Strage di Bruxelles

Andare in basso

Strage di Bruxelles

Messaggio Da Mastro Titta il Mar Mar 22, 2016 7:34 pm

Enough Isis Enough!
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 14.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Epoch il Mer Mar 23, 2016 8:28 am

Ed ora quale sarà la risposta dei nostri governi?
avatar
Epoch

Messaggi : 659
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Mastro Titta il Mer Mar 23, 2016 11:50 am

Epoch ha scritto:Ed ora quale sarà la risposta dei nostri governi?
Spero di no ma temo che sarà la stessa che c'è stata dopo Parigi e dopo Madrid: un po' di chiacchiere in attesa che le acque di calmino e che la gente dimentichi.
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 14.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Epoch il Mer Mar 23, 2016 12:47 pm

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/23/attentati-bruxelles-caselli-la-libera-circolazione-esclude-solo-giudici-e-poliziotti-subito-la-procura-europea/2571240/
avatar
Epoch

Messaggi : 659
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Mastro Titta il Mer Mar 23, 2016 1:33 pm

Epoch ha scritto:http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/23/attentati-bruxelles-caselli-la-libera-circolazione-esclude-solo-giudici-e-poliziotti-subito-la-procura-europea/2571240/
Si, appunto...adesso sì che siamo tranquilli.
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 14.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Verci il Mer Mar 23, 2016 4:32 pm

Epoch ha scritto:Ed ora quale sarà la risposta dei nostri governi?
Quella del nostro governo non si discosterà dai soliti proclami di buone intenzioni, dalla necessità di aumentare le misure di sicurezza nonchè la cooperazione fra le diverse forze di polizia, etc., etc. Per l'unica morta italiana al Bataclan si è provveduto ad una pubblica cerimonia funebre civile a Venezia con tanto di diretta su Rai1 e a un incontro ben pubblicizzato dei genitori della ragazza con Renzi e Hollande, oltre che alla proliferazione di una selva di interviste, programmi, valutazioni, trasmissioni strappalacrime e così via. Sembra che fra i morti di Bruxelles ci sia un'italiana. Immagino pronto, con poche modifiche, il copione già visto con una nuova sequenza di cerimonie ufficiali ed interventi mediatici. La celebrazione della sconfitta è sempre poco convincente e le misure adottate in questi anni lo sono ancor meno, semplicemente perchè - nonostante le parole - l'incertezza sugli eventi futuri regna sovrana e i rischi di un attentato imprevedibile diventano ogni giorno sempre più forti. Checchè ne dicano il signor Alfano e il suo diretto superiore sig. Renzi.
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1051
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Athos il Mer Mar 23, 2016 6:14 pm

Le dichiarazioni dei politici sono dense di retorica e di capziosa cattiva coscienza, diciamo pure di ipocrisia.
Ma dobbiamo forse arrenderci a un'altra, più crudele, evidenza: non sono cattivi, sono incapaci.
Non sanno cosa fare, non hanno idee.

Cosa ci aspettiamo da un Alfano, da Renzi, da Gentiloni? E da Salvini, dalla povera Meloni, da Serracchiani, da Carfagna?
Sono gente qualunque, e dicendo questo probabilmente potrebbe offendersi quella "gente qualunque" che armata della propria augusta mediocrità affronta la cruda lotta quotidiana per sopravvivere.
Sono anni che li ascolto, e li ho sempre sentiti dire su ogni argomento le stesse cose, dello stesso livello, che dice mia zia, o il pecoraro Marcuccio, o Giovanni il proprietario del mini-market dove compro il pane.

E' questa la democrazia? Sembra di sì, secondo coloro che hanno salutato trionfalmente l'avvento dell'ignoranza al potere, in concomitanza con la "morte delle ideologie", negli anni '90. Non solo in Italia, ma da noi di più, ovviamnte, con un provincialismo più baldanzoso.

Persone migliori di queste non garantirebbero nulla, di fronte a problemi tanto grandi, ma almeno avremmo la coscienza di giocare la partita mettendo in campo una formazione di giocatori veri, e non fatta di magazzinieri e raccattapalle.

Athos

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 31.01.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Condor il Dom Mar 27, 2016 1:17 am

Dopo l'11 Settembre 2001 anche un profano, senza attingere informazioni da WikiLeaks, percepisce che è in atto un gioco di forza, su scala planetaria, tra due correnti di pensiero per la sostenibilità della democrazia tra i popoli della Terra: neoliberismo vs progressismo.
Gli attentati terroristici costituiscono l'azione di un piano concepito senza lasciare nulla al caso, perfino le date degli eventi sono state scelte con la funzione di trasmettere messaggi “in codice” ai propri avversari ideologici. Non è un caso che per i più clamorosi attentati in occidente si siano scelte date in cui compaiono numeri maestri come l'11 e il 22:
11/9/2001, attacco alle Torri Gemelle; 11/3/2004, attentato in Spagna; 13/11/2015 (questo è stato il massimo dei messaggi cifrati con l'accoppiata 13 e 11), attentato al Bataclan; 22/03/2016, attentato a Bruxelles; e che Papa Benedetto XVI si sia dimesso il giorno 11/2/2013 come a voler sottolineare il riscontro e la reazione della Chiesa a un presagio scritto nelle date degli attentati.
A mio avviso la turbolenza socio-economica che sta attraversando oggi l'Europa viene da molto lontano, precisamente dal 1971, anno in cui per capriccio americano si è abbandonato il sistema di regolazione dei cambi internazionali secondo gli accordi di Bretton Woods.
Da quel momento, in ambienti latomistici, si è pianificato il caos dal quale dovrebbe emergere un nuovo ordine mondiale, tanto spesso evocato da capi di stato e di governo.
Un nuovo ordine mondiale che, dal frettoloso e disordinato sviluppo degli eventi, cancellerà tutta la storia del Rinascimento e dell'Illuminismo europeo, facendoci precipitare negli anni bui del medioevo. La costruzione di muri e barriere, oggi lungo i confini nazionali e domani a difesa delle città, è il triste preludio dell'oscurantismo.
avatar
Condor

Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Mastro Titta il Dom Mar 27, 2016 7:34 pm

Consiglio la lettura del libro di Samuel P. Huntington "Lo scontro delle Civiltà e il nuovo ordine mondiale" pubblicato nel 1996. L'autore, docente universitario e analista del governo Usa, espone una nota analisi geopolitica per molti versi profetica.
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 14.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Condor il Dom Mar 27, 2016 11:40 pm

Mastro Titta ha scritto:Consiglio la lettura del libro di Samuel P. Huntington "Lo scontro delle Civiltà e il nuovo ordine mondiale" pubblicato nel 1996. L'autore, docente universitario e analista del governo Usa, espone una nota analisi geopolitica per molti versi profetica.
Huntington fa parte della schiera dei pensatori antidemocratici. E il libro da te citato, Mastrotitta, è successivo alla pubblicazione di un manifesto (del 1975: The Crisis of Democracy. Report on the Governability of Democracies – Samuel P. Huntington, Joji Watanuki, Michel Crozier) volto alla ristrutturazione/destrutturazione delle democrazie occidentali in senso elitario, oligarchico, gerarchico e antipopolare, facendo però passare questo progetto come una specie di difesa dei sistemi democratici in crisi a causa dei molti nemici sia interni che esterni di estrema destra ed estrema sinistra. Ma prima di Huntington occorre ricordare il pensiero dell'avvocato del diavolo che è stato Lewis Powell, il quale ebbe a dire: ...all'alba degli anni Settanta, è arrivata l'ora di cambiare tutti i valori figli di due secoli di rivoluzioni di sinistra...
Il processo iniziò nell'Agosto del 1971 nella sala della Camera di Commercio degli Stati Uniti d'America, e arrivò a sentenza nel Maggio del 1975 nell'assemblea plenaria della Commissione Trilaterale in Giappone. In quattro anni di dibattimento i Padroni della nostra vita decisero che l'imputato doveva morire. L'imputato si chiamava Sinistra, cioè diritti, cioè democrazia partecipativa dei cittadini comuni, cioè pace, tolleranza, interesse collettivo, amore libero e libero pensiero, cioè un mondo migliore per ogni individuo del pianeta, cioè il mondo che avremmo voluto avere e che oggi non abbiamo.
Non vedo nulla di profetico nel libro di Huntington del 1996, visto che lo stesso autore è stato ispiratore di una profezia già scritta, pre-confezionata, anni addietro. L'attacco alle democrazie europee è stato scritto nel report di Huntington & Co. del 1975; gli attentati terroristici -con il paravento del fondamentalismo islamico- rappresentano un acceleratore verso la destabilizzazione delle democrazie, e il conseguente controllo della sovranità degli stati.
avatar
Condor

Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Mastro Titta il Lun Mar 28, 2016 4:56 pm

Condor ha scritto:
Mastro Titta ha scritto:Consiglio la lettura del libro di Samuel P. Huntington "Lo scontro delle Civiltà e il nuovo ordine mondiale" pubblicato nel 1996. L'autore, docente universitario e analista del governo Usa, espone una nota analisi geopolitica per molti versi profetica.
Huntington fa parte della schiera dei pensatori antidemocratici. E il libro da te citato, Mastrotitta, è successivo alla pubblicazione di un manifesto (del 1975: The Crisis of Democracy. Report on the Governability of Democracies – Samuel P. Huntington, Joji Watanuki, Michel Crozier) volto alla ristrutturazione/destrutturazione delle democrazie occidentali in senso elitario, oligarchico, gerarchico e antipopolare, facendo però passare questo progetto come una specie di difesa dei sistemi democratici in crisi a causa dei molti nemici sia interni che esterni di estrema destra ed estrema sinistra. Ma prima di Huntington occorre ricordare il pensiero dell'avvocato del diavolo che è stato Lewis Powell, il quale ebbe a dire: ...all'alba degli anni Settanta, è arrivata l'ora di cambiare tutti i valori figli di due secoli di rivoluzioni di sinistra...
Il processo iniziò nell'Agosto del 1971 nella sala della Camera di Commercio degli Stati Uniti d'America, e arrivò a sentenza nel Maggio del 1975 nell'assemblea plenaria della Commissione Trilaterale in Giappone. In quattro anni di dibattimento i Padroni della nostra vita decisero che l'imputato doveva morire. L'imputato si chiamava Sinistra, cioè diritti, cioè democrazia partecipativa dei cittadini comuni, cioè pace, tolleranza, interesse collettivo, amore libero e libero pensiero, cioè un mondo migliore per ogni individuo del pianeta, cioè il mondo che avremmo voluto avere e che oggi non abbiamo.
Non vedo nulla di profetico nel libro di Huntington del 1996, visto che lo stesso autore è stato ispiratore di una profezia già scritta, pre-confezionata, anni addietro. L'attacco alle democrazie europee è stato scritto nel report di Huntington & Co. del 1975; gli attentati terroristici -con il paravento del fondamentalismo islamico- rappresentano un acceleratore verso la destabilizzazione delle democrazie, e il conseguente controllo della sovranità degli stati.
Confesso che è un piacere corrispondere con un forumista così documentato. Prendo nota e imparo. Tuttavia, devo assicurarti, avendo letto il libro di Huntington nella sua intierezza, che non mi sembra vi sia indicato un progetto di ristrutturazione/destrutturazione delle democrazie occidentali. Mi è parso, più semplicemente, un dettagliato rapporto sull'evoluzione delle dinamiche conflittuali globali alla luce della caduta del muro di Berlino che indicava, tra l'altro (ma non esclusivamente) la minaccia islamica e i luoghi ove essa si sarebbe più facilmente realizzata. Non è la mia Bibbia e il suo autore non è il mio Messia: pertanto mi riservo di non condividere una parola del suo pensiero, se sopratutto è coincidente a quello da te enunciato. Tuttavia, nel 1996 e ancor meno del 1975, pochi avrebbe individuato nel radicalismo islamico una minaccia esiziale all'esistenza stessa dell'Occidente: in questo senso, purtroppo, fu un autore profetico.
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 14.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Condor il Lun Mar 28, 2016 6:51 pm

Caro Mastrotitta, sappi che il piacere di corrispondere è sempre reciproco.
Voglio fare una precisazione di carattere temporale in merito al progetto di ristrutturazione/destrutturazione delle democrazie occidentali, che non risulta evidenziato nel libro di Huntington del 1996 da te citato, in quanto di quel progetto si parla nel manifesto del 1975, sempre ad opera dello stesso autore.
In effetti hai ragione nell'asserire che pochi avrebbero individuato, in tempi non sospetti, nel radicalismo islamico una minaccia per l'Occidente, pochi perché poche - per fortuna – sono le menti contorte che assemblano gli eventi “profetici” in modo che quegli eventi accadano.
Il disegno si realizza senza ostacoli fino a quando non arriva qualcuno - estraneo al progetto – a rompere le uova nel paniere, ad esempio la Russia intervenuta contro i terroristi islamici in Siria; oppure nuove forze politiche - non colluse con il potere consolidato - elette al governo delle nazioni da destabilizzare.
avatar
Condor

Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Athos il Mar Mar 29, 2016 11:57 pm

Non sono profezie, è la storia guardata facendo un passo indietro per poterla vedere in modo più chiaro, calcolando il possibile incrociato col probabile.
Succede poi, in periodi in cui molti seguono questo accorgimento, che si producano una serie di "visioni", che prospettano ciascuna una trama futuribile diversa dall'altra, così che prima o poi la realtà finirà per coincidere con una o l'altra di esse.

La crisi delle democrazie, però, era stata già analizzata e prefigurata dalla sociologia politica nei primi decenni del '900, senza includere la categoria del Grande Complotto, o per meglio dire, riservando a qualche complotto il ruolo che la Necessità assegna ai sicari che uccidono i Re, sorgendo dall'apparente caos dei tempi.

Athos

Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 31.01.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Strage di Bruxelles

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum