Scrivi la tua opinione nel rispetto del tuo interlocutore
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

La questione dei testi contraffatti.

Andare in basso

La questione dei testi contraffatti. Empty La questione dei testi contraffatti.

Messaggio Da Decuius Gio Apr 02, 2020 9:40 am

Da Il Libro della Certezza:


92 Se fossero interrogati riguardo ai segni che dovevano

annunciare il rivelarsi e il sorgere del sole della

Dispensazione di Muhammad, di cui abbiamo già riferito

e nessuno dei quali si è realizzato letteralmente, e se fosse

loro detto: «Per qual motivo avete respinto le

rivendicazioni avanzate dai Cristiani e dai popoli di altre

fedi e li considerate infedeli?», non sapendo che cosa

rispondere, replicherebbero: «Quei Libri sono stati

contraffatti e non sono, né mai sono stati, di Dio».

Rifletti: le parole dei versetti sono eloquente

testimonianza del fatto che essi sono di Dio. Un versetto

analogo è stato rivelato anche nel Corano, se foste di

coloro che comprendono. In verità Io dico che in tutto

questo periodo nessuno è riuscito a comprendere ciò che

s'intende per contraffazione del Testo.

93 Sì, negli scritti e nei detti degli Specchi che riflettono il

sole della Dispensazione di Muhammad è stata fatta

menzione di «modifiche apportate da esseri eccelsi» e di

«contraffazioni operate da sprezzanti». Questi passi,

però, si riferiscono soltanto a casi particolari.

94 In verità, per «contraffazione» del testo, non

s'intende ciò che quelle anime stolte e abiette hanno

immaginato, come chi sostiene che i teologi ebrei e

cristiani hanno cancellato dal Libro i versetti che esaltano

e magnificano il sembiante di Muhammad, inserendovene

altri che esprimono il contrario. Totalmente vuote e false

sono queste parole! Chi crede in un libro e lo stima

ispirato da Dio, può mutilarlo? Inoltre, il Pentateuco era

stato divulgato su tutta la superficie della terra e non era

confinato alla Mecca e a Medina, così che si potesse, in

segreto, contraffarne e corromperne il testo. No, per

alterazione del testo s'intende quello che stanno facendo

oggi tutti i teologi musulmani, cioè interpretare il santo

Libro di Dio secondo fatue immaginazioni e vani desideri.

E poiché gli Ebrei, al tempo di Muhammad,

interpretarono i versetti del Pentateuco, relativi alla Sua

Manifestazione, secondo la loro fantasia e si rifiutarono

d'accettare la Sua santa parola, per questo contro di loro fu

formulata l'accusa di «contraffare» il testo. È altresì

chiaro che i seguaci del Corano hanno oggi alterato il

testo del sacro Libro di Dio per quel che riguarda i segni

dell'attesa Manifestazione e lo hanno interpretato secondo

le loro inclinazioni e i loro desideri.

95 Ancora in un altro esempio, Egli dice: «vi sono fra loro

alcuni che ascoltano la Parola di Dio per poi alterarla

scientemente, dopo averla ben compresa» (Corano 2:75). Anche questo

versetto indica che è stato alterato il significato della

Parola di Dio, non che ne siano state veramente soppresse

le parole. Di questa verità fanno testimonianza coloro che

hanno mente sana.

96 In un'altra occasione, ancora Egli dice: «Guai a coloro

che trascrivono il Libro con le proprie mani alterandolo e

poi dicono: "Questo è da Dio" per barattarlo a vil prezzo»

(Corano 2:79). Questo versetto fu rivelato a proposito dei teologi

e dei capi della religione ebraica. Costoro, per compiacere

i ricchi, per acquistare onori terreni e sfogare la propria

invidia e incredulità, scrissero una quantità di trattati,

contestando i diritti di Muhammad, e basarono le loro

argomentazioni su prove che sarebbe indegno

rammentare, con la pretesa che esse derivassero dal testo

del Pentateuco.


98 Sì: «contraffazioni» del testo, nel senso da

Noi riferito, sono state realmente operate in casi

particolari.
Decuius
Decuius

Messaggi : 311
Data d'iscrizione : 16.07.19

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.