Inchiesta Mose, clamorosi arresti In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan

Andare in basso

Inchiesta Mose, clamorosi arresti  In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan  Empty Inchiesta Mose, clamorosi arresti In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan

Messaggio Da Verci il Mer Giu 04, 2014 9:31 pm

VENEZIA - È Claudia Minutillo, l'ex fidatissima segretaria, a raccontare come funzionava il sistema corruttivo nel quale sarebbe coinvolto anche l'allora presidente del Veneto (lo è stato per ben 15 anni) e attualmente parlamentare di Forza Italia Giancarlo Galan. È proprio lei - come si legge nell'ordinanza - a confermare la "piena partecipazione" del politico (e anche dell'assessore alle Infrastrutture Renato Chisso): somme ingenti versate più volte durante l'anno, racconta, delle quali aveva saputo direttamente da Piergiorgio Baita che si era sfogato con lei.

Quel denaro serviva "per agevolare il Gruppo Mantovani nella presentazione e nell'iter burocratico relativi ai project financing che le società del gruppo Serenissima Holding presentavano in Regione". "Quiando Galan era presidente - ricorda la Minutillo - il controllo delle commissioni e degli assessorati era praticamente totale".

STIPENDIO ANNUALE DA CAPOGIRO PER GALAN E CHISSO

Sempre nell'ordinanza si legge di una sorta di "stipendio" annuo, dato a Giancarlo Galan, di circa un milione di euro. Cifre da capogiro: 900mila euro tra il 2007 e il 2008 "per il rilascio nell'adunanza della Commissione di Salvaguardia del 20 Gennaio 2004, del parere favorevole e vincolante sul progetto definitivo del "Sistema MOSE"". Ma non bastano: tra il 2006 e il 2007 ancora 900mila euro erano state versate "per il rilascio dell'adunanza del novembre 2002 e del gennaio 2005 del parere favorevole della COmmissione VIA della Regione Veneto si progetti delle scogliere esterne alle bocche di porto di Malamocco e Chioggia".

Renato Chisso 
riceve di meno, ma gli viene garantito unostipendio annuale oscillante tra i 200mila e i 250mila euro,dalla fine degli anni '90 - si legge ancora nell'ordinanza - fino ai primi del 2013. Non solo, secondo le contestazioni fatte dal gip di Venezia Alberto Scaramuzza, lo "stipendio" è stato consegnato "anche all'interno degli uffici della Regione Veneto". Secondo l'ordinanza, il presidente del Consorzio Nuova Venezia Giavanni Mazzacurati avrebbe corrisposto "personalmente e nell'ultimo periodo per il tramite di Sutto, anche all'interno degli uffici della Regione Veneto, uno stipendio annuale oscillante tra i 200mila e i 250mila euro". 

GALAN E LE MAZZETTE NELL'HOTEL
Soldi in contanti, ricevuti e intascati, ecco nel dettaglio quanto gli inquirenti contestano all'ex presidente del Veneto Giancarlo Galan: avrebbe ricevuto 200mila euro nel 2005 all'Hotel Santa Chiara di Venezia da Piergiorgio Baita attraverso la Minutillo (per finanziare la campagna elettorale). E ancora, 50mila euro nel 2005 versati in un c/c presso S.M International Bank Spa di San Marino (più cospicui finanziamenti per le campagne elettorali consegnati sempre da Baita alla Minutillo).

MAZZETTE ANCHE PER CHISSO
A Renato Chisso è contestata la ricezione di 250mila euro tra fine 2011 e inizio primavera 2012 all'Hotel Laguna Palace di Mestre, più centinaia di migliaia di euro consegnate annualmente da Sutto, Minutillo; Baita e Buson anche attraverso il segretario di Chisso, Enzo Casarin.

DENARO LIQUIDO MA NON SOLO
Baita corrompeva e lo sapeva fare in molti modi, come "intestare quote di società che avrebbero guadagnato ingenti somme dalla realizzazione dei project financing aprestanome dei politici di riferimento", gli amici, insomma. Ed ecco che alcune "quote di Adria Infrastruttire sono state intestate alla stessa Minutillio - racconta lei stessa - e alla P.V.P Sri, del Venuti che erano riconducibili rispettivamente a Chisso e Galan".

ANCHE BAITA CONFESSA: GALAN COINVOLTO
Interrogato, anche Piergiorgio Baita ha confermato il pieno coinvolgimento dell'ex presidente nel meccanismo fornendo dettagli sconvolgenti: i versamenti a Galan sono continuati anche quando il politico ha cessato di essere il presidente del Veneto: era lui, comunque, il politico di riferimento.

LA RISTRUTTURAZIONE DELLA VILLA DI GALAN
Fra le contestazioni a Galan ce n'è una particolare: quella di aver ottenuto il pagamento della ristrutturazione della propria villa di Cinto Euganeo, nel Padovano. Nel 2007/2008 venne ristrutturato il corpo principale e nel 2011 la barchessa dal Tecnostudio Srl a portarli a termine "che sovrafatturava alla Mantovani alcune prestazioni effettuate presso la sede Mantovani e presso il Mercato Ortofrutticolo di Mestre". Insomma, la casa diventava una reggia e Galan non sborsava un soldo: con le fatture false l'unica a pagare era la Mantovani. E non si parla di briciole: per la ristrutturazione la Mantovani ha sborsato 1.100.000 euro.

VENEZIA - Un tempestivo chiarimento della posizione di Giorgio Orsoni, posto ai domiciliari nella cosiddetta inchiesta Mose per l'accusa di aver ricevuto un maxi finanziamento illecito di 400mila euro, è l'auspicio espresso dal collegio di difesa del sindaco di Venezia, formato dagli avvocati Daniele Grasso e Mariagrazia Romeo, che definiscono poco credibili le vicende contestate. «La difesa del prof. Orsoni - rilevano i legali - esprime preoccupazione per l'iniziativa assunta e confida in un tempestivo chiarimento della posizione dello stesso sul piano umano, professionale e istituzionale. Le circostanze contestate nel provvedimento notificato paiono poco credibili, gli si attribuiscono condotte non compatibili con il suo ruolo ed il suo stile di vita. Le dichiarazioni di accusa vengono da soggetti già sottoposti ad indagini, nei confronti dei quali verranno assunte le dovute iniziative».


Ultima modifica di Verci il Mer Giu 04, 2014 9:45 pm, modificato 1 volta
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1148
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Inchiesta Mose, clamorosi arresti  In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan  Empty Re: Inchiesta Mose, clamorosi arresti In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan

Messaggio Da Verci il Mer Giu 04, 2014 9:44 pm

Ce n'è davvero per tutti:dal sindaco PD di Venezia all'eurodeputata (recentemente trombata alla europee) Sartori di FI, al deputato Galan, sempre di FI, per il quale il giudice ha chiesto l'autorizzazione al parlamento. Poi una ditta (la Mantovani) vincitrice di numerosi appalti con la formula del Project Financing. Poi ancora un assessore FI ed altre decine di persone arrestate, fra i quali funzionari regionali e, addirittura, un generale in pensione della guardia di finanza.

Il sistema tangentario, evidentemente, funziona ancora e bene. Resta lo schifo per un politica sempre più spesso formata di individui dediti al tornaconto personale. Tangentopoli non ha  nemmeno graffiato la scorza di questa gente. Anzi, ha sofisticato i metodi, come sembra sia avvenuto per le tangenti milionarie beccate da Galan.

Quanto ci sarà ancora da incidere per eliminare fino in fondo il bubbone purulento della corruzione? 


LINK 
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1148
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Inchiesta Mose, clamorosi arresti  In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan  Empty Re: Inchiesta Mose, clamorosi arresti In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan

Messaggio Da Epoch il Gio Giu 05, 2014 9:43 am

Ed in più mi chiedo, cosa facciamo ora con il pacco di soldi spesi e un'opera zoppa perché completa solo allo 80%?

Facciamo finire l'opera ha chi ha frodato?
Chi c'è di altri che potrebbe subentrare?

Cosa vuol dire in termini di ritardi, rifacimento di opere che nel frattempo si sono deteriorate, tempi delle gare di appalto se dovessero subentrare altri?

Questo mi fa arrabbiare, ed è per tutta questa serie di motivi, che sono contrario al TAV in val di Susa.

Unita al fatto che si realizzerà solo una galleria ed una inutile stazione, connessa alla vecchia linea in Italia come in Francia.

Considerato anche che è caduta la "bandiera" di linea utile a portare le merci da strada a ferrovia, visto che hanno deciso di usare la linea storica, finalmente sistemata l'anno scorso, per le merci. 
Documento Ufficiale (da pag.11)
A cosa servirà la nuova linea? A far passsare un TGV Milano-Parigi che attualmente su 4 corse al dì viaggia praticamente vuoto??

Ma stiamo scherzando?

http://blogeko.iljournal.it/dietrofront-sulla-tav-torino-lione-non-servira-per-le-merci-ce-lo-chiede-leuropa/79803

Questo è il livello generale delle opere in Italia!

Dobbiamo arrivare all'80% della linea AV per finire con la stessa caterba di arresti?

Perché comunque, per il cantiere del tunnel esplorativo che stanno scavando, si è adottato la stessa metodica di assegnazione, senza appalti perché c'era fretta di cominciare altrimenti la UE ritirava i finanziamenti, che comunque sono in bilico a causa delle lungaggini dei lavori.

Tunnel esplorativo che al massimo servirà come discenderia per i lavori del vero tunnel, perchè si trova ad una quota ed in una posizione completamente diversa dal tunnel vero.
Ricordo che solo una decina di anni fa, a pochissima distanza da dove stanno scavando quel tunnel, hanno finito di realizzare l'impianto di Pont Ventoux. L'impianto è completamente in galleria, in una caverna nella montagna.
Ebbene, dove avevano deciso di fare la sala generatori, a soli 500 metri all'interno della montagna si sono ritrovati con un lago sotterraneo di centinaia di migliaia di metri cubi di capacità. E non ne sapevano nulla!

Ed attualmente hanno notevoli problemi di infiltrazioni d'acqua in sala macchine...


Questa è l'orografia della zona. E adesso con una galleria di 2 km, pensano di capire cosa c'è per 50 km di tunnel??  

Anche qui si vedono i lavori all'Italiana...
Epoch
Epoch

Messaggi : 720
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Inchiesta Mose, clamorosi arresti  In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan  Empty Re: Inchiesta Mose, clamorosi arresti In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan

Messaggio Da Verci il Sab Giu 07, 2014 4:49 am

Purtroppo, caro Epoch, è ormai conclusione generale che le cosiddette "Grandi opere" non siano altro che uno sperperificio al servizio delle solite imprese e dei soliti politici. In altre parole, non si attivano le procedure per le grandi opere in quanto esse rispondono a una reale necessità (salvo, ovviamente, per alcuni casi. Vedi ad esempio il passante di Mestre), ma perchè il sistema imprese-politica-affari-tangenti deve marciare e non si può fermare.

Sulla TAV concordo con te. Leggendo uno dei link che hai citato, mi hanno sorpreso due cose:

1) - Che un tunnel sotto le Alpi di circa 60 chilometri il cui costo è stimato in 8,78 miliardi di euro, sia per il 58% a carico dell’Italia (così ha stabilito l’accordo con la Francia) anche se la galleria ricade solo per il 20% in territorio italiano. Evidentemente Pantalone paga come al solito.

2) Se l’Europa ha deciso che quel tunnel non serva per farci passare le merci, sembra davvero assurdo che per guadagnare un'ora di tempo per  andare da Torino a Lione, s ispendano tutti quei soldi. 

Ringraziamo il cielo che Berlusconi non è più al potere, altrimenti avremmo corso il rischio di far partire anche quella immensa dimostrazione di inutilità e di stupidità progettuale che è il ponte sullo stretto di Messina. 

Inchiesta Mose, clamorosi arresti  In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan  Ponte-di-messina
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1148
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Inchiesta Mose, clamorosi arresti  In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan  Empty Re: Inchiesta Mose, clamorosi arresti In manette Chisso, Casarin e Marchese. Domiciliari per Orsoni, richiesta di arresto per Galan

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum