UNA STORIA MAI RACCONTATA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

UNA STORIA MAI RACCONTATA

Messaggio Da freg53 il Lun Set 01, 2014 6:18 pm

Dopo 71 anni,è giunto il momento di raccontare una storia,quella di un componente della mia famiglia ,mio nonno,nato nel 1879  DECEDUTO NEL 1964,una STORIA CHE SI INTRECCIA  con avvenimenti di guerra accaduti nel territorio di Acireale.Chi dovesse percorrere la Via S.T.V.B.la PROVINCIALE  che collega la frazione di Piano D'api CON  IL CENTRO DELLA CITTA' si sarà accorto che in un terreno privato,sul fronte della strada,esiste una grande grotta dove è allocata una madonnina di Lourdes alta circa 90  CENTIMETRI.CHI E PERCHE' HA posto quella statua proprio in quel posto?  E PERCHE?Facciamo un PASSO INDIETRO.Come è a tutti noto fra il 9 luglio e il 17 Agosto del 1943 si è sVOLTA una delle più grandi operazioni militari   anfibie  della seconda guerra mondiale,lo sbarco delle truppe alleate in Sicilia che ha favorito la caduta del fascismo,la destituzione di Benito Mussolini  E IL SUCCESSIVO ARMISTIZIO.I comandi alleati avevano previsto di conquistare la Sicilia in sole due settimane MA LE OPERAZIONI MILITARI si protrassero per ben 39 giorni,in virtù della strenua difesa degli eserciti italiani e tedeschi.Due  FURONO LE BATTAGLIE veramente decisive,quella combattuta alle porte di Catania sul famoso Ponte di PRIMOSOLE, DESCRITTO  da Giovanni Verga nella sue novelle,sul fiume Simeto e quella di Centuripe,definita la Cassino Siciliana.Ci furono migliaia di morti da entrambe le parti,circa 40 mila fra italiani e tedeschi e 6.000 fra GLI ALLEATI ( CHI DOVESSE scendere all'aeroporto di Catania ad un certo punto noterà un segnale con l'indicazione Cimitero Americano).Poi LE TRUPPE ALLEATE dilagarono e il 5 Agosto entrarono a Catania,ma per raggIUNGERE lo stretto e la città di Messina mancavano ancora 90 chilometri.Fra Catania e Messina c'è la mia città Acireale,incastonata fra il  mare, con il grande costone della Timpa, e IL GRANDE VULCANO,l'Etna.Le truppe alleate dovevano passare per forza da Acireale.Proprio ad Acireale i tedeschi avevano DA TEMPO UN COMANDO.Fra l'ingresso sud della citta e l'uscita nord ci sono almeno 4 chilometri,i tedeschi per ritARDARE L'AVANZATA avevano danneggiato il ponte sulla ferrovia e dato fuoco al DEPOSITO DI CARBURANTi.nELLA ZONA NORD AVEVANO PIAZZaTO I MICIDIALI cARRI ARMATI e altro materiale bellico,avevano COSì  una visione completa del territorio.Ad Acireale poteva avvenire una nuova carneficina come quella su Simeto.Arrivarono truppe fresche tedesche che si aggiunsero a quelle già esistenti che fra l'altro avevano un buon rapporto con la popolazione,mentre i nuovi arrivati AVEVANO UNA SOLA MISSIONE DA COMPIERE,ritardare l'avanzata.Per questo avevano disegnato con delle grandi X le case che dovevano essere abbattute.Si insedio ad Acireale IL 4 REGGIMENTO  che era comandato daL TEnente Coloonnello Walker CHE COMANDAVA ANCHE UN GRUPPO DI PIONIERI,DI CICLISTI E DI TRASMETITORI,cioè militari che con le trasmissioni radio tenevano i reparti informati sull'evolversi della situazione.Un gruppo di questi trasmettitori,con a capo un giovanissimo tenente e una 15 INA  di componenti occupò la casa di mio nonno che per la posizione strategica dominava,dall'alto,tutto il territorio di Acireale E PERMETTEVA di osservare,dal golfo di Augusta a quello di Giardini Naxos.cON UNA SITUAZIONE DEL GENERE LA VITA DI MIO NONNO,di mia madre,della nonna e della zia,era VERAMENTE APPESA AD UN FILO,bastava una segnalazione e la casa poteva saltare in aria.Mio nonno  fù costretto a lasciare LA CASA,anche se il giovane tenente tedesco tenne un comportamento molto dignitoso,dicendo che lui aveva PAMPINI CON LA P IN GERMANIA E NON VEDEVA L'ORA CHE TUTTO FINISSE.mIO NONNO e la sua famiglia si rifugiarono  in una grotta naturale che la lava del 394 avanti cristo aveva disegnato 2.000  anni prima.LA SUA VITA ERA DAVVERO APPESA AD UN FILO Perché VERSO la casa venivano lanciate bordate di mitragliatrice. A  questo punto  mio nonno fece un voto,se esco vivo da questa vicenda costruirò una cappella di ringraziamento.Facciamo un passo indietro,l'otto Agosto gli inglesi entrano ad Acireale,occupano Piazza DUOMO MA Appena vengono inquadrati dai tedeschi subiscono alcune cannonate di avvertimento,anche i tedeschi sparano.Ma ENTRAMBI I COMANDI  capiscono che può ripetersi QUELLO CHE è SUCCESSO SUL sIMETO E ALLORA SI RAGGIUNse  UN TACITO ACCORDO,AI SOLDATI tedeschi venne  consentita una ritirata strategica senza ulteriori spargimenti  di sangue.In una notte  tutti i soldati tedeschi spariscono dA Acireale,LASCIArono  precipitosamente la casa da dove Vi scrivo e lasciarono  il ben di Dio,chilometri di fil di rame,che ancora oggi uso all'occorrenza,CASSE DI MUNIZIONI,persino pistole e fucili( Tutti ormai spariti).Mio nonno salvò   la vita ed ha adempiuto al voto,HA COSTRUITO LA CAPELLA ma non l'ha realizzata nella grotta dove ha passato diversi giorni ma sul ciglio  della strada in modo che tutti potessero vedere.E' una bella storia che ho voluto raccontare ai cittadini di Acireale che la sconoscevano ed anche a voi.Oggi quel posto è un luogo di culto,diversi sposi portano il mazzo DI NOZZE,la madonnina dieci anni fa è stata frantumata da un  pazzo ma noi l'abbiamo ricostruita.Nel profilo facebook ho postato le foto della grotta,le foto inedite dei militari inglesi NELLA PIAZZA DUOMO DI Acireale E QUELLE DEI SOLDATI TEDESCHI NEI DUE AVAMPOSTI.pER TROVARE QUESTE FOTO HO IMPIEGATO ANNI,MA ALLA FINE LE HO TROVATE E POSTATE.Due ultime annotazioni,resta ancora un mistero militare perché le truppe alleate consentirono ai 60.000 militari tedeschi in ritirata di attraversare lo stretto di Messina,determinando così un ricongiungimento con i reparti presenti in italia,Ad Acireale CI FURONO DEI Cittadini  CHE DOVREBBERO AVERE LA MEDAGLIA D'ORO ALLA MEMORIA perché,senza valutare il pericolo,cancellarono  di notte quelle grandi  X DISEGNATE SULLE case  che i pionieri tedeschi .avrebbero dovuto abbattere.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA STORIA MAI RACCONTATA

Messaggio Da afam il Lun Set 01, 2014 9:17 pm

Che bella storia, freg!

afam

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 28.08.13
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA STORIA MAI RACCONTATA

Messaggio Da Epoch il Mar Set 02, 2014 10:06 am

io ho difficoltà a leggere testi così lunghi tutti attaccati...
avatar
Epoch

Messaggi : 627
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA STORIA MAI RACCONTATA

Messaggio Da freg53 il Mar Set 02, 2014 1:30 pm

Epoch ha scritto:io ho difficoltà a leggere testi così lunghi tutti attaccati...
e allora la DivinA cOMMEDIA Perché è LUNGA NON L'HAI LETTA? Nell'era informatica si scrive così,non si può perdere tempo a stare dietro a tutte le regole.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA STORIA MAI RACCONTATA

Messaggio Da Epoch il Mar Set 02, 2014 2:00 pm

@freg53
Non metto a confronto quel testo con la nascita del nostro Italiano.
Leggo qualche canto della Divina commedia regolarmente.

Il mio preferito è il canto V dell'Inferno.

Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende
prese costui de la bella persona
che mi fu tolta; e ’l modo ancor m’offende.
     
Amor, ch’a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m’abbandona.

Amor condusse noi ad una morte:
Caina attende chi a vita ci spense».

La leggibilità è ottima.
avatar
Epoch

Messaggi : 627
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA STORIA MAI RACCONTATA

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum