Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da Erasmus il Dom Mag 10, 2015 4:08 am

Certo che il sistema elettorale inglese è un po' strano!

L'UKIP di Nigel Farage, mattatore alle ultime europee, conquista un solo seggio al Parlamento di Westminster  (Camera dei Comuni del Regno Unito, 650 deputati) anche se raccoglie 3 milioni e 800 mila voti, pari al 13% dei voti validi.

E il solo seggio conquistato  non è suo: lo stesso leader non entra in parlamento, sconfitto dal candidato Conservatore nel collegio dove si è presentato.

In seguito a questa sconfitta, Nigel Farage si dimette dalla posizione di leader dell'UKIP.

Trascrivo il relativo articolo di EUobserver.com
––> Farage resigns after UKIP result
 https://euobserver.com/news/128638


Farage resigns after Ukip result



  • Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP 28989895abe099ddbe1c7730a8deefe3-800x
  • 'You’ll see a younger, more vibrant, energetic Ukip' (Photo: europarl.europa.eu)




By BENJAMIN FOX 


LONDON, 8. MAY, 14:15


Nigel Farage resigned as Ukip leader on Friday (8 May) after failing to secure a seat in the UK election.


Farage, who led Ukip to victory in last year’s European elections, was defeated by nearly 3,000 votes by the Conservative candidate in South Thanet. He has been party leader since 2010, having previously been leader between 2006 and 2009.


Despite gathering more than 3.8 million votes across the UK, equivalent to 13 percent, the eurosceptic party won only one seat in the Westminster parliament. 
After claiming two by-election victories last autumn, party officials talked about claiming 20 seats, potentially leaving them as king-makers in the expected coalition negotiations. 


However, Douglas Carswell, who won a by-election in Clacton last year after defecting from the Conservative party, will be the only Ukip MP in the 650 member Parliament.
The election still marks a breakthrough for the anti-EU party, which claimed second place finishes in a large number of constituencies, and finished in a clear third place in the popular vote, ahead of the Liberal Democrats.


Criticising the UK’s first-past-the-post electoral system, Farage said “the time has come for genuine, radical, political reform.” 


Referring to the Scottish National Party’s (SNP) sweeping victory in Scotland, he added that ”we’ve got a party [SNP] that got 50 percent of the vote in one of the regions and got nearly 100 percent of the seats and another party [Ukip] that got more votes and only one seat.“


Deputy chairman Suzanne Evans is likely to serve as Ukip’s interim head until a leadership election is held in September. Deputy leader Paul Nuttall, an MEP since 2009, will start as favourite to succeed Farage. 


Speaking after his defeat, Farage noted he had “never felt happier”.
“On a personal level, I feel as though an enormous weight has been lifted from my shoulders,” he said.


He didn’t rule out the prospect of returning as party leader, commenting that he would “consider whether to put my name forward” following a period of recuperation, but said that “the next chapter of Ukip has begun”. 


“You’ll see a younger, more vibrant, energetic Ukip … and one that wants to see a fairer society,” he added.


Farage, who has periodically complained about the detrimental effects on his health and personal finances from being Ukip leader, had vowed, in comments to the BBC, to resign the leadership “within 10 minutes” if he failed to win a seat
–––––––
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Lun Mag 11, 2015 12:39 pm, modificato 2 volte

_________________
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da ART- il Dom Mag 10, 2015 9:25 pm

Una bella soddisfazione, non solo politica, l'uscita di scena di un uomo di un'arroganza insopportabile.
ART-
ART-

Messaggi : 532
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da Epoch il Lun Mag 11, 2015 8:31 am

Non è il solo. Praticamente tutti gli sconfitti hanno rassegnato le dimissioni.
Chissa perché mi sembra un comportamento da Marziani se confrontato con la Politica dello stivale...
Epoch
Epoch

Messaggi : 720
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da Erasmus il Lun Mag 11, 2015 3:02 pm

Epoch ha scritto:[...]Praticamente tutti gli sconfitti hanno rassegnato le dimissioni.
Chissa perché mi sembra un comportamento da Marziani se confrontato con la Politica dello stivale...
Stavo appuntp per intervenire in questo senso.
Si sono dimessi anche Nick Clegg, leader dei Liberals and Democrats (che escono dall'alleanza governativa con gli stessi Conservatori e prendono solo 8 seggi ai Comuni) e Ed Miliband, leader del Labour Party (successore di Gordon Brown a sua volta successore di Tony Blair).

Però ART non ha torto a sottolineare l'intollerabile arroganza di Nigel Farage!
Il quale, stavolta, ha fatto un capitombolo inaudito in tutta la storia dei partiti britannici! 
Ecco i suoi pronostici quattro giorni prima delle elezioni, (citando per buone le previsioni di due istituti di sondaggio).
[Fonte: The Guardian, che aveve intervistato tutti i leader].
   
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP WI2D5I3N_bigger  Nigel Farage

  Washington and Sunderland West result:
  LAB 55.0% (+2.4)  
  UKIP 19.7% (+16.3) 
  CON 18.9% (-3.0)
But of course we're a "protest vote"!



Non ho capito, però, se queste percentuali ("previsionali") riguardavano i seggi in Parlamento o i voti  degli elettori.

Ho letto su EUobserver che l'UKIP prende un solo seggio su 650 (... che vorrebbe dire 0,154%) nonostante il 13% dei voti, che sarebbero 84-85 seggi se il sistema elettorale fosse "proporzionale"). Ma finora ho cercato invano le percentuali delle scelte dei votanti ... e occorrerebbe anche confrontare il numero di aventi diritto al voto nei singoli collegi. Anche da ciò dipendono i risultati. Per esempio, alle Europee il numero di voti per seggio dei Liberals è quasi il doppio del numero di voti per seggio dell'UKIP perché i candidati Liberals hanno vinto in collegi a grande numero di elettori, mentre l'UKIP ha vinto specialmente nei collegi a piccolo numero di elettori.

Epoch: tu che nel maneggiare Internet sei senz'altro più bravo di me, cerca di scovare le percentuali dei voti!

Secondo me,  il sistema "maggioritario" inglese è peggiore di qualsiasi "porcellum" nostrano!
Anzitutto le preferenze non hanno senso perché ogni partito ha un candidato (e rare volte ne ha avuti più di uno) per collegio, cioè per seggio, e le candidature per un preciso partito non si fanno senza il benestare del leader. 
Ma poi, venendo eletto collegio per collegio il candidato con più voti  – e la maggioranza può essere relativa e oggettivamente bassa in caso di più di 2 partiti – possono succedere maggioranze [di seggi conquistati] assolute e anche "bulgare" anche con maggioranze relative piuttosto basse degli elettori. Concettualmente, se la distribuzione fosse uniforme (cioè: se non ci fossero aree a spiccata maggiore simpatia per questo o quel partito), il partito di maggioranza relativa farebbe "cappotto"!

[Ricordo il celebre caso delle prime elezioni del PE a suffragio popolare diretto (1979). In quelle elezioni, in UK si è votato ancora col sistema maggioritario, solo allargando i collegi per ridurne drasticamente il numero, (essendo i seggi da conquistare solo 84 contro i 650 del parlamento di Westminster). I Conservatori (della Thatcher), con la sola maggioranza relativa dei voti, conquistarono 70 seggi degli 84 spettanti all'UK in Parlamento Europeo].

Altra stranezza: al referendum per l'uscita della Scozia del regno Unito gli indipendentisti hanno perso di brutto. [Ma pare che fossero meno di un terzo dei voti validi ... ma ho la memoria annebbiata in proposito]. Ora, su 59 collegi in Scozia (per altrettanti seggi in parlamento), in 56 hanno vinto gli indipendentisti conquistando altrettanti seggi in parlamento.
La cosa è comprensibile se si osserva che in quasi tutti i collegi scozzesi i candidati per un solo seggio erano almeno 4 (Conservatives, Labour Party, Liberals and Democrats, Scottish National Party). Ora, con 4 o più candidati, non è improbabile che il più votato abbia anche meno del 33% dei voti.

[A proposito dei nazionalisti scozzesi: ho appena letto che, se per caso nel referendum britannico del 2017 vincesse il NO a restare in UE, il problema dell'uscita della Scozia dal Regno Unito si ripresenterebbe in barba ai risultati del referendum apposito, perché la stragrande maggioranza degli scozzesi (anche tra Conservatori e Labouristi "leali" ala continuità del Regno Unito) è favorevole a restare in UE (e, d'altra parte, anche se gli indipendentisti hanno perso il referendum, il governo dell'UK si è impegnato a mantenere e anzi aumentare l'autonomia decisionale della Scozia)].

Ultima: I Conservatives di Cameron, che non avranno più bisogno di allearsi con i Liberals avendo conquistato la maggioranza assoluta dei seggi (330 su 650, quattro seggi in più del minimo necessario), avranno l'appoggio incondizionato dei 4 parlamentari irlandesi eletti in un Partito Cattolico dell'Irlanda del Nord!
Insomma: una percentuale di elettori assolutamente irrisoria (perché in Irlanda del Nord i collegi sono piccoli piccoli ... e l'intera popolazione è  meno de 3% della totale popolazione britannica  – 1,81 milioni su 64,1 milioni) si becca 4  parlamentari con una maggioranza magari risicata tra oltre 5 canditati per collegio (perché ci sono più partiti locali, marcatamente irlandesi, oltre ai 4 partiti della Gran Bretagna Tories, Lab, Lib & demUKIP. Da notare che oltre a questi 4 in Irlanda del Nord è stato eletto qualche altro deputato per Westminster (uno di sicuro, ma forse anche due, non ricordo più). E i Liberals, con percentuali che ora non conosco ma penso che superino il 22%, prendono solo 8 seggi (e l'UKIP uno solo col 13% dei voti).

E sarebbe questa la "democrazia rappresentativa"?
–––––––––
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP 3972599242

_________________
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da Erasmus il Mar Mag 12, 2015 4:38 am

Erasmus ha scritto:
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP WI2D5I3N_bigger  Nigel Farage

  Washington and Sunderland West result:
  LAB 55.0% (+2.4)  
  UKIP 19.7% (+16.3) 
  CON 18.9% (-3.0)
But of course we're a "protest vote"!


Oh bella!       
Se si clicca sulla piccola foto di Nigel Farage (che sta anche qua nella citazione) si casca in Twitter nella pagina di Nigel Farage dove prima delle elezioni ci stava la previsione dei risultati elettorali in UK (previsione assolutamente sballata!) ma adesso ci sta questo: 
   
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP WI2D5I3N_bigger  Nigel Farage
UKIP's National Executive has rejected my resignation as leader. 
Please see my Facebook page for the full statement: 

https://www.facebook.com/nigelfarageofficial...
----------------------------------------------------------------


Pertanto, caro ART e cari tutti, prendiamone atto: Farage è sempre là, al suo posto, al vertice dell'eurofobia!
---------
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP 3972599242

_________________
Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da Epoch il Mar Mag 12, 2015 7:39 am

Erasmus ha scritto:
Epoch: tu che nel maneggiare Internet sei senz'altro più bravo di me, cerca di scovare le percentuali dei voti!

E' uscita una bella pagina di wikipedia che riassume un po' tutto.
Comprese le percentuali sia di voto che di seggi.

http://en.wikipedia.org/wiki/United_Kingdom_general_election,_2015

In effetti anche se si sommano i voti dei Labour con i voti del Scottish National Party, non si arriva al totale voti dei Conservative...

Però se si guarda il totale voti suona strano, ameno per come siamo abituati noi, che un partito come Scottish National Party che cifre alla mano ha preso il 4.7% dei voti, si sia accapparrato 56 seggi, mentre il partito UK Indipendent che ha preso quasi 3 volte i voti solo un seggio...


A quanto pare non suona strano solo a noi...

cito dalla pagina riportata sopra di wiki...

Wiki ha scritto:
Electoral reform

The disparity between the numbers of votes and the number of seats obtained by the smaller parties gave rise to increased calls for replacement of the 'first-past-the-post' voting system with a more proportional system. For example, UKIP had 3.9 million votes per seat, whereas SNP had just 26,000 votes per seat, about 150 times greater representation for each vote cast. It is worth noting however that UKIP stood in 10 times more seats than the SNP. Noting that UKIP's 13% share of the overall votes cast had resulted in the election of just one MP, Nigel Farage argued that the UK's voting system needed reforming, saying, "Personally, I think the first-past-the-post system is bankrupt".[140] Re-elected Green Party MP Caroline Lucas agreed, saying her party had "made history" and had had the "most successful election campaign ever, with almost a million people voting Green". She added: "The political system in this country is broken […] It's ever clearer tonight that the time for electoral reform is long overdue, and it's only proportional representation that will deliver a Parliament that is truly legitimate and better reflects the people it is meant to represent."[141]



Però....
Anche da loro non shcerzano quando c'è da protestare: http://www.ibtimes.co.uk/anti-austerity-protests-hit-downing-street-after-uk-general-election-photo-gallery-1500597
Epoch
Epoch

Messaggi : 720
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da Epoch il Mar Mag 12, 2015 8:01 am

Erasmus ha scritto:
Pertanto, caro ART e cari tutti, prendiamone atto: Farage è sempre là, al suo posto, al vertice dell'eurofobia!

Per dirla all'Italiana: "Io volevo andarmene, sono loro che mi hanno detto di restare!"
Epoch
Epoch

Messaggi : 720
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da ART- il Mer Mag 13, 2015 10:20 pm

Che resti pure a prendersi altri pali in culo, glielo auguro con tutto il cuore.
ART-
ART-

Messaggi : 532
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP Empty Re: Dimissioni di Nigel Farage da leader dell'UKIP

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum