La mia VW Passat

Andare in basso

La mia VW Passat

Messaggio Da Verci il Mer Feb 04, 2015 6:05 am

L'avevo acquistata nel 1998, berlina e nera come piaceva a me. Una macchina diesel che doveva durare una vita e che, lo si può dire, ho sfruttato fino in fondo. Mi dicono che di macchine così durature oggi non se ne producono più e che le schede elettroniche di cui sono infarcite le macchine moderne rappresentano il loro vulnus. In caso di guasto di una di esse, possono essere necessari anche un paio di migliaia di € ed oltre per la sostituzione. L'ho dismessa nell'Agosto dello scorso anno, dopo averla - più per affetto che altro - portata fino a 570.000 km, raccogliendo tanti malanni che non rendevano possibile, se non con spese folli, riportarla a nuovo. La guarnizione della testata perdeva olio, il riscaldamento non funzionava, mentre il condizionamento era efficacissimo, soprattutto d'inverno. Sospensioni a zero, perdite minime di olio e gasolio, perdite abbondanti dal radiatore e tanti altri piccoli guai. Ho preferito evitare ulteriori disagi e rischi. Il figlio più piccolo mi ha venduto la sua Golf TDI del 2000, in attesa di vedere cosa acquistare. Un diesel, comunque, a 260.000 km, in ottimo stato e ancora capace di fare i 190 in autostrada. Ho ancora 250.000 km di possibile utilizzo , se - come penso - la vecchia qualità dell'industria di un tempo emergerà anche in questa vettura. Sono convinto che le macchine vadano cambiate quando veramente è necessario. Disdegno le mode e la ricerca dell'ultimo modello di grido e penso sia giusto dare al denaro il valore che merita, anche quando speso per acquistare una macchina che serva in primis alle esigenze di lavoro e della famiglia.
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia VW Passat

Messaggio Da freg53 il Mer Feb 04, 2015 9:06 am

Verci ha scritto:L'avevo acquistata nel 1998, berlina e nera come piaceva a me. Una macchina diesel che doveva durare una vita e che, lo si può dire, ho sfruttato fino in fondo. Mi dicono che di macchine così durature oggi non se ne producono più e che le schede elettroniche di cui sono infarcite le macchine moderne rappresentano il loro vulnus. In caso di guasto di una di esse, possono essere necessari anche un paio di migliaia di € ed oltre per la sostituzione. L'ho dismessa nell'Agosto dello scorso anno, dopo averla - più per affetto che altro - portata fino a 570.000 km, raccogliendo tanti malanni che non rendevano possibile, se non con spese folli, riportarla a nuovo. La guarnizione della testata perdeva olio, il riscaldamento non funzionava, mentre il condizionamento era efficacissimo, soprattutto d'inverno. Sospensioni a zero, perdite minime di olio e gasolio, perdite abbondanti dal radiatore e tanti altri piccoli guai. Ho preferito evitare ulteriori disagi e rischi. Il figlio più piccolo mi ha venduto la sua Golf TDI del 2000, in attesa di vedere cosa acquistare. Un diesel, comunque, a 260.000 km, in ottimo stato e ancora capace di fare i 190 in autostrada. Ho ancora 250.000 km di possibile utilizzo , se - come penso - la vecchia qualità dell'industria di un tempo emergerà anche in questa vettura. Sono convinto che le macchine vadano cambiate quando veramente è necessario. Disdegno le mode e la ricerca dell'ultimo modello di grido e penso sia giusto dare al denaro il valore che merita, anche quando speso per acquistare una macchina che serva in primis alle esigenze di lavoro e della famiglia.
e poi ci lamentiamo perchè la nostra industria automobilistica perde colpi, nessuno compra macchine italiane, io  sono passato dalla BMW alla Honda, fortunatamente ci pensano le nuove generazioni, mia figlia piccola, ha comprato recentemente, ottobre, la cinquecento, super accessoriata, una bella macchinetta ha gli interni principe di Galles , quel tessuto che andava tanto di moda 40 anni fa.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia VW Passat

Messaggio Da Epoch il Mer Feb 04, 2015 11:34 am

Per fortuna ognuno è libero di fare e di acquistare.
Spero il più tardi possibile dovrò cambiare la mia attuale auto. Non mi viene per nulla in mente attualmente di prendere FCA.
Attualmente pendo per Toyota.
Di "Nazionale" FCA (alias FIAT) non ha più nulla, quindi posso scegliere il resto che voglio.
avatar
Epoch

Messaggi : 687
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia VW Passat

Messaggio Da freg53 il Mer Feb 04, 2015 12:52 pm

Epoch ha scritto:Per fortuna ognuno è libero di fare e di acquistare.
Spero il più tardi possibile dovrò cambiare la mia attuale auto. Non mi viene per nulla in mente attualmente di prendere FCA.
Attualmente pendo per Toyota.
Di "Nazionale" FCA (alias FIAT) non ha più nulla, quindi posso scegliere il resto che voglio.
Ti assicuro che i prodotti fca non hanno niente da invidiare a quelli giapponesi, ho visto che è uscito un fuoristrada bellissimo, ci avevo fatto un pensierino, subito archiviato, per fare cosa , per andare dove,ormai non comprerò più niente in vita mia.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia VW Passat

Messaggio Da Verci il Gio Feb 05, 2015 6:45 am

freg53 ha scritto:e poi ci lamentiamo perchè la nostra industria automobilistica perde colpi, nessuno compra macchine italiane, io  sono passato dalla BMW alla Honda, fortunatamente ci pensano le nuove generazioni, mia figlia piccola, ha comprato recentemente, ottobre, la cinquecento, super accessoriata, una bella macchinetta ha gli interni principe di Galles , quel tessuto che andava tanto di moda 40 anni fa.
Mah, il gap tecnologico con l'industria tedesca prima ed estremorientale poi, è stato colmato da pochi anni. La Fiat ha avuto il merito di inventare il common rail, dando un impulso eccezionale alle caratteristiche tecnologiche del diesel, ma ha sempre lasciato a desiderare in termini di eleganza, di stile, di accessori e di interesse per il mercato delle berline, come pure per le macchine di livello superiore, dove forse solo la Lancia ha saputo creare qualcosa. I fuori strada sono marcati Chrisler e non è facile diventare competitori interni con la Jeep, Marchionne ha promesso qualche migliaio di nuovi posti di lavoro: speriamo bene. L'epoca degli aiuti di Stato, per cui la collettività si faceva carico delle perdite Fiat, è cessata. Ora si pagano le tasse in Gran Bretagna: meno oneroso, ma anche un segno che la globalità dei mercati e delle tassazioni consente all'industria di giostrare su risparmi di centinaia di milioni di €. Con tanti saluti alla crisi della nostra economia.
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia VW Passat

Messaggio Da tessa il Lun Feb 09, 2015 1:23 am

Caro Admin Verci,
ci scrivi qualcosa di piu' allegro? O la VW Passat ( e passi...), o le spose  bambine di 9 anni, e poverine, e mamma mia, qualcosa che ci tiri un po' su non ce lo scrivi? Senza parlare di conti, di soldi, stipendi, pensioni, detrazioni, tasse senno' qua pare la succursale della Ragioneria di Stato di via XX Settembre a Roma.
 Parliamo del futuro, di  progetti, speranze, aspirazioni, desideri, senza conti per carita', è pure Carnevale, e dai!
Buonanotte
avatar
tessa

Messaggi : 901
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia VW Passat

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum