IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Messaggio Da freg53 il Lun Gen 05, 2015 8:54 am

Papa Francesco ci sorprende sempre. Ieri ha annunziato la nomina di 15 nuovi cardinali e fra questi c'è il vescovo di Agrigento Montenegro. Nella sua diocesi c'è l'isola di Lampedusa dove arrivano i disperati del mondo, questo vescovo è  sempre li ad accogliergli ed ora il Papa  con la sua nomina ha legittimato la sua opera. A Lampedusa qualche anno fa arrivo anche una pecora, in quella occasione scrissi il post più bello che ricordo dei miei anni di forumismo, lo intitolai IL DESTINO INFAUSTO DELLA PECORA IMMIGRATA, la pecora venne abbattuta perchè dei regolamenti sanitari ne vietavano la circolazione senza un certificato sanitario.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Messaggio Da tessa il Lun Gen 05, 2015 6:52 pm

Caro Mario, la pecora? Ci mancano giusto le pecore. Adesso imbarchiamo tutte le pecore dall'Africa?
Tu vivi la' con l'Etna alle spalle, Scilla , Cariddi, la Calabria che ti abbraccia , hai detto che andando in citta'...citta'...non esageriamo, ora Acireale è una citta'...insomma andando al paese, dalla tua villa in colata lavica del Pleistocene,...c'è un solo incrocio con un po' di zingare - o romene? - non mi ricordo che chiedono l'elemosina e ogni mattina ti vengono incontro e tu in macchina hai il reparto spicci per elemosina - c'è solo quell'incrocio la'...-beato te...- e tu fai il predicozzo che devono mandare i mariti a lavorare senno' fanno 20 figli...udite, udite il compagno che bella predica  che fa...c'è solo quell'incrocio ed è finita. Bene, qui no, a Roma è pieno di incroci e serve uno scrigno ogni giorno pieno di spicci di almeno 30 euro se vuoi fare un atto di carità a tutti i semafori, in ordine di apparizione:

lavavetri
venditori di kleenek e di violini
giocolieri
saltimbanchi
mendicanti senza ruolo specifico
cappottari ( sono questi a Roma romeni assoldati da bande senza scrupoli e fatti vestire con cappotti, anche d'estate, scalzi e scarmigliati che chiedono l'alemosina, guadagno 4000 euro al mese, al cappottaro restano 600 netti).

A ogni incrocio i clientes si diversificano per non opprimere troppo il guidatore, tutti quelli che dirigono questi traffici hanno letto -e fatto leggere- "L'Opera da tre soldi " di Brecht- me lo ha detto la portiera. (E' il lavoro piu' conosciuto di Brecht che parla di mendicanti, di miseria e di miserabili).

Questa è Roma, ma noi siamo culla di ogni civiltà e quindi accogliamo tutti. Ti vorrei pero' far notare che tutta l'Africa non ci sta in Italia e neanche in Europa, sono poi da un po' diventata gelida verso tutti questi immigrati a furia di vedere bandiere orrende dell'Isis e taglio della testa. Ma noi siamo superiori a apriamo altre moschee e loro uccidono i cristiani.

Ora tu ti ci metti anche con le pecore. Adesso imbarchiamo le pecore, le marchiamo, quella è di Ibraim, quell'altra d Assad e quella di Mohammed. Ora devi sapere che un mese fa mi sono avvelenata con le pecore perchè sull'Appia Antica passava il pecoraio con le pecore( non tutti possono usare l'Appia Antica, io si'), e forse l'Appia Antica era un antico tratturo fin in epoca pre-romana,  io correvo per andare all'areoporto di Ciampino e avevo scelto l'Appia Antica dato il forte traffico sull'Appia Nuona, sull'Ardeatina, sull'Appia Pignatelli e finalmente sull'Appia antica si scorreva  nonostante la carreggiata romana, ma ecco che arrivano le pecore , pure le pecore, mendicanti, straccioni, giocolieri, cappottari e pecore, aereo perso e tu mi vuoi far arrivare altre pecore immigrate, ma io non so come ti vengono queste idee.
Ciao
avatar
tessa

Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 30.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Messaggio Da freg53 il Lun Gen 05, 2015 7:46 pm

tessa ha scritto:Caro Mario, la pecora? Ci mancano giusto le pecore. Adesso imbarchiamo tutte le pecore dall'Africa?
Tu vivi la' con l'Etna alle spalle, Scilla , Cariddi, la Calabria che ti abbraccia , hai detto che andando in citta'...citta'...non esageriamo, ora Acireale è una citta'...insomma andando al paese, dalla tua villa in colata lavica del Pleistocene,...c'è un solo incrocio con un po' di zingare - o romene? - non mi ricordo che chiedono l'elemosina e ogni mattina ti vengono incontro e tu in macchina hai il reparto spicci per elemosina - c'è solo quell'incrocio la'...-beato te...- e tu fai il predicozzo che devono mandare i mariti a lavorare senno' fanno 20 figli...udite, udite il compagno che bella predica  che fa...c'è solo quell'incrocio ed è finita. Bene, qui no, a Roma è pieno di incroci e serve uno scrigno ogni giorno pieno di spicci di almeno 30 euro se vuoi fare un atto di carità a tutti i semafori, in ordine di apparizione:

lavavetri
venditori di kleenek e di violini
giocolieri
saltimbanchi
mendicanti senza ruolo specifico
cappottari ( sono questi a Roma romeni assoldati da bande senza scrupoli e fatti vestire con cappotti, anche d'estate, scalzi e scarmigliati che chiedono l'alemosina, guadagno 4000 euro al mese, al cappottaro restano 600 netti).

A ogni incrocio i clientes si diversificano per non opprimere troppo il guidatore, tutti quelli che dirigono questi traffici hanno letto -e fatto leggere- "L'Opera da tre soldi " di Brecht- me lo ha detto la portiera. (E' il lavoro piu' conosciuto di Brecht che parla di mendicanti, di miseria e di miserabili).

Questa è Roma, ma noi siamo culla di ogni civiltà e quindi accogliamo tutti. Ti vorrei pero' far notare che tutta l'Africa non ci sta in Italia e neanche in Europa, sono poi da un po' diventata gelida verso tutti questi immigrati a furia di vedere bandiere orrende dell'Isis e taglio della testa. Ma noi siamo superiori a apriamo altre moschee e loro uccidono i cristiani.

Ora tu ti ci metti anche con le pecore. Adesso imbarchiamo le pecore, le marchiamo, quella è di Ibraim, quell'altra d Assad e quella di Mohammed. Ora devi sapere che un mese fa mi sono avvelenata con le pecore perchè sull'Appia Antica passava il pecoraio con le pecore( non tutti possono usare l'Appia Antica, io si'), e forse l'Appia Antica era un antico tratturo fin in epoca pre-romana,  io correvo per andare all'areoporto di Ciampino e avevo scelto l'Appia Antica dato il forte traffico sull'Appia Nuona, sull'Ardeatina, sull'Appia Pignatelli e finalmente sull'Appia antica si scorreva  nonostante la carreggiata romana, ma ecco che arrivano le pecore , pure le pecore, mendicanti, straccioni, giocolieri, cappottari e pecore, aereo perso e tu mi vuoi far arrivare altre pecore immigrate, ma io non so come ti vengono queste idee.
Ciao
Dolcissima TEssa,non so usare un termine diverso nei tuoi confronti,ma si trattava di una sola pecorella,una sola,magari il suo proprietario,che probabilmente aveva un titolo di studio,aveva letto il 2082 del c.c. Che definisce le caratteristiche degli imprenditori,e imprenditore colui che organizza  etc etc, era il suo capitale,il suo patrimonio da cui iniziare una nuova iniziativa agricola, ma poteva essere anche la fonte di salvezza per un piccolo immigrato che doveva essere nutrito durante la pericolosa traversata.Sicuramente a RoMa avrete problemi immani ma non sarei così pessimista sugli immigrati,intanto danno un apporto notevole alla formazione del nostro Pil,poi gli immigrati ci consentono di pagare le pensioni,perché danno e difficilmente riceveranno.Se per ipotesi un giorno gli immigrati presenti nel nostro territorio dovessero lasciarci la nostra economia già in difficoltà andrebbe in bancarotta,interi comparti produttivi si fermerebbero.il problema dell'immigrazione è uno dei più compessi ai nostri giorni ma da milioni di anni gli uomini si spostano alla ricerca di nuove opportunità.NOn saranno le leggi degli Stati a fermare gli immigrati e noi italiani siamo quelli che di più abbiamo usufruito delle opportunità che via via si presentavano.Sono circa venti milioni gli italiani che vivono fuori dai nostri confini,sono di prima,seconda terza e quarta generazione.tu lo sai che i primi abitanti della mia isola provenivano dalle vallate del Pakistan.? IN conclusione al mondo siamo tutti immigrati. Ciao gioia bella.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Messaggio Da afam il Lun Gen 05, 2015 11:09 pm

freg5 ha scritto: IN conclusione al mondo siamo tutti immigrati.
Verissimo freg! Basta leggere correttamente il messaggio del Cristo!

afam

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 28.08.13
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Messaggio Da tessa il Mar Gen 06, 2015 7:14 pm

Caro Freg,
questo 3d era iniziato col Papa che nomina nuovi cardinali , tra cui il vescovo di Agrigento Montenegro, nella cui diocesi si trova Lampedusa  dove sbarcano i piu' disperati del mondo. Nella diocesi di questo vescovo ci devono essere anche i più asini del mondo ( oltre alle pecore immigrate...) da come abbiamo tristemente appreso dai giornali , dalla TV e da internet, con il viadotto Agrigento-Palermo  crollato dopo 10 giorni dall'inaugurazione.
Ma no, qui non pretendiamo che gli Architetti che lo hanno progettato sappiano i nomi degli esami che i computer dicono che abbiano sostenuto, che so "Composizione architettonica", "Progettazione architettonica e urbana" ma che al limite ci sappiano dire di quanti esami consta la facolta' di Architettura, (20?-23?-26?), ecco dunque per prima cosa, prima di impiccare tutti gli Architetti che hanno progettato il viadotto li interroghiamo, no, per carita' rifar fare loro l'Esame di Stato ...e che li vogliamo ammazzare? ma chiedere solo :

1) Di quanti esami consta la facoltaà di Architettura.
2)  Il nome di qualche esame che bisogna sostenere

Parenti e amici non debbono suggerire, ammesso che sappiano di cosa si stia parlando...Dopo di che verra' fuori la storia dei padri ( messi dalla mafia da qualche parte a comandare, non importa dove) che hanno comprato ai figli tutti gli esami, al ritmo di prendi 3 e paghi 2, di alunni che non sapevano neanche che facolta' frequentassero, storie di ponti e viadotti crollati, cara Eminenza, li mandi tutti a scuola a calci, guardi qua, manco un ponticello hanno saputo fare...

Ma Agrigento è famosa soprattutto per lo sfacelo della Valle dei Templi  per tutte le casacce ivi costruite, casacce di 15 piani dinanzi a vestigia uniche al mondo, e poi macchine parcheggiate male  in doppia e tripla fila , mondezza fuori dei cassonetti e cartacce e cicche per terra.

Cara Eminenza, a Lei il compito di rieducare tale triste schiatta dei figli della Magna Grecia, se Ella ha una mazza la suoni a tutti sul groppone a cominciare da quelli che hanno le orecchie piu' lunghe e pelose.Grazie.
avatar
tessa

Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 30.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Messaggio Da freg53 il Mar Gen 06, 2015 8:54 pm

tessa ha scritto:Caro Freg,
questo 3d era iniziato col Papa che nomina nuovi cardinali , tra cui il vescovo di Agrigento Montenegro, nella cui diocesi si trova Lampedusa  dove sbarcano i piu' disperati del mondo. Nella diocesi di questo vescovo ci devono essere anche i più asini del mondo ( oltre alle pecore immigrate...) da come abbiamo tristemente appreso dai giornali , dalla TV e da internet, con il viadotto Agrigento-Palermo  crollato dopo 10 giorni dall'inaugurazione.
Ma no, qui non pretendiamo che gli Architetti che lo hanno progettato sappiano i nomi degli esami che i computer dicono che abbiano sostenuto, che so "Composizione architettonica", "Progettazione architettonica e urbana" ma che al limite ci sappiano dire di quanti esami consta la facolta' di Architettura, (20?-23?-26?), ecco dunque per prima cosa, prima di impiccare tutti gli Architetti che hanno progettato il viadotto li interroghiamo, no, per carita' rifar fare loro l'Esame di Stato ...e che li vogliamo ammazzare? ma chiedere solo :

1) Di quanti esami consta la facoltaà di Architettura.
2)  Il nome di qualche esame che bisogna sostenere

Parenti e amici non debbono suggerire, ammesso che sappiano di cosa si stia parlando...Dopo di che verra' fuori la storia dei padri ( messi dalla mafia da qualche parte a comandare, non importa dove) che hanno comprato ai figli tutti gli esami, al ritmo di prendi 3 e paghi 2, di alunni che non sapevano neanche che facolta' frequentassero, storie di ponti e viadotti crollati, cara Eminenza, li mandi tutti a scuola a calci, guardi qua, manco un ponticello hanno saputo fare...

Ma Agrigento è famosa soprattutto per lo sfacelo della Valle dei Templi  per tutte le casacce ivi costruite, casacce di 15 piani dinanzi a vestigia uniche al mondo, e poi macchine parcheggiate male  in doppia e tripla fila , mondezza fuori dei cassonetti e cartacce e cicche per terra.

Cara Eminenza, a Lei il compito di rieducare tale triste schiatta dei figli della Magna Grecia, se Ella ha una mazza la suoni a tutti sul groppone a cominciare da quelli che hanno le orecchie piu' lunghe e pelose.Grazie.
come si dice in questo caso, quoto al cento per cento, anzi al centouno.Dolcissima TESSA  ricorderai quando nella Valle dei Templi venne Giovanni Paolo II e la sua famosa omelia che pronunzio con tutta la voce che aveva, CONVERTITEVI.  era  direttta ai mafiosi di quel territorio, ma loro non si sono convertiti ed hanno continuato a fare i loro sporchi interessi, Sul palco , a poche decine di metri dal Papa c'erano i politici,molti erano mafiosi, sono stati eletti  e poi rieletti ed oggi,  15 anni dopo il 2.000,  ancora leggiamo che in quelle zone ogni estate manca regolarmente l'acqua.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL PAPA E IL VESCOVO DEI MIGRANTI

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum