ENEIDE. I libro. vv 400-405. Sempre per te

Andare in basso

ENEIDE. I libro. vv 400-405. Sempre per te

Messaggio Da tessa il Mar Set 02, 2014 8:38 pm

Eneide . 1 Libro. vv 400-405. Sempre per te


Qui Venere , in veste di fanciulla, armata come una vergine di Sparta, appare ad Enea, approdato sulle rive della Libia, che non la riconosce ma, alla fine comprende che è la madre, allorchè:

......
Perge modo et, qua te ducit via, derige gressum."
  Dixit et avertens rosea cervice refulsit,
ambrosiaeque comae divinum vertice odorem
spiravere; pedes vestis defluxit ad imos;
et vera incessu patuit dea.....


Traduzione:

 Vai tranquillo, dirigi i tuoi passi dove la strada ti porta"
     Disse, e volgendosi rivelò lo splendore del collo,
i suoi capelli odorosi d'ambrosia spirarono
un profumo divino, la veste le discese
fluente sino ai piedi: si rivelò vera Dea

nell'incedere..........
avatar
tessa

Messaggi : 901
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: ENEIDE. I libro. vv 400-405. Sempre per te

Messaggio Da freg53 il Mar Set 02, 2014 9:58 pm

tessa ha scritto:Eneide . 1 Libro. vv 400-405. Sempre per te


Qui Venere , in veste di fanciulla, armata come una vergine di Sparta, appare ad Enea, approdato sulle rive della Libia, che non la riconosce ma, alla fine comprende che è la madre, allorchè:

......
Perge modo et, qua te ducit via, derige gressum."
  Dixit et avertens rosea cervice refulsit,
ambrosiaeque comae divinum vertice odorem
spiravere; pedes vestis defluxit ad imos;
et vera incessu patuit dea.....


Traduzione:
I due corpi si  scuotevano avvinghiati,muovono cauti,scattano felini,ristanno a tratti,alenano sudati,poi tornano,all'attacco repentini.  Schermano colle braccia,che i guatati torsi potenti cingono.Ora,chini sui due fianchi ,si gravano i costati e si torcono al suolo coi taurini.   muscoli tesi sull'ossa  crocchianti,coi muscoli di pietra poderosi,che,fremitando come archi scoccanti,si danno a terra la stretta suprema ,avviluppati com serpi furiosi,finchè l'un sorga e sotto l'altro frema.25.9.1923
 Vai tranquillo, dirigi i tuoi passi dove la strada ti porta"
     Disse, e volgendosi rivelò lo splendore del collo,
i suoi capelli odorosi d'ambrosia spirarono
un profumo divino, la veste le discese
fluente sino ai piedi: si rivelò vera Dea

nell'incedere..........
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum