La prescrizione senza pregiudizi.

Andare in basso

La prescrizione senza pregiudizi.

Messaggio Da Mastro Titta il Mer Lug 15, 2015 10:40 am

Secondo il Ministro per la Giustizia Orlando, è necessario "eliminare la prescrizione per i corrotti".
Spero che nessuno mi sospetti di simpatie per corrotti e corruttori, ma non sono d'accordo. La prescrizione non è, come molti pensano, un diritto dell'imputato (che alcuni imputati non meriterebbero perché il loro delitto è troppo odioso, anche se, a rigor di logica, non è stato ancora dimostrato che sia stato compiuto...) bensì la prescrizione è la clausola di garanzia a fronte di un "sistema giustizia" che non fa il proprio dovere (quello di pervenire ad una verità giudiziale in tempi ragionevoli.
In altre parole, nessuna persona per bene certamente desidera che i delinquenti (e, tra loro, i corrotti e i corruttori) la facciano franca ma non può neppure tollerare che una persona venga incriminato a diciannove anni e giudicato (e magari assolto) a sessantaquattro. La giustizia deve giudicare in tempi brevi.
Se esistono motivi per cui la giustizia è troppo lunga, si intervenga su questi motivi (ad esempio, non si comprende perché le udienze debbano essere solo di mattina), se i legali usano mezzi non leciti per prolungare i procedimenti, si agisca contro questi legali, sanzionando i comportamenti inutilmente proscrastinatori; insomma, molte sono le cose da fare, tranne prolungare ad libitum i procedimenti togliendo la prescrizione. Per la maggior parte dei delitti, peraltro, essa è già di oltre 10 anni. Se non bastano dieci anni per decidere se Tizio è colpevole o innocente, temo che non ne basteranno neppure cinquanta: i processi diverranno solo accuse senza verità, domande senza risposte, carta bollata destinata al macero, polemiche destinate al dimenticatoio.
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 170
Data d'iscrizione : 14.01.14

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum