Scrivi la tua opinione nel rispetto del tuo interlocutore
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il rinnegamento degli inviati di Dio. I parte.

Andare in basso

Il rinnegamento degli inviati di Dio. I parte. Empty Il rinnegamento degli inviati di Dio. I parte.

Messaggio Da Decuius Mar Giu 02, 2020 1:26 pm

Questo tema è stato trattato più volte, ma è importantissimo, e aggiungere altre testimonianze scritturali non mi pare superfluo.

Nel Kitáb-I-Asmá’ (Il Libro dei Nomi):


XVIII, 3 IL Dì della Resurrezione, quando Colui Che Dio manifesterà

verrà a voi col suffragio di prove inconfutabili, stimerete priva

di verità la Sua Causa, mentre Dio vi ha notificato nel Bayán

che tra la Causa di Colui Che Dio manifesterà e cause d'altri

non esiste alcuna somiglianza. Come potrà altri che Dio rivelare

un versetto che sopraffaccia l'intera umanità? Dite, Dio è

grande! Oltre a Colui Che Dio manifesterà chi può recitare

spontaneamente versetti provenienti dal Suo Signore - impresa

alla quale nessun mortale potrà mai aspirare?

La verità non può essere confusa con altro che se stessa, se

solo ponderaste la Sua prova. Né l'errore può essere scambiato

con la Verità, se solo rifletteste sulla testimonianza di Dio,

l'Unico Vero.

Quanti si sono bugiardamente detti portatori di una causa

nell'Islám e voi ne avete seguito le orme senza avere veduto una

sola prova. Quale prova potrete dunque produrre al cospetto del

vostro Signore, sol che meditaste un attimo?

Studiatevi di non essere nella vostra notte (periodo che intercorre tra una Rivelazione e la

successiva) cagione di tristezza per alcuno, riusciate a scoprire prove in lui oppure no,

acché per avventura il Dì della Resurrezione non abbiate a contristare

Colui nel Cui pugno si trova ogni prova. E colui nel

quale non vedrete la testimonianza di Dio non riuscirà ad ap-

palesare la forza della Verità; e basta Dio ad occuparSene. Certo

per nessun motivo dovrete addolorare altrui; sicuramente

Iddio lo porrà a cimento e lo porterà alla resa dei conti. Fa

d'uopo che vi atteniate alla testimonianza della vostra Fede e

ottemperiate alle ordinanze promulgate nel Bayán.

Rassomigliate all'uomo che allestisce un frutteto e vi pianta

alberi da frutta d'ogni specie. Quando è vicina l'ora in cui egli, il

signore, è pronto a venire, voi vi sarete impadroniti del frutteto

in suo nome e allorché verrà personalmente, voi gliene

sbarrerete la strada.

In verità noi piantammo l'Albero del Corano e rifornimmo il

suo Frutteto di frutta d'ogni sorta, cui tutti avete attinto. Ma poi

quando giungemmo per cogliere ciò che avevamo piantato,

avete finto di non conoscere Quei Che ne è il Signore.

Non siate per Noi motivo di rammarico, non cacciateCi via

da questo Frutteto che Ci appartiene, ancorché siamo indipendenti

da tutto ciò che possedete. Tanto più che a nessuno di voi

affideremo legalmente questo fondo, neppure nella misura di un

granello di senape. In verità, siamo Noi Che computiamo.

Abbiamo piantato il Giardino del Bayán in nome di Colui

Che Dio manifesterà e vi abbiamo accordato il permesso di viverci

fino al momento della Sua manifestazione; poi dall'istante

in cui la Causa di Quei Che Dio manifesterà sarà inaugurata, vi

interdiciamo le cose che stimate vostre, a meno che, col permesso

del vostro Signore, non ne potrete riprendere possesso.
Decuius
Decuius

Messaggi : 308
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.