Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Mer Feb 04, 2015 5:57 am

Condor ha scritto:Carissimo Erasmus,  [...]
Caro Condor, cerchiamo di venire al sodo, evitiamo possibilmente sia di equivocare che di essere magari paradossali e tuttavia vaghi sul clou delle nostre rispettive asserzioni.
a) La faccenda di far pranzare i bambini con un quaderno (o, peggio, con un libro di un certo peso) sotto ciascun gomito ..."è vecchia come il cucco"! [Mi pare che ci stia pure in un film della principessa Sissi e dell'imperatore Francesco Giuseppe, forse lo stesso "La principessa Sissi"].Insomma: con questo "apologo" non mi dici nulla di nuovo.
b) Circa il citato passo del Manifesto di Ventotene, proprio le marcature che ora riprendi tu sono le stesse usate mille volte da me (lasciando da parte, ART – questa volta –). Ma lo sai quante volte ho spiegato (probabilmente invano) chi e perché è oggettivamente "nazionalista"?
c) Non sono qua a difendere a tutti i costi l'austerity! Guarda che la "troika" (= "TERNA":  Commissione, BCE e FMI) non è mica nata quest'anno. E' stata inventata nella primavera del 2010. Il presidente della Commissione era Barroso (del quale, ai tempi della sua prima elezione [2004],  ho detto peste e corna ... e a ragione!). Il presidente della BCE era Trichet (che forse non si rese conto – come del resto non si resero conto i governi degli stati-membri dell'UE – di quel che stava succedendo e poi è successo nel giro dei successivi due anni)
E guarda che gli errori della austerity imposti con la troika sono già stati riconosciuti da due terzi della stessa troika!
Da parte della BCE con l'avvio della operazione Quantitative Easing. [Draghi non poteva operare in questo senso prima di quando ha effettivamente operato. Doveva aspettare che la situazione ... "maturasse", per non essere sbranato dai "falchi"]. Da parte della Commissione con la nuova gestione Juncker.
Senti un po' cosa disse [tra l'altro] Juncker il 15 luglio in Parlamento Europeo:
«Ritengo si debba, a medio termine, riequilibrare le modalità con cui i paesi della zona euro in difficoltà ottengono un sostegno condizionato ai fini della stabilità.
In futuro dovremmo poter sostituire la troika  con una struttura che abbia maggiore legittimità democratica e debba  rispondere maggiormente del suo operato, imperniata sulle istituzioni  europee e soggetta a un maggior controllo parlamentare a livello sia  europeo sia nazionale.
Propongo inoltre che, in futuro, qualsiasi  programma di sostegno e di riforma implichi non soltanto una  valutazione della sostenibilità di bilancio, ma anche una valutazione 
dell'impatto sociale.
Bisogna discutere pubblicamente gli effetti  sociali delle riforme strutturali e bisogna dare priorità alla lotta  contro la povertà.
Credo fermamente nell'economia sociale di mercato e  il fatto che, in una crisi, armatori e speculatori si arricchiscano  ancor più mentre i pensionati non riescono più ad assicurare il proprio  sostentamento è incompatibile con questo tipo di economia»
.
d) La Commissione ha sì il "potere di iniziativa". Ma quello che la Commissione si propone di fare deve essere approvato dal Consiglio (e spesso le decisioni non vengono neanche dai ministri ma vengono direttamente dal Consiglio Europeo) prima di diventare operativo. Dunque, invece di prendersela con la Commissione, sarebbe più giusto (... e in linea con quella citazione del Manifesto di Ventotene) prendersela con i governi degli stati-membri!
Vedi allora che ancora una volta c'entra quel famigerato "principio nazionale" che Spinelli appunto ha combattuto come principale nemico della solidarietà internazionale europea.
e) Lasciamo perdere Obama! Il quale –tu stesso lo dici implicitamente cercando i "perché"– è un  altro "Cicero pro domo sua". [Per esempio: come mai ha aspettato tanto ad esprimere questo suo "nobile" parere?].
Guarda un po': ho più stima di Juncker che di Obama!

Detto questo, ribadisco: molto meglio la BCE ("sovrana" in campo monetario per tutta l'Eurozona) che le singole banche centrali (che senza BCE sarebbero "sovrane" in campo monetario nei rispettivi stati).
Insomma: non solo non mi hai convinto, ma mi pare che non hai portato nulla a sostegno delle tue precedenti detrazioni di BCE e Commissione-Juncker.

[Di Draghi so molto poco. Ho però appena spulciato in rete alcune informazioni a riguardo . Devo dire che ... ne è venuto fuori migliore di come me lo raffiguravo!]

Condor ha scritto:In quanto a Spinelli massone, non drammatizzerei tanto la faccenda. La fonte da cui traggo notizia non è wikipediaNon c'entra il Royal Institute of International Affaires, come non c'entra il Bilderberg. Spinelli faceva parte della Thomas Paine, cui appartenevano anche Eleanor e Franklin Delano Roosevelt; il Mahatma Gandhi; Nelson Mandela; John Maynard Keynes ed altre personalità di spiccato rilievo.
E daje!

a) Ti ho chiesto la "fonte" e tu mi dici solo che "non è Wikipedia". Non crederai mica di cavartela così, spero! Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764
Neanche la "fonte" citata da me – fonte di acqua piuttosto sporca, fonte che si auto–squalifica! –  è Wikipedia. 
E guarda che il link alla fonte io l'ho messo! E allora perché mi dici che la tua fonte "non è Wikipedia"? Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3288108709
b) Ti ho chiesto a che età (o, equivalentemente, in quale anno) Spinelli si sarebbe iscritto (o sarebbe "a posteriori" risultato iscritto) alla massoneria. Ma tu non mi hai risposto.

Non siamo qua a dire se è preoccupante o no che Spinelli sia stato iscritto a qualche loggia massonica.
Questa è una questione FUORI TEMA (e, se la mettessimo in tema, la valutazione morale e/o culturale della questione sarebbe troppo dipendente dalle posizioni soggettive).

Tutto è possibile "a priori" [anche se con diverse probabilità].
 Ma "a posteriori" no!
 I fatti storici o sono avvenuti o non sono avvenuti.
Siccome mi considero un discreto conoscitore della biografia di Spinelli (e siccome sono federalista europeo da ben 50 anni!), sarebbe per me molto strano il non essermi iimbattuto in questa "notizia" prima che me la dessi tu!

Fatto sta che, per ora, non mi dai nemmeno un pizzico di "credibilità".
Resto dunque ancora in attesa di una qualche consistente argomentazione.

–––––––––––
L'appartenenza o meno di Draghi alla massoneria NON E' IN TEMA!

Di Draghi so molto poco. Ho però appena spulciato in rete alcune informazioni a riguardo. Devo dire che ... ne è venuto fuori migliore di come me lo raffiguravo! Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764

Ciao ciao.
[Aspetto però una tua replica].

P.S.
Posso permettermi un consiglio? «Non fidarsi troppo né di quanto si trova in rete né del proprio "intuito"».

I complotti ci sono, eccome! Ma proprio perché "complotti" è ben difficile stanarli. 
Il  "complottismo" è altra cosa, ... è un genere letterario giornalistico che spesso "paga bene".


Ultima modifica di Erasmus il Sab Feb 21, 2015 4:17 pm, modificato 1 volta

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Condor il Gio Feb 05, 2015 12:28 am

Erasmus ha scritto:Caro Condor, ...

Carissimo Erasmus,
sicuramente non sarà questo mio intervento che muterà le nostre vedute su quali potrebbero essere le migliori azioni stimolanti, affinché si possa vedere a breve quell'accelerazione politica e Democratica per il progetto di Unione Federale dell'Europa.
E sono certo, non secondo “intuito” a cui giustamente suggerisci di non fare riferimento, ma per constatazione e analisi dei fatti, che per la turbolenza occore una “contro-turbolenza” ancora più dirompente della causa che l'ha generata; e le contro-turbolenze europee per me si chiamano: Syriza (in Grecia) e Podemos (in Spagna). Due movimenti politici che con la loro reazione hanno dimostrato di avere molto più a cuore le sorti dell'Europa di chi emana editti: lacrime e sangue, dai Walhalla del terrore psicologico (Bruxelles, Francoforte, Berlino), prima ancora che economico, per le popolazioni europee. Con i due dirompenti movimenti progressisti affacciatisi sulla scena europea, vedo finalmente un'Europa non più pachidermica e appiattita esclusivamente sulle politiche puramente economiche a sostegno dell'oligarchia aristocratica dei banchieri.

Juncker ha parlato chiaro, almeno per quanto tu riporti in colore nel tuo intervento. Ha capito che la governance europea nel modo poco democratico di come si è proposta agli stati membri, ha minato con determinazione il percorso dell'Unione.  
E' ora di cambiare pagina!  

Malgrado sia tardi se si pensa alle centinaia di vittime che le politiche di austerità hanno mietuto. Ma la deflazione viene prima di tutto, ed è questa che va curata con il Qe, non l'avanzato disagio sociale dei paesi -geograficamente parlando- agli estremi confini dell'Europa.  
La mia deduzione non è frutto d'intuizione, amico Erasmus, ma di ponderata analisi dei fatti “a posteriori”, ovvero a storia scritta e in corso di scrittura.

In quanto al tuo consiglio del post scriptum, carissimo Erasmus, noto che proprio tu mi sei finito nella rete per attingere, e fidarti, delle informazioni su Draghi Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764

Sulla questione FUORI TEMA (di Spinelli), sarà forse l'avanzare della senilità che mi ottunde la memoria ed è per tale motivo che non riesco a soddisfare appieno la tua pregiata richiesta di delucidazioni.
Però penso che in buona parte, molte delle informazioni al riguardo del FUORI TEMA, potrebbero essere contenute nel libro da me proposto come lettura, nella sezione di questo forum: Poesie, racconti e immaginifico letterario. Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764

Un carissimo saluto, Amico Erasmus.
Condor
Condor

Messaggi : 376
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da freg53 il Gio Feb 05, 2015 10:06 am

questo giovane leader mi pare che sia  un po confuso, un giorno dice  che vuole onorare gli impegni che il suo paese ha assunto. l'altro   no, viene a Roma e parla un linguaggio, ritorna ad ATENE  e ne parla un'altro.se vuol  portare il paese al disastro si accomodi, la borsa di Atene stamane fa  meno 9 , poi pagherà stipendi e pensioni con carta straccia.mi sa che durerà poco, non abbiamo bisogno di Masanielli in Europa ma di persone responsabili.
freg53
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Gio Feb 05, 2015 1:50 pm

freg53 ha scritto:questo giovane [...] mi sa che durerà poco [...]
Gli auguro di durare l'intera legislatura. Ma sarà improbabile. 
Il rischio maggiore per Tsipras è il possibile voltafaccia di qualcuna delle correnti che compongono Syriza (diventata partito unico solo per non perdere i 50 deputati in più che si becca il partito più votato, ma rimasta nella sostanza quel coacervo di forze politiche disomogenee che  erano i partiti di quella che era una coalizione. Tsipras è fondamentalmente un sincero europeista, a differenza di altri capoccia della ex-coalizione che era all'origine Syriza. E speriamo che non si ritrovi con qualcuno facilmente "comperabile"  come è successo a Prodi [nel 2008] con Mastella e Dini.
--------
Strano anche il comportamento di Varoufakis che per dir male di tutti i leader dell'Eurozona, a partire dalla Merkel e da Schäuble, va a sfogarsi da Cameron, cioè dal principale avversario dell'Eurozona!

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3972599242

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da freg53 il Gio Feb 05, 2015 2:17 pm

Appunto forze  diverse che finiscono in un solo partito, forse peggio del pd,ma non può passare il concetto che si fanno i debiti e poi non si onorano.in Grecia addirittura veniva garantita la pensione di reversibilità a tutte le figlie nubili dei dipendenti pubblici, ma erano nubili solo per la legge.
freg53
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Gio Feb 05, 2015 6:37 pm

Condor ha scritto:[...]
@ Condor.
O.T.
Sono decisamente "sfigato"! Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764
Ti avevo risposto dettagliatamente ... ma ecco che 'sto maledetto Mac Book Pro si impianta! Non si muove più il cursore: non con il mouse né con le dita sulla "tavoletta".
E  non sai nemmeno come farlo smettere perché, essendo a batteria, non puoi forzare l'uscita togliendo la tensione.
Bisogna mantenere premuto il tasto di accensione ficnché (dopo parecchi secondi) lui decide finalmente di "riavviarsi".
ma intanto ... te salüdi a tutto quello che avevi già scritto!

Riassumo.
a) Dicevo che vuoi per forza essere diverso anche da chi sta dalla tua parte, dato che fondamentalmente siamo entrambi "spinelliani", ravvisando entrambi sia l'essere "progressisti" nel promuovere il processo verso una autentica federazione europea (e l'essere "reazionari" nel mantenere le "sovranità" a livello nazionale), sia l'opportunità di qualcosa che tu dicevi "dirompente" ed io "di effettivo rischio di collasso" [perché – motivavo come altre volte – se non ci sono veri rischi non si creano le condizioni sufficienti ad un effettivo "salto di qualità"].
b) Rilevavo però le differenze, confermando la tua "vulnerabilità" da parte delle toerie comploittistiche; e a proposito dicevo che la vera democrazia è ovviamente in continuo pericolo, in un equilibrio dinamico ... come un secchio bucato che è però anche continuamente alimentato. Aggiungevo che non c'è bisogno di sospettare complotti di adepti a riti di iniziazione a speciali "caste" che agiscono dietro le quinte!. Da che mondo è mondo ci sono "altolocati" che cercano di conseguire (e quando ce l'hanno di conservare) il potere effettivo (incominciando da quello economico che è la naturale porta di quello politico). Concludevo che, secondo me, senza bisogno di "poteri forti" (ovviamente "occulti"  ... ma allora anche non ben definiti!), vale ancora l'apologo di Menenio Agrippa: non tanto nella tesi (la addirittura convenienza per la comunità che ci siano i "più uguali"), quanto nelle premesse: Lo stomaco (cioè i patrizi, i ricchi, gli "altolocati") divora, il resto del corpo (cioè la "plebe", la maggioranza del popolo comune) no! [Ma sono proprio "le membra" che procurano e offrono allo stomaco il cibo che lui divora!]
c) Venendo a Draghi, dicevo che, per essere io di origini molto "plebee", istintivamente colloco gli "atolocati" nella parte "avversa" (e reazionaria); che non conosco abbastanza il personaggio per giudicarne l'etica e le eventuali ragioni ultime del suo operato. Però certo operato è anche "oggettivamente" inquadrabile, essendo pubblico e trasparente; e soprattutto confrontabile con quello di altri (contemporanei o predecessori). E confermavo che, considerando (suffragato da maggiori informazioni) globalmente il personaggio, mi resta un quadro complessivo migliore di quello che per istinto avevo "a priori".
d) Circa il «FUORI TEMA», ricordavo che erano due gli argomenti. Uno era quello dell'essere o no "preoccupante" che Spinelli sia stato membro di qualche loggia massonica, l'altro era l'eventuale appartenenza di Draghi alla massoneria. Il secondo argomento con Spinelli non c'entra niente. Il primo è fuori tema perché il disaccordo tra te da una parte e ART e me dall'altra riguarda il fatto che Spinelli sia stato o no iscritto ad una loggia massonica. Per  me e per ART la cosa è inconcepibile perché da un lato abbiamo la presunzione di conoscere bene la biografia di Spinelli e dall'altro di aver compreso appieno l'anima del suo quarantennale "apostolato" di "evangelizzazione" della politica europea. (* V. Nota più sotto).
Spinelli è morto il 23 maggio 1986. La mia formazione sulla biografia e sull'euro-federalismo di Spinelli era praticamente conclusa prima dell'avvento di Internet. Ripeto: 1) Sarebbe molto strano che né io né ART né altri (federalisti miei compagni di lotta, che vissero gomito a gomito con Spinelli negli ultimi suoi anni di vita) venissimo mai a sapere di questa sua appartenenza alla massoneria; 2) l'appartenenza a "società segrete" non si inquadra affatto con l'anima dell'azione euro-federalista spinelliana (mentre nel periodo giovanile di "leninismo professionale" è sì "segreto" il clan di appartenenza di Spinelli (ed "occulta" la sua azione): ma fa a pugni con la massoneria!); 3) Guarda caso, le "notizie" – si fa per dire! – a proposito della prima "fonte" in cui mi imbatto adesso cercando in rete ... sono pacchianamente "acqua sporca" e, guarda ancora caso, in un sito dal titolo eloquente: WWW.DISINFORMAZIONE.IT (Oltre la Verità Ufficiale).

[(* Nota ... per inciso). Non sorprenderti del fatto che io usi espressamente quelle due parole ("apostolato" ed "evangelizzazione", proprie dell'ambito religioso) parlando di Spinelli. E' Spinelli stesso (ateo da sempre, ma buon conoscitore del Nuovo Testamento studiato a fondo da carcerato nell'originale testo greco) che si paragona agli apostoli dopo la [loro] pentecoste! Nel lasciare Ventotene a seguito della caduta del Duce [25 luglio 1943] e dirigersi  clandestinamente al convegno di Milano [27-28 Agosto 1943], Spinelli – a differenza della stragrande maggioranza dei "confinati", ciascuno dei quali "rientrava tra i suoi", altra immagine proveniente dal Vangelo [di Giovanni] – sente di essere come gli apostoli dopo l'ascensione: DEVE andare ad "annunciare" qualcosa di importante e assolutamente nuovo (quindi  ..."Eu-anghelion"!) a gente sconosciuta e probabilmente ostile!  E infine: prima della sua definitiva dipartita dal PE (sapendo di avere ancora solo qualche mese di vita e non avendolo ancora detto a nessuno!) fa sue le parole di San Paolo (recitandole a memoria nell'originale greco): «τον καλον αγωνα ηγωνισμαι τον δρομον τετελεκα την πιστιν τετηρηκα». 
(Traslitterato: «ton kalòn agòna egònismai, ton dròmon tetéleka, ten pìstin tetèreka»; nella "Vulgata": «bonum certamen certavi, cursum consummavi, fidem servavi»; ossia: «ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la corsa, ho mantenuto la fede».)

-----------
Ciao  ciao


Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Sab Feb 21, 2015 4:07 pm, modificato 2 volte

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da tessa il Gio Feb 05, 2015 8:01 pm

Erasmus, la massoneria è molto diffusa piu' di quanto tu possa immaginare e sicuramente avrai qui nel forum massoni, Stelle d'Oriente, figli di massoni e tutti tacciono. Le persone piu' disparate hanno poi piu' di un'infarinatura sulla Kabbalah.
Spesso un ateo colto, raffinato cerca di entrare in massoneria. Io non ho mai cercato di entrarci perche' sono cattolica, ho poche certezze,- quelle giuste,- e l'esoterismo non mi interessa. Mi ci vedi col cappuccio in testa, il grembiulino e i guanti bianchi?
Penso però che il grande Condor abbia ragione sull'appartenenza di Spinelli alla massoneria.
Ci hai tradotto anche la frase celebre di S.Paolo :Ho combattuto la buona battagli, ho terminato la corsa, ho mantenuto la fede. Ma quella si traduceva facilmente, è il greco della Koinè, in ogni modo ti ringraziamo.
Ciao
tessa
tessa

Messaggi : 1141
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Sab Feb 07, 2015 3:28 am

tessa ha scritto: Mi ci vedi col cappuccio in testa, il grembiulino e i guanti bianchi?
Appunto: se conosci a fondo un personaggio sai anche (non con certezza ma con grandissima probabilità di azzeccarci) se potrebbe o no essere un "massone", che si piega alla iniziazione, che accetta la specifica ritualità  ecc.

tessa ha scritto:Penso però che il grande Condor abbia ragione sull'appartenenza di Spinelli alla massoneria.
In Unione Europea c'è libertà di espressione.
Figuriamoci se non ci deve essere libertà di pensiero! 
[Della libertà di espressione sancita dalla "Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea" approfitto per "esprimere" che certe vignette di Charlie Hebdo sono abominevoli, offensive, gravemente offensive anche di chi non offende – e sto pensando a quella sulla Trinità, quella che raffigura le tre Persone dell'unico Dio (dei cristiani)  che nella vignetta sono tenute unite da coito anale – probabilmente parto di mente malata, e se no di mente maligna ed idiota ad un tempo].

Libera dunque (tu, tessa) di pensare che il "grande Condor abbia ragione sull'appartenenza di Spinelli alla massoneria".

Libero anch'io di pensare .... «a me me pare 'na strunzata!»


Dalla mia ho la presunzione di una maggiore conoscenza del personaggio Altiero Spinelli [e della sua idea di "Europa Unita"]
---------------------
Ieri ho passato ore e ore a visionare e controllare dove si dice della appartenenza di Spinelli alla massoneria.
Risultato: l'affermazione si trova in un sacco di siti-web, ma in nessuno c'è la ben minima prova di questa appartenenza.
[Provare per credere.
 –––> |"Altiero Spinelli", massone, massoneria| (Ricerca con Google)
 E notare che questa assenza totale di vera documentazione riguarda sia chi, spacciando Spinelli per massone, di Spinelli (e della UE, benché sia tutt'altro da quella sognata da Spinelli) dice peste e corna sia di chi invece ne intesse gli elogi.]
Per esempio:
–––>In difesa di Barbara Spinelli
«GOD in difesa di Barbara Spinelli, sincera europeista come suo padre, il fratello massone progressista Altiero Spinelli, e adversus l’antieuropeismo de facto di individui subdoli e pericolosi per la democrazia, la libertà e il benessere del popolo italiano ed europeo [...]»
o (altro esempio)  questo sito evidentemente leghista:
–––> Altiero Spinelli, da Ventotene al Bilderberg
 Qui l'affermazione che Spinelli era un massone è data per scontata citando un passo  di "Ida Magli" (nomen omen, e di lei non dico altro!) nel quale la voce massone/massoneria non esiste nemmeno!
«Ma anche ad Altiero Spinelli è stato indispensabile il sostegno delle potenti società segrete e della grande finanza nelle vesti di Gianni Agnelli. Spinelli era infatti membro del Bilderberg e fondatore insieme ad Agnelli dell'Istituto per gli Affari Internazionali italiani. Non sappiamo se fosse la sua condivisione degli interessi degli Agnelli alla mondializzazione del mercato, o il suo odio per la Nazione Italia a spingerlo su posizioni europeiste assolute" (Ida Magli p.147 "La dittatura europea"- BUR)»

Sempre in merito alla "serietà" di tale sito leghista, ecco una ... chicca (poche righe prima della citazione del passo di Ida Magli):
«Il  suo movimento MEF (Movimento Europeo Federalista)  è stato sostenuto dai comunisti a causa della sua lunga prigionia e opposizione al fascismo. Del resto Spinelli aderì in gioventù al Partito Comunista per poi distaccarsene nel 1937, ed in seguito, riprenderne i contatti nel 1976 allorché venne eletto "indipendente" nelle liste del  PCI per il Parlamento Europeo»
Rilevo su questo testo 
• Il nome del "movimento" fondato da Spinelli è "Movimento Federalista Europeo", MFE ( e non MEF); e non è mai cambiato in 70 anni di storia successiva.
• Che il MFE sia stato sostenuto dai comunisti ... è buona davvero (come balla, s'intende!). Basti ricordare che Comunisti  e Gollisti silurarono assieme la CED. [Avrei molto altro da dire su questo (rapporto tra Spinelli e PCI di Togliatti) ... ma sarebbe una cosa lunga].
 D'altra parte, in altro sito di sinistra radicale un po' strana ed inconsueta (almeno per me) ho trovato l'articolo [sempre cercando Spinelli massone] dal titolo "Da Hitler a Hitler" in cui si sostiene tutto il contrario: l'europeismo (da De Gasperi a Spaak e Adenauer, da Monnet a Spinelli, ecc) è  frutto soltanto di manovre yankee e capitaliste che col pretesto di dover contenere l'espansionismo sovietico, sono finalizzate a spogliare gli europei di dignità e libertà per meglio sfruttare interi popoli; e per giunta, i loro programmi e i loro metodi combaciano con quelli del nazismo!

Storico invece è il fatto che Spinelli è stato "espulso" dal PCI per essersi permesso di criticare Stalin; e però  Spinelli , pur restando fino al 37 con i "compagni" (Scocimarro, Terracini, ecc.) già da anni – come racconta lui stesso nelled sue memorie – si sentiva intellettualmente "naufrago" essendo maturata in lui (con anni e anni di intenso studio critico) una specie di apostasia dal marxismo-leninismo.
• Nel '76 Spinelli non viene «eletto "indipendente" nelle liste del PCI per il Parlamento Europeo»!  Viene eletto, invece, (come "indipendente di sinistra" nelle liste del PCI) al Parlamento Italiano. E in parlamento, non entra nel gruppo  dei comunisti, ma si mette in un "gruppo misto".
---------------

Della "serietà" del sito che ho  già menzionato in risposta a Condor ho già detto. [Ed anche qui ... affermazioni gratuite, documentazione NESSUNA!].

Cara tessa: non credere nemmeno tu di cavartela con "Credo che, ecc. ecc.".
Aspetto ancora, da te e da CHIUNQUE "crede che Spinelli sia stato iscritto alla massoneria" una documentazione con almeno uno straccio di credibilità "critica" di una tale affermazione.
Quando l'avrete trovata vi offrirò le dovute scuse!
Ma se non la troverete .. le scuse dovreste darle voi.

E ripeto: qui non si tratta di sapere se è preoccupante o no che Spinelli sia stato  iscritto alla massoneria!
Che sia preoccupante o no dipende infatti da posizioni personali a riguardo della valutazione ... (come dire?) ... "etica" della massoneria.

Vedi, tessa, che nei due esempi qui riportati in uno si parte dalla stima della massoneria e nell'altro dalla disistima!
Allora si tratta di  ... fiutare chi di Spinelli (della sua vita  e del suo pensiero) è competente (le cui affermazioni siano davvero emesse a ragion veduta) e chi invece ha ALTRO scopo: sia esso di detrazione di Spinelli sulla base del presupposto che comunque è cosa negativa essere massoni, sia esso al contrario di elogio di Spinelli sulla base del presupposto che essere massoni è cosa positiva.

-----------
Beh: almeno per un po' ... de hoc satis! 
––––
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3972599242

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da ART- il Sab Feb 07, 2015 9:09 am

Condor ha scritto: e le contro-turbolenze europee per me si chiamano: Syriza (in Grecia) e Podemos (in Spagna). Due movimenti politici che con la loro reazione hanno dimostrato di avere molto più a cuore le sorti dell'Europa di chi emana editti:

Non mi esprimo su Syriza perchè la conosco poco, ma prima di esaltare Podemos aspetterei. Ho sentito dichiarazioni del suo leader secondo cui non sarebbe da escludere l'uscita della Spagna dall'unione monetaria, il che mi fa pensare a un movimento italiano spesso accostato a questi che però a cuore ha solo di sfasciare quanto di buono si è fatto fin'ora, a partire proprio dall'Euro.

Condor ha scritto:Carissimo Erasmus, tu e Art siete delle bravissime persone, di animo sincero e nobile, come lo era anche il grande e lungimirante Altiero Spinelli.
Probabilmente sarò io un po' deformato d'animo. Sarà perché fin dal mio primo giorno di scuola (e fino all'Università) i miei insegnanti mi hanno inculcato nella "zucca" che nella vita occorre sempre chiedersi il perché delle "cose", nel bene e nel male.

Il perchè delle cose ce lo siamo chiesti anche noi, Condor, e per farci un'idea precisa della faccenda abbiamo passato una parte piuttosto consistente del nostro tempo a studiare la storia e le dinamiche dell'integrazione europea dalle più svariate fonti, così come i suoi protagonisti. Io l'ho fatto anche da punti di vista poco noti, come quello militare, Erasmus invece ha militato molto più di un "asociale" come me nel MFE,  confrontandosi direttamente con molte più persone di me impegnate nella lotta per l'unità Europea.

Metto in chiaro che non insinuo che tu faccia parte di una di queste categorie, nè voglio insultarti, ma mi chiedo se è normale che discorsi come i tuoi siano praticamente gli stessi di ordinaria amministrazione fra gli estremisti politici e in particolare fra gli eurofobi.
Ho frequentato per anni e anni diversi forum di politica, primo fra tutti il mitico e defunto Spazioforum, ma la tiritera fra chi vuole la fine del processo d'integrazione europea a prescindere è sempre la stessa: Spinelli massone, Monnet massone (ho sentito anche questo), i burocrati di "Bruxelles", la tecnocrazia di "Bruxelles", i massoni di "Bruxelles" e "Francoforte", i banchieri ebrei, i misteriosi governanti "dell'Europa" che decidono per gli stati, la dittatura comunista europea, la dittatura capitalista europea, l'Euro ci ha rovinati, l'Euro è il demonio incarnato...
Tutti gli stronzi e i massoni del mondo stanno a "Bruxelles" (prima della crisi solo lì, adesso anche a "Berlino" e "Francoforte") e comandano loro "l'Europa", canta il coro.

Qualcosa non quadra.

Non vorrei sembrare arrogante, ma non siamo anime belle nate ieri: lo sappiamo anche noi che la massoneria è influente, come sono influenti le lobbies politiche ed economiche più disparate, anche nel contesto europeo, però io guarderei con molta più cautela a discorsi comunissimi fra soggetti quali la già citata Ida Magli e tutto circo politico-estremista. Dobbiamo giungere alla conclusione che 'sta gente in realtà ne capisce più di tutti gli altri? A me pare l'esatto opposto...
ART-
ART-

Messaggi : 532
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Condor il Sab Feb 07, 2015 4:57 pm

"Ciascun governo istituisce leggi per il proprio utile; la democrazia fa leggi democratiche, la tirannide tiranniche e allo stesso modo gli altri governi. E una volta che hanno fatto le leggi, eccoli proclamare che il giusto per i governati si identifica con ciò che è invece il loro proprio utile, e chi se ne allontana lo puniscono come trasgressore sia della legge sia della giustizia. In ciò consiste, mio ottimo amico, quello che dico giusto, identico in tutte quante le poleis, l'utile del potere costituito. Ma, se non erro, questo potere detiene la forza. Così ne viene, per chi sappia ben ragionare, che in ogni caso il giusto è sempre identico all'utile del più forte. " (Platone)
Condor
Condor

Messaggi : 376
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da tessa il Sab Feb 07, 2015 8:42 pm

Tacito. Gli annali. Libro I.

.........Essendo stato Lepido spodestato e Antonio ucciso, al partito cesariano non era rimasto nessun capo tranne Ottaviano.
Questi, allora, deposto il titolo di triumviro, presentandosi come console e ritenendosi soddisfatto del potere di tribuno per difendere la plebe, quando si fu assicurato con donativi il favore dei soldati, il popolo con le distribuzioni di grano e tutti con la dolcezza della pace, comincio' a poco a poco ad accrescere la sua potenza e ad attirare su di sè le prerogative del senato, dei magistrati e delle leggi. Nè alcuno si levava ad ostacolarlo, dato che gli oppositori piu' fieri erano caduti sui campi di battaglia o erano stati esiliati e quelli dei nobili che restavano erano tanto piu' disposti a chinare il capo, quanto piu' venivano portati in alto con ricchezze e cariche; sicchè, trovandosi essi in cresta all'onda nel nuovo Stato, al passato, pieno di pericoli, preferivano il presente e la sicurezza.......
tessa
tessa

Messaggi : 1141
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Dom Feb 08, 2015 3:24 am

@ Condor
Ho riconosciuto di colpo  "Repubblica" (Πολιτεία, dialogo di Platone) avendolo studiato in Filosofia in I Liceo (e in parte tradotto  (dal greco) in II liceo).
Dai: hai fatto il copia/incolla da questa pagina qua:
–––> "La Repubblica (dialogo)", quarta citazione"

@ tessa
Tu invece ... hai copiato da [te s]tessa Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Smile
Se cerco con Google quello che hai scritto esce un solo risltato: un tuo 'post' con lo stesso brano [sulla conquista del potere da parte di Ottaviano] attribuito a Tacito.

Quale Erasmus [Desiderius] redivivo mi devo preoccupare!
Qui si tenta di scardinare il primato umanistico di Erasmus Desiderius Roterodamus! Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Biggrin
––––––
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Dom Feb 08, 2015 5:01 pm, modificato 1 volta

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Condor il Dom Feb 08, 2015 10:55 am

Erasmus ha scritto:@ Condor
Ho riconosciuto di colpo  "Repubblica" (Πολιτεία, dialogo di Platone) avendolo studiato in Filosofia in I Liceo (e in parte tradotto  (dal greco) in II liceo).
Dai: hai fatto il copia/incolla da questa pagina qua:
–––> "La Repubblica (dialogo)", quarta citazione"

@ tessa
Tu invece ... hai copiato da [te s]tessa Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Smile
Se cerco con Google quello che hai scritto esce un solo risltato: un tuo 'post' con lo stesso brano [sulla conquista del potere da parte di Ottaviano] attribuito a Tacito.

Quale Erasmus [Desiderius] redivivo mi devo preoccupare!
Qui si tenta di scardinare il primato umanistico di Erasmus Desiderius Roterodamus! Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Biggrin
––––––
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3972599242
Carissimo Erasmus,
quando si fa tesoro di ciò che si studia, ci si può anche permettere di fare il copia/incolla (nel senso che si sa dove andare a pescare, con la rete). Se avessi scritto quel passo a memoria (con sinapsi non più tanto efficienti), avrei fatto un grandissimo torto a Platone, nel senso che sicuramente sarebbe saltato qualcosa.  Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764

Di seguito ripropongo un video -non nuovo a voialtri - nel quale risalta cosa e come si insegna nelle scuole americane.
In particolare, nel video è proposto un bravissimo insegnante di Storia, interpretato da Kevin Kline, che non solo sottolinea quel famoso perché -che ponevo in evidenza in qualche post addietro- ma viene messo in risalto l'importanza della Storia dei Greci e dei Romani, scritta dai citati giganti come: Platone; Cesare; Socrate; Augusto; Cicerone ...,  da cui discende la Storia Americana.

Un cordiale saluto a tutti, con particolare attenzione alla Grande tessa.


P.S.: Amico Erasmus, lungi da me il desiderio di scardinare il tuo primato umanistico; ricorda che sarai sempre un mio Maestro (però anche tu devi apprendere qualcosa da me  Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 322852992 ).

Condor
Condor

Messaggi : 376
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da tessa il Dom Feb 08, 2015 12:38 pm

Buongiorno,
Erasmus.
Come è scritto repetita iuvant.
Ma se tu credi con le tue disconferme continue nei miei confronti di abbattermi, sei in errore, non mi conosci bene.
I miei studi universitari sono scientifici , ma qualcosa del Liceo Classico ricordo, certo non potro' mai battermi ad armi pari con te- e chi potrebbe?- ma  lo farò ad armi impari.
A piu' tardi.
C'è un sole splendido in spiaggia, vamos a la playa.

Per Condor.
Non ti preoccupare delle tue sinapsi, vanno benissimo, piu' concetti e nozioni e parole conosci e piu' non devi temere che le tue sinapsi vacillino.

Erasmus! Ma che ci stavamo noi la' al tempo di Platone e di Tacito a scrivere?
Vedi che non abbiamo citato Machiavelli, sono settimane e settimane che Repubblica parla di Machiavelli.
Io trovo Repubblica un giornale sempre piu' insulso, passero' al FQ
tessa
tessa

Messaggi : 1141
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da ART- il Dom Feb 08, 2015 4:09 pm



Sui libri di storia non ci sono parecchie cose anche più recenti, tipo questa: http://areaforum.forumattivo.it/t440-16-giugno-1940



Comunque, scusate, ma...
Potremmo tornare in topic o questo thread deve diventare uno scontro accademico sull'antichità classica per determinare se Spinelli era massone, o qualche altra astrusità del genere?
ART-
ART-

Messaggi : 532
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Dom Feb 08, 2015 4:49 pm

tessa ha scritto:... con le tue disconferme continue ...
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Mmh
Mai "disconfermato" niente (anche perché ... non so di preciso di cosa intendi protestare  con quella parola! 

Dai tessa: mi parevano  evidenti due cose:
a) Che ero andato a cercare con Google la fonte delle vostre citazioni (scoprendo, con sorpresa e soddisfazione,  che nel tuo caso c'era un unico risultato. "Sorpresa" perché di solito i risultati sono molti, spessissimo migliaia  e migliaia; "soddisfazione" perché tu non avevi copiato da Internet e per giunta avevi "postato" su una sezione del nostro forum.
b) Che il  rivendicato "primato" in umanesimo era uno scherzo; ed il primato non era mio ma del personaggio di cui ho assunto il "vestito" (con quell'avatar ... che fa quasi paura per quanto è tetro!) ed il nome. 
Vedi che ho scritto "Erasmus Desiderius Roterodamus" (i.e. Erasmo Desiderio da Rotterdam). 
[L'ho sempre conosciuto come il maggior "umanista" del 500.]

tessa ha scritto:... trovo Repubblica un giornale sempre piu' insulso, passero' al FQ
Fa' come me, tessa: io non compero quotidiani!
Comunque, il Fatto Quotidiano no, per favore!

Non sono piddino, lo sai bene (tanto meno renzi(e)ano (*); non sono nient'altro che un federalista europeo, e come tale nemico di chi non è con me!   ["Chi non è per l'Europa è contro l'Europa!"  Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 2640052933 ] .  

Ma piuttosto che anche tu contribuisca ad arricchire Casaleggio (dato che ormai FQ/Travaglio e M5S/Grillo–Casaleggio mi paiono – come si dice? – "culo e camicia"), restami piddina, ti scongiuro!

(*) Venerdì pomeriggio sono andato a conoscere Civati. [Ho scoperto che abita ora a Verona].
All'Università [facoltà di Economia e Commercio] avevano organizzato la presentazione del volumetto "APPARTIENE AL POPOLO", (di G. Civati e A. Pertici, Ed. "Melampo" - Milano).
Il relatore principale (tal Palermo, a me sconosciuto) non c'era perché bloccato dalla neve in autostrada tra Brescia e Desenzano. L'ha sostituito tal Romagnani  (pure a me sconosciuto), probabilmente docente all'Un. di Verona, che avrebbe invece dovuto fare solo da "moderatore".
Caro freg53, il Pippo Civati non l'ho trovato affatto quel "narciso" che dicevi tu!
L'ho trovato invece pacato, mai fazioso, mai autoreferenziale; soprattutto capace di intessere un discorso che riguarda la democrazia in generale, un discorso di valore oggettivo  che va al di là degli schieramenti del presente (e del passato), cioè oltre la situazione della politica italiana (benché proprio ora ... quasi tragica!).
Ovviamente, gli esempi a supportto delle sue asserzioni li prendeva dalla attualità (o dal recente passato).
Ho comperato il libro (15 €) e ne ho leggiucchiato un po' la sera stessa. Non è granché, almeno per me. Ma forse ... non è granché proprio perché con me sfonda porte aperte!
Insomma: ancora una volta mi son trovato d'accordo con lui (nella critica di fondo all'attuale sistema partitocratico dove, ormai, partito ed idee sembrano contare molto poco e quel che conta è solo il leader). E mi son trovato d'accordo nell'analisi dell'ultimo anno di politica italiana (analisi, in realtà, indiretta, percepibile però come forte background delle riflessioni più generali sui concetti inerenti il significato di  democrazia).

––––––––––
P.S.
Stamattina avevo scritto un bel "post", rientrando in argomento (elezioni in Grecia e "post-elezioni") dopo questi lunghi O.T.
Ma mentre cercavo qualcosa in altra finestra Internet ... non so cosa è successo, fatto sta che è scomparso il mio bel post prima di aver fatto almeno un'anteprima. E così ho perduto tutto.
Accidenti: 'sta faccenda si sta ripetendo un po'troppo spesso!
 Aggiungete che ormai sono più lento d'una lumaca, e capirete che in pratica passo tutta la giornata al computer concludendo anche molto poco! Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Lipssealed

 Chiudo e cerco di riportare il discorso sulle conseguenze della vittoria di Syriza/Tipras scrivendo un successivo messaggio.
----------
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Dom Feb 08, 2015 6:54 pm, modificato 1 volta

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Condor il Dom Feb 08, 2015 6:24 pm

ART- ha scritto:


Sui libri di storia non ci sono parecchie cose anche più recenti, tipo questa: http://areaforum.forumattivo.it/t440-16-giugno-1940
 
Forse ancora prima del 16 Giugno 1940 si è parlato di progetto europeo - non mi riferisco a Mazzini che tutti conoscono - con Kalergi.
Nel 1923 il cosmopolita Coudenhove-Kalergi pubblica il suo famoso testo Pan-Europa, manifesto di quel movimento politico-culturale denominato Unione Paneuropea Internazionale fondata nel 1922 e che nel 1926 celebrerà il suo primo congresso a Vienna.
Attorno al Movimento di Kalergi, col tempo, si cristallizzeranno le adesioni di eminenti protagonisti della politica, della diplomazia, della cultura del mondo economico-finanziario e scientifico. Tra gli illustri personaggi aderenti al movimento troviamo: Jean Monnet, Francesco Saverio Nitti, Carlo Sforza, Albert Einstein, Sigmund Freud, John Maynard Keynes, Louis Nathaniel von Rothschild ed altri nomi di non minor rilievo.
L'avvento al potere in Germania di Hitler e dei nazisti (i quali odiavano e disprezzavano le teorie multirazziali, multietniche e multiculturali di Coudenhove-Kalergi) e lo scoppio della seconda guerra mondiale congelarono ogni possibilità di attuazione pratica del progetto paneuropeo (poi ripreso da Schuman e Monnet).

Cosa che non citano i libri di Storia (e su questo sono d'accordo con te, Art), che una parte di tutto rilievo nel convincere gli americani a entrare in guerra contro la Germania fu un fuoriuscito tedesco, un certo Kurt Lewin, che nel 1932 divenne direttore del Tavistock Institute e fondatore della Clinica psicologica di Harvard.

Chiusa questa parentesi di verità storica, torniamo all'oggetto del thread.
Alla luce di quanto si conosce, io pronostico che la proprietaria dell'UE (la Germania) cederà al minuscolo Tsipras ciò che ha chiesto: la dilazione dei tempi per il rientro del debito. La BCE ha voluto fare la parte dura dicendo che chiuderà i rubinetti del credito alla Grecia, poi vedremo se lo farà davvero, con il rischio di far installare basi militari russe come cuscinetto tra Turchia e Italia. Non dimentichiamo che Tsipras ha "lanciato sul tappeto" la minaccia di uscire dalla NATO.
Ma ti dirò di più, penso che con l'attuale questione Grecia, si chiuderà una volta per sempre la repressiva figura della troika.
E vorrei tanto che i valorosi di Podemos avanzassero, alle istituzioni della UE, la richiesta di immediata attuazione dell'unità fiscale in tutti i paesi dell'Eurozona. Vedremo un quadro molto esilarante con la Merkel in fibrillazione. Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764
Hai detto che non ti sono simpatici quelli di Podemos, a me invece sono simpaticissimi, e saranno coloro che insieme a Tsipras faranno cadere le maschere degli anarco-liberisti aristocratici, nominati ai vertici delle istituzioni dell'UE.
Chissà se anche il Movimento Roosevelt, in Italia, sarà come Podemos e Syriza. Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 1326021764
Condor
Condor

Messaggi : 376
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Dom Feb 08, 2015 6:47 pm

Porco mondo, è successo un'altra volta!
E' sparita la finestra su cui stavo scrivendo il nuovo 'post' senza che facessi niente in quella, mentre cercavo di copiare un indirizzo URL da un'altra !

Ci riprovo. Vediamo se sarò più fortunato ...
–––––––––––––––––––––––––––

In linea con la correzione che ho apportato al titolo di questo "thread"  – comprendente ora anche le "conseguenze" della vittoria elettorale di Tsipras/Syriza – riporto il discorso in tema.

Mi pare che si sta avverando quanto avevo previsto.
Dopo le belle espressioni di solidarietà a Tsipras, di comprensione partecipata delle sofferenze del popolo greco e di offerta (a parole!) persino di aiuto, ecco che non solo Germania, Finlandia ecc. esigono perentoriamente la restituzione di quanto "prestato" (compresi gli interessi e senza alcuna dilazione delle scadenze), ma praticamente tutti i governi dell'UE (a cominciare dalla Francia di Hollande – famoso per non essere affatto un uomo di parola! – per continuare con l'Italia renziana e la stessa Spagna) si mettono a sostenere le posizioni tedesche, seppur con l'aria di commiserazione del povero debitore greco: i debiti vanno purtroppo pagati entro la scadenza pattuita!

Ormai siamo alla resa dei conti!
Trovo fuorviante insistere sulle crudeltà della "troika", sul cinismo di Schäuble, sulla inflessibilità della Merkel!
Il discorso vero da fare è che questa pretesa integrazione economica (condotta così come è stata condotta), volutamente "solo" economica, (cioè con la presunzione di conservare intatta la sovranità dello stato-membro, ossia una situazione privilegiata per i governi rispettivi che in sostanza si traduce in spocchia delle singole partitocrazie nazionali) è non  solo palesemente insufficiente, ma addirittura fallimentare!

E non è questione di destra o di sinistra!
[Un minimo di memoria storica, per favore! 
Ve la ricordate "l'Agenda di Lisbona", del 2000, quando la maggioranza dei governi dell'UE era di sinistra, quella che prometteva in 10 anni il paradiso in terra? [Welfare sempre in crescita, abolizione della disoccupazione, deciso superamento di qualsiasi altro stato al mondo nelle concquiste del benessere sociale ... Esattamente 10 anni dopo le belle promesse, al posto di arrivare al traget annunciato l'UE è piombata nella crisi peggiore che mai abbia visto negli ormai 70 dalla nascita della CECA].

Ma proprio il rischio del tracollo definitivo potrebbe dare (forse) una "scossa" ai capoccioni dei governucoli europei!
[Sapete bene che è mia convinzione che non si prendono decisioni storiche, davvero "rivoluzionarie", se non si arriva al rischio di cadere definitivamente nel baratro].
Dunque: proprio la constatazione della fallimento della politica  perseguita fino ad ora (di sola integrazione economica con metodi "confederali" che poi, alla fine, risultano ben poco democratici!) potrebbe finalmente innescare un vero processo di integrazione politica.

Datemi pure del presuntuoso, ma io insisto con lo slogan che potete leggere nella mia "firma" (che è così fin dal Consiglio Europeo di Nizza [dicembre 2000], quello che pattuì l'omonimo trattato – piuttosto scarso, per non dire "vuoto di veri contenuti").
-----------

Per riattivare il dibattito sul "dopo-elezioni in  Grecia" segnalo (senza trascrivere) un paio di articoli di EUobserver e in fine un recente articolo di Carlo Bastasin (su Il Sole 24 ore) che invece trascrivo.

Siete tutti pregati di leggere, riflettere (... in profondità!) e quindi di intervenire a dire la vostra.

1. La Germania alla Grecia: «Siamo d'accordo sul fatto che non siamo d'accordo!»
« Germany to Greece: We agree to disagree» - 05/02/2015 15:56:45
----------------------------------------------------------------------------
A tense meeting between the Greek and German finance ministers ended with 
no prospect of a swift deal on Greek debt or an extension of the current 
bailout program.
––> https://euobserver.com/political/127513

2. (EUobserver, "Opinione") L'Europa ha bisogno di speranza
–––> https://euobserver.com/opinion/127430

3. La spallata a Syriza e le ragioni di un'intesa (Carlo Bastasin su "Il Sole 24 Ore", gio. 05.02.2015)

C'è una speciale ragione che spiega la durezza degli altri governi nel respingere le richieste greche di revisione degli accordi europei. Se disinnescano il tentativo di spallata di Syriza, i governi in carica dimostrano che anche le promesse degli altri partiti euro-scettici – radicali o populisti a seconda dei punti di vista – sono irrealistiche.

Per molti leader, dalla Francia alla Finlandia, dalla Spagna alla Germania, è una questione di sopravvivenza politica dimostrare che le regole europee andranno rispettate da chiunque governi, a cominciare da Syriza.
Tuttavia sbaglierebbero a tirare troppo la corda. Per ragioni sia etiche – gli errori della troika coinvolgono i creditori nella responsabilità dei problemi greci – sia pratiche: a gennaio i risparmiatori greci hanno ritirato 11 miliardi di depositi dalle banche. Ne avevano già ritirati quattro a dicembre. Il sismometro dei depositi greci è forse l'indicatore seguito con più apprensione in Europa. Le banche sono estremamente fragili e secondo Reuters due istituti hanno già richiesto fondi alla Banca di Grecia. In assenza di accordi politici, per ragioni legali la Bce potrebbe sospendere l'assistenza di emergenza con cui provvede liquidità al Paese. Atene rimarrebbe appesa a una moneta elettronica creata dalla Banca centrale nazionale che darebbe vita a qualcosa di diverso dall'euro. Sarebbe l'inizio della fine.
Per questa ragione l'incontro di ieri del ministro delle Finanze greco Varoufakis con il vertice della Bce era tanto importante. Poteva finire in uno scambio di ricatti: se non rispettate il programma della troika non vi finanziamo; se non ci finanziate, si rompe l'euro. Ma il linguaggio sembra essere stato invece conciliante, Varoufakis ha promesso di rispettare le regole mentre cerca una soluzione con i partner sul debito. Il governo dispone ancora di risorse fino a giugno, ma chiede alla Bce di non abbandonare le banche e di costruire un contratto-ponte per un paio di settimane. La Bce, esposta a una responsabilità politica non sua, ha chiesto che Atene trovi un accordo con l'Eurogruppo entro il 16 febbraio.
Per allora l'accordo va trovato. Oltre all'interesse politico nel disinnescare i partiti anti-europei, i governi hanno interessi economici che non si misurano solo in miliardi di crediti da recuperare. L'economia europea si trova di fronte al più classico dei bivi, già descritto il 23 gennaio su queste colonne come un'alternativa bipolare tra “euforia e depressione”. Una crisi in Grecia potrebbe portare dalla parte sbagliata. L'allentamento quantitativo della Bce, per esempio, può rilanciare l'economia o isolare i Paesi indebitati. Al tempo stesso l'economia si trova nell'alternativa tra uno scenario di stagnazione secolare o invece un forte impatto ciclico alla crescita. Senza incidenti - la crisi greca, un aggravarsi del fronte ucraino o una nuova dimensione dell'instabilità della sponda sud del Mediterraneo - l'Europa sembra pronta a prendere il bivio dalla parte giusta. Il calo del prezzo del petrolio, il deprezzamento dell'euro, il miglioramento delle condizioni di credito e il fatto che la politica di bilancio nel 2015 non sia più restrittiva, possono dare il forte impulso alla crescita che manca da anni. 
L'Italia è particolarmente esposta a questa alternativa. È il Paese che ha più beneficio dal superamento della frammentazione del mercato finanziario europeo, inoltre per la natura della propria produzione è molto favorita dal calo del petrolio e dell'euro. Ma è anche il Paese che subirebbe i danni maggiori se prevalesse lo scenario sfavorevole: si trova tuttora in una trappola debito-deflazione, con la discesa dei prezzi che pregiudica la sostenibilità del debito, e continua a soffrire di bassa produttività. Senza un forte impulso dal lato della domanda, le riforme che rendono la struttura del mercato del lavoro più rispondente alle necessità degli investitori non darebbero i benefici sperati. 
Ci vorrebbe in Europa una politica di stimolo molto vigorosa, ma come ha dimostrato il modesto piano Juncker, non ci sono le condizioni politiche perché questo avvenga. Una crisi dell'euro riaccesa da Atene annullerebbe anche i progressi degli ultimi mesi.

------------
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Lun Feb 09, 2015 1:28 am, modificato 1 volta

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da ART- il Lun Feb 09, 2015 1:08 am

Condor ha scritto:
Forse ancora prima del 16 Giugno 1940 si è parlato di progetto europeo - non mi riferisco a Mazzini che tutti conoscono - con Kalergi.

Lo so anch'io, ma questo è molto più noto del tentativo di Monnet nel '40. Di progetti europei si è parlato ancora prima di Mazzini, se è per questo.

Condor ha scritto:Alla luce di quanto si conosce, io pronostico che la proprietaria dell'UE (la Germania)

La Germania non è "proprietaria dell'UE" ma uno stato che esercita una grossa influenza sulle decisioni in UE, anche per colpa della debolezza di altri, che è diverso. Lo dico perchè frasi come queste lasciano intendere che l'UE abbia un solo decisore, cosa non vera.

Condor ha scritto: poi vedremo se lo farà davvero, con il rischio di far installare basi militari russe come cuscinetto tra Turchia e Italia. Non dimentichiamo che Tsipras ha "lanciato sul tappeto" la minaccia di uscire dalla NATO.

Ecco, da elementi come questo si vedrà se Tsipras è davvero in grado di ragionare o non ha ancora capito che l'unico modo per essere davvero indipendenti è unire l'Europa, non sottomettersi a questa o quella potenza mondiale, che siano gli USA o la Russia nazistoide di Putin.
E qui abbiamo già quello che secondo me (se la cosa è fatta sul serio e non si tratta di un bluff per i negoziati) è un grande passo falso da parte dell'attuale governo greco:
http://www.internazionale.it/notizie/2015/02/03/il-ministro-della-difesa-greco-invitato-in-russia

Questo rischia di avere implicazioni molto serie in futuro, spiacevoli per l'UE intera Grecia compresa.

Condor ha scritto:E vorrei tanto che i valorosi di Podemos avanzassero,

Hai detto che non ti sono simpatici quelli di Podemos, a me invece sono simpaticissimi, e saranno coloro che insieme a Tsipras faranno cadere le maschere degli anarco-liberisti aristocratici, nominati ai vertici delle istituzioni dell'UE.

No, vedi, a me non interessa niente degli "anarco-liberisti aristocratici" come dei dittatorial-statalisti-stalinisti: mi sta simpatico chi propone soluzioni razionali per risolvere tutti questi casini e agisce in direzione dell'unità europea. Nel caso di Podemos bisogna ancora vedere se si tratta di questo elemento o di qualcosa di più simile al movimento 5 stelle.
Non so se mi sono spiegato: io di simpatie o antipatie preconcette non ne ho, semplicemente prima di esaltare come eroe qualcuno devo vedere cosa fa.
In ogni caso direi che qui abbiamo bisogno di un po' più che tifare pro o contro gli "anarco-liberalisti" se ne vogliamo uscire.
ART-
ART-

Messaggi : 532
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Erasmus il Sab Feb 21, 2015 1:19 pm

Come era prevedibile, continua il braccio di ferro tra Grecia e la Troika, con la Grecia di Tsipras che esige dilazioni sugli impegni assunti dai precedenti governi [a riguardo della restituzione dei prestiti e in merito a drastiche riforme strutturali del sistema economico greco] e la Troika che invece esige il pieno rispetto di quegli impegni (benché contratti da governi non più in carica).

Ecco il primo compromesso (raggiunto ieri Bruxelles, dopo estenuanti trattative): dilazione di 4 mesi sulle prime scadenze del debito greco verso altri paesi dell'Eurozona e verso il Fondo Monetario Internazionale.

Ma, secondo me (anche se per ora l'ottenere la  riduzione del debito sembra irrealizzabile e  cresce anche in Germania il numero di chi predica addirittura l'uscita della Grecia dall'Eurozona), alla fine Varoufakis – il baldo ministro greco delle Finanze – riuscirà a spuntare anche una consistente riduzione del debito.

Non è vantaggioso per nessuno  che la Grecia esca dall'Eurozona (che significherebbe il vero default con la conseguenza che la Grecia non potrebbe assolutamente restituire i prestiti).  E quindi, prima che succeda davvero il Grexit,  passerà anche la riduzione del debito, seppur come extrema ratio.
Insomma: è chiaro che la Troika combatte per la maggiore restituzione possibile, e di conseguenza  non può iniziare le trattative se non dalla posizione di esigere la totale restituzione (e alle prestabilite scadenze).
Ma è anche chiaro che piuttosto di rimetterci tutto, i creditori si piegheranno a rimetterci qualcosa.

 Segnalo l'articolo di EUobserver.com

***** THE NEWS *******************************************

1. Greece to get four extra months under current bailout - 20/02/2015 23:32:56
----------------------------------------------------------------------------
Greece has agreed to all the conditions laid out by Germany and is likely 
to get its bailout programme extended by another four months, provided 
international creditors give a green light on Monday.

Concessa alla Grecia la dilazione di 4 mesi per iniziare a restituire i prestiti
–––> https://euobserver.com/political/127743
========================================
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 91757a54c549e30fd4ddccec07d75b15-800x
Three Eurogroups later, Varoufakis caved in (Photo: Council of European Union)
------------------
By VALENTINA POP 
BRUSSELS, 20. FEB, 23:32

Greece has agreed to all the conditions laid out by Germany and is likely to get its bailout programme extended by another four months, provided international creditors give a green light on Monday.
A meeting of eurozone finance ministers (the Eurogroup) on Friday (20 February) ended after "intense", "difficult" and "laborious" talks, especially in a smaller format - between Germany, Greece and international institutions.

In those preliminary discussions, several sources told this website, Greek finance minister Yanis Varoufakis was sidelined, as prime minister Alexis Tsipras spoke on the phone to conclude the deal personally.
Under the accord, Greece has to come up with a precise list of reforms for the next four months, which will be evaluated by experts from the European Commission, the European Central Bank (ECB) and the International Monetary Fund, Eurogroup chief Jeroen Dijsselbloem said after the meeting.

The result of this first review will be communicated also by phone and if it is positive, national parliaments will approve the 4-month extension of the €240 billion bailout which otherwise would have terminated on 28 February.

During these four months, Greece is due to start talks with international creditors on a third bailout, with "clarity expected" on the issue before the extension runs out.

In order to achieve the deal, Tsipras yielded to all German demands - including that a €10.8 billion tranche be repatriated to the EU bailout fund in Luxembourg and only used if banks in Greece request it for recapitalising of their balance sheets.

The money's availability will however be extended for another four months, along with the overall bailout programme.

Greece also pledged not to undertake any unilateral measures or reforms that would compromise the budgetary calculations Athens needs to stick to in order to get the bailout money.

But in a press conference after the meeting, Varoufakis said the plan to raise the minimum wage - announced by his prime minister - is not off the table "after June", giving Ireland as an example of a country which managed to negotiate this with its creditors.

Varoufakis also responded to criticism from the Baltic states and Slovakia, where the minimum wage is currently lower than in Greece, saying that prices are higher in his country and that they were kept high by market-dominant oligopolies, despite revenues going down.

He said the fact that the €10.8 billion remains available for Greek banks - which have seen massive capital flight in the past few weeks - should "put an end to the fear and the scaremongering".

EUobserver understands that at one point, ECB chief Mario Draghi told Tsipras that capital controls will be imposed in the absence of a deal.

According to ECB sources, this danger has now been averted.

"After the decision of the Eurogroup, there is no need for capital controls. Capital controls are out of question," an ECB source said.

The only mild concession Greece has obtained so far is for its budget surplus target for 2015 to be possibly lowered by taking into consideration that the economic situation this year was worse than expected.

But EU economics commissioner Pierre Moscovici said this assessment will be made "in line with EU rules", at the end of the year, rather than be considered on Monday when Greece has to submit the reforms list.

German finance minister Wolfgang Schaeuble said in 2015 "there may be a little less surplus", but overall, Greece has to stick to the "debt sustainability assessment" which foresees how much budgetary surplus Greece has to adhere.

Schaeuble said the agreement was a "positive step" after three "difficult Eurogroup meetings."

"What is crucial is that Greece is sticking to completing the conditions under current programme and that money will be disbursed only after the successful review of the measures," he said.

RELATED
Greece caves in, Germany plays hardball
Greece to request 'loan extension', but questions remain
–––––


Ultima modifica di Erasmus il Sab Feb 21, 2015 6:30 pm, modificato 1 volta

_________________
Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da freg53 il Sab Feb 21, 2015 3:40 pm

È sempre avvenuto così,ho chiuso decine di trattative in bonis, debito 100.000 euro, dammene 50.000 e la chiudiamo qui,tanto pagavano i debitori onesti.
freg53
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da freg53 il Sab Feb 21, 2015 5:42 pm

Alla fine della trattativa esultano tutti,il greco perche avrà altri 4 mesi di tregua , la Merkel perché  i debiti non vengono azzerati , ed io perché in caso di fallimento avrei subito un tracollo nei miei investimenti azionari.
freg53
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Epoch il Lun Feb 23, 2015 9:33 am

Vedremo, forse non tra 4 mesi ma prima, come finirà questo "braccio di ferro", tra troika (che brutto nome, non mi è mai piaciuto, mi ricorda la perestrojka) e governo Greco.
Intanto Tsipras, pur risultando al momento sconfitto, tanto che parte della sua coalizione sta già protestando, merita un grandissimo plauso.

Non ci sarà mai una vera unione se si continua a pensare solo a motivazioni economiche. L'unione deve essere prima di tutto sociale. Nel senso che deve essere un'unione della società intera. Europa Uber Alles e senza interessi economici, contano solo le persone che SONO l'Europa!

Tsipras, sta lottando proprio per questo e per questo fa molta paura alle lobby economiche. Su una cosa non concordo con il brano di Erasmus. E' molto più pericoloso il pensiero di Tsipras, per gli anti-europeisti, perché se passasse si sgretolerebbe il fragile piedistallo che sorregge le loro idee. Quello che vuole l'Europa come un ente impositore e perverso. Poi giustamente, la leva economica di Tsipras è semplicissima. detta alla francese "Se la Grecia va del c..o, l'Europa la segue!". E su questo, c'è poco da dire.

Io faccio parte di quella che mi piace definire la "Generazione dei Giochi senza Frontiere". Ve li ricordate? 
Forse per spingere di nuovo lo spirito verso una vera Europa Federale servirebbe riproporli nuovamente...
Epoch
Epoch

Messaggi : 720
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze. - Pagina 2 Empty Re: Elezioni in Grecia: Vince Syriza di Tsipras. Exit-poll, risultati, conseguenze.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum