanza
di vita; la debolezza, mancanza di forza.
Un dubbio si pone; ad esempio, gli scorpioni e i serpenti
sono velenosi; sono essi buoni o cattivi, dato che
sono pure esseri viventi? Sì, in relazione all’uomo uno
scorpione o un serpente sono “cattivi”, ma non lo sono
rispetto a se stessi dato che il veleno ne è l’arma, e con il
morso essi si difendono. Poiché - però - gli elementi del
veleno non si accordano con i nostri elementi costitutivi,
poiché vi è antagonismo fra questi diversi elementi, tale
antagonismo è un male; ma, in realtà, per quanto li riguarda,
essi sono buoni.
Riassumendo: è possibile che una cosa sia “un male”
in relazione a un’altra, ma che al tempo stesso, considerata
entro i limiti del proprio essere, non sia cattiva.
Così è dimostrato che non esiste alcun male nel mondo
dell’esistenza; tutto ciò che Dio ha creato, Egli l’ha creato
buono. Il male è la non esistenza; come la morte è assenza
di vita. Quando un uomo non ha più vita, muore.
L’oscurità è assenza di luce; quando non vi è più luce,
si ha l’oscurità. La luce è una realtà esistente, ma
l’oscurità non esiste. La ricchezza esiste, ma la povertà
non esiste.
Diventa, così, evidente che tutti i mali ci riportano alla
non esistenza del male. Dio esiste, il male non esiste.

La zanzara è buona o cattiva? Di sicuro attacca l’uomo e non per difendersi, come potrebbe essere per scorpioni, serpenti, vespe, ecc. Forse il degrado creato dall’uomo, oltre che il moltiplicarsi dei mezzi di trasporto, l’ha portata a diffondersi un po’ dappertutto. Quand’ero un bambino molto piccolo, non ricordo punture di zanzara. Comunque, le zanzare lontane dall’uomo non sono “cattive”, però pungono anche altri animali.
Decuius
Decuius

Messaggi : 308
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.