Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Verci il Sab Mag 31, 2014 5:11 pm

Secondo lo Spiegel, il premier britannico avrebbe lanciato un clamoroso ultimatum di fronte alla possibile elezione dell'ex premier lussemburghese: "E' il simbolo della vecchia Europa".


BERLINO - Il premier britannico David Cameron ha minacciato di portare la Gran Bretagna fuori dall'Ue se Jean-Claude Juncker sarà nominato presidente della Commissione europea. Lo scrive il settimanale tedesco Der Spiegel citando fonti "vicine ai partecipanti" al vertice Ue di martedì scorso. Cameron avrebbe lanciato la sua minaccia riferendosi alla cancelliera tedesca Angela Merkel, che proprio ieri ha annunciato l'appoggio suo e del partito Cdu a Juncker, dopo alcune esitazioni.
 
Secondo quanto riferisce lo Spiegel, a margine del vertice Ue Cameron avrebbe posto il suo aut-aut in quanto una scelta simile farebbe traballare pesantemente

Le ragioni dello strappo di Cameron sarebbero nell'euroscetticismo del premier, più soft di quello del leader del partito di estrema destra Ukip, Nigel Farage, ma che si sta radicalizzando sempre di più proprio per il successo crescente di Farage. Non a caso Cameron ha annunciato di recente un referendum per l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea.

LINK



Non capisco bene (se vera) questa presa di posizione di Cameron nei confronti di Juncker....  Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 3288108709 
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1151
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Re: Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Erasmus il Sab Mag 31, 2014 7:00 pm

Verci ha scritto:Non capisco bene (se vera) questa presa di posizione di Cameron nei confronti di Juncker....  Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 3288108709 
a) Da quel che ho capito io, si sapeva già da prima delle elezioni che Cameron è contrario a Juncker.
Ci sono antiche ruggini, anche al di là del partito di Cameron, ossia di tipo "nazionalistico".
All'epoca del referendum francese sul trattato "Costituzione Europea" (29 maggio 2005) la presidenza dell'UE era lussemburghese e il premier era Juncker. La presidenza dell'UE passò il 1° luglio all'UK (di Blair). Il governo Blair si affrettò a rimandare "sine die" l'iter di ratifica del trattato. In Lussemburgo, invece, Juncker promosse  il referendum (non necessario!) dichiiarando che il governo si sarebbe dimesso in caso di prevalenza del NO. Vinse il SI'  superando il 56% (10 luglio 2005). Contemporaneamente e successivamente Juncker non riparmiò critiche pesanti alla presidenza britannica dell'UE. [Ma erano  ... sacrosante, dato che Blair non fece nulla di nulla, nemmeno preparare – come era tenuto a fare e come aveva pomposamente annunciato in PE – il budget per il prossimo settennio].
Quando poi tra i papabili alla presidenza del Consiglio (andata alla fine a van Rompuy) c'era Blair (raccomandato anche dal governo ombra di Cameron!) Juncker dichiarò che avrebbe fatto di tutto per impedire la nomina di quell'individuo!
[Blair è laburista e Cameron conservatore: ma si sa che per gli inglesi ... «right or wrong, my country!»]

b) Fosse vero che l'UK va fuori dai ... piedi (eufemismo)!
Purtroppo è un ulteriore bleuf dell'UK (non nuovo a queste mosse)!

Formalmente, ogni stato (anche Malta o il Lussemburgo!) può porre il veto su una sgradita candidatura alla presidenza della Commissione.
Ma questa volta ... è dura proporre qualcuno che non sia poi gradito alla maggioranza del PE.
Pensa che Schulz (tanto per condannare Cameron) è già schierato (a parole ... ma poi chissà?) in favore di Juncker.
Per conto mio, il meglio sarebbe Verhofstadt (candidato presentato dall'ALDE). Ma siccome non passerà, molto meglio Juncker di quel ambiguo (per niente trasparente) e carrierista di Schulz (che deve la sua popolarità alla "gaffe" di Berlusconi quella volta che n PE, invece di rispondere alle sue interpellanze disse che l'avrebbe proposto nel ruolo di "Kapo'" in un film sui campi di concentramento nazisti).

c) Io spero davvero che il PE "litighi" col Consiglio. Sarebbe finalmente ora che il PE rivendicasse la sua sovranità sul Consiglio!
Ben venga dunque il veto britannico a Juncker e a Verhofstadt, ben venga dal Consiglio una designazione (di compromesso) di qualcuno che non si è nemmeno candidato!  [Qualcuno ha già fatto il nome di Christine La Garde]. Ma non venga poi il tradimento del PE (già avvenuto in passato), il suo adattarsi alla fine ai compromessi del Consiglio, riconoscendo indirettamente la sudditanza dei parlamentari europei alle rispettive partitocrazie. E' proprio questo il tallone di Achille dell'UE! Nessun parlamento è nato perfetto, come Minerva, e maturo! I "poteri" i parlamenti se li conquistano! A meno che i parlamentari non siano "lacché" del "sovrano" precostituito. Ora il sovrano da cui emanciparsi è il "Consiglio" (dei governi nazionali),

Ciao, Verci!
––––––
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Sab Mag 31, 2014 10:18 pm, modificato 2 volte

_________________
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Re: Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Verci il Sab Mag 31, 2014 8:06 pm

Grazie delle spiegazioni, caro Erasmus. Inappuntabile e preciso, come sempre. Mi auguro solamente che da questa presa di posizione non derivino guai per l'Europa tutta. La minaccia di Cameron di uscire dall'UE sembra eccessiva, rispetto alla posta in gioco. Se è una mossa ad effetto, lo vedremo presto. L'Italia - more solito - sembra essere tagliata fuori dai giochi e nessun personaggio sembra avere i titoli per poter rivendicare posizioni influenti all'interno degli organismi dell'UE che veramente contano. Teniamoci comunque buono il nostro Mario Draghi, presidente della BCE....  
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1151
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Re: Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Erasmus il Dom Giu 01, 2014 12:42 am

Verci ha scritto:[...] L'Italia - more solito - sembra essere tagliata fuori dai giochi ...

Subito prima delle elezioni si diceva che Renzi tentasse di inserirsi nel gioco cercando l'alleanza di Cameron (per contenere il soverchiante peso che tuttora ha in Consiglio la Merkel).

Ma non credo che Cameron, specie ora che deve far fronte ai "sovranisti" dell'UKIP, possa allearsi col PD di Renzi, [PD che ora entrerà nel Gruppo S & D (socialisti europei) tutto tronfio per essere la componente maggioritaria di questo Gruppo].

Nel Consiglio Europeo di martedì scorso Hollande sembra che non abbia avuto peso, come fosse ancora sconvolto dalla débâcle elettorale dei socialisti francesi.

Si sa che da sempre (o meglio: tranne il  disgraziato periodo berluschino) il ruolo dell'Italia è quello di "cerniera" di collegamento tra la parte francese e la parte tedessca del "motore" (che resta franco-tedesco). Ma occorre che la parte francese di questo motore non sia a sua volta inceppata! 

Francamente, a parte Mitterand, dalla "sinistra" francese è venuto molto poco di buono. Qualcuno (in Sf) definiva "nefasto" il duo "Sarkozy/Merkel". Però ... molto meglio il dinamismo di "Sarko" del tira–e–molla di Hollande. Criticabile, certo, il "Fiscal Compact" (soprattutto perché massima espressione del metodo "intergovernativo" intrinsecamente "antidemocratico"). Ma almeno qualcosa si è fatto, qualcosa di collettivo, di europeo (isolando ancora una volta la Gran Bretagna).

Ho paura che si torni alla stagnazione.

Poco prima delle europee si parlava anche della "cooperazione rafforzata" (enhanced cooperation) di 10 paesi dell'UE (tra i quali Italia, Francia e Germania) per varare una Tobin Tax (impossibile a livello UE per la mancata unanimità). L'iniziativa risale ad un anno fa (appena partito il governo Letta) e comprendeva 11 paesi-membri tra i quali anche la Slovenia. Prima c'è stato un giudizio negativo di una commissione di giuristi (funzionari dell'UE) incaricata ad hoc. Ma non era un vero impedimento, avendo legalmente il solo valore di un parere. Poi c'è stato il ricorso della Gran Bretagna alla Corte di Giustizia dell'UE. [E intanto la Slovenia si ritirava dal gruppo]. Il ricorso è stato respinto (mi pare alla fine di aprile, quindi un mese fa). Ecco allora un paio di giorni di boom mediatico ... ed ora il silenzio!

In un mondo che evolve a velocità impensate fino a 25 anni fa, l'UE ci mette anni a dare il via alla sola proposta di una iniziativa ... che quasi sempre resta poi lettera morta o compromesso al ribasso se va bene!

Continuiamo così ... e per i nostri figli (o nipotini per noi ormai vecchioni) non ci sarà futuro!

____________

Ho appena letto (perché citata in un articolo di Euractiv) una celebre frase di Altiero Spinelli che mi pare attuale più che mai. 
«Dobbiamo anzitutto guardarci dal cadere, per disgusto dinanzi a certe colossali turlupinature, in un estremismo dottrinario. Nessuno di noi pensa che la Federazione europea debba uscire armata e perfetta come Minerva dal cervello di Giove. Noi sappiamo che il chiodo della Federazione potrà entrare nel durissimo legno delle sovranità nazionali un po’ alla volta, con una lunga serie di successivi colpi. Ma noi pensiamo che il martello con cui questi colpi van dati deve essere di ferro, mentre il martello funzionalista è di burro»

Insomma: o si fa davvero un salto di qualità, oppure i piccoli passi in avanti saranno nettamente insufficienti a tener dietro al vertiginoso cambiamento dell'assetto mondiale. Il declino mi pare ormai alle porte. 

[A meno che proprio il pericolo che incombe sugli europei non dia loro una salutare scossa.

Un proverbio veronese (da me altre volte citato) dice:

«Quando l'aqua la te riva al col te impari a ogàr» (="Quando l'acqua ti arriva al collo impari a nuotare").

Ma qualcuno aggiungeva: «Se te fe in tempo prima de negarte!» ("Purché tu faccia in tempo prima di annegare!")

-------
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 3972599242

===================
P.S.
A proposito della canditatura di Juncker (appoggiata ora apertamente dalla Merkel (ieri, 30 maggio 2014), metto il link all'articolo di EUobserver.com.
–––> La Merkel dà il suo appoggio a Juncker
==========================================
Merkel endorses Juncker after all
30.05.14 @ 18:52

BY VALENTINA POP
BRUSSELS - German Chancellor Angela Merkel on Friday (30 May) gave her first clear endorsement of Jean-Claude Juncker to become the next president of the EU commission, after criticism back home about EU leaders ignoring the democratic process.

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 8769fd3781c8fa652938b25eaa608e37-800x
Merkel with Juncker (r) and her German top candidate McAllister (l) at a rally in Berlin 
(Photo: Jean Claude Juncker photostream)

Speaking at a Catholics' gathering in Regensburg, Merkel said that the centre-right European People's Party and its top candidate (Spitzenkandidat) Juncker came in first after last week's EU elections.

"That is why I am now conducting all of my talks in the spirit that Jean-Claude Juncker should become president of the European Commission," Merkel said.

She said it was her "credo" to find a joint solution that doesn't "alienate people".

"That doesn’t mean giving up your position, just that you take a deep breath and ask one more time what the others want and what reservations there are. Europe is very laborious," Merkel added.

This is the first time she has given such strong backing for Juncker. After an EU summit on Tuesday where leaders decided not to explicitly endorse the former Luxembourg leader, she there are "others" who could do the job just as well. She added there would be lengthy negotiations with member states and the European Parliament, which also need to take into consideration the other top posts.

Juncker was opposed even within the EPP party by the leaders of Sweden and Hungary, as well as outside the EPP group by Britain's David Cameron and the Netherland's Mark Rutte.

But a backlash from members of her own coalition triggered Merkel's u-turn.

Elmar Brok, a leading MEP from her own Christian-Democratic Union, told Sueddeutsche Zeitung that EU leaders should "be aware of the fact that the European Parliament will insist on imposing the will of the voters".

Merkel's coalition partner Sigmar Gabriel, head of the Social Democrats, said in an interview with Tagesspiegel that Europe is in such a "difficult situation" that it needs both Spitzenkandidaten - Juncker and Martin Schulz, top candidate of the Social-Democrats.

Gabriel was making reference to the success of far-right and anti-EU parties in the EU vote, a fact that is likely to push the centre-right EPP and the Social-Democrats to work closely together.

Gabriel said Schulz should be part of the next EU commission, indicating that the German MEP may get a prominent post if Juncker becomes commission chief.

In addition, the mass-selling tabloid Bild Zeitung on Friday ran an editorial by its publisher with the title "Juncker must become president".

"One thing is clear: Europeans want Juncker to become EU president. Schulz has the second-best result. A third person, someone who didn't stand for election, should not get the job. Otherwise democracy turns into a farce. Maybe that was possible in the [east German] DDR or in right-wing nationalist banana republics. But not in the EU," wrote Matthias Doepfner, the CEO of Axel Springer publishing house to which Bild belongs.

For Juncker to become commission president, he needs a 'qualified majority' of member states, with bigger countries having a greater say. The UK alone, even if backed by Sweden, the Netherlands and Hungary, would not have enough votes to block the move.

So far, Merkel has sought to find compromises which don't alienate London.
=============================================


Ultima modifica di Erasmus il Sab Apr 25, 2015 10:07 pm, modificato 4 volte

_________________
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Re: Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Erasmus il Lun Giu 02, 2014 9:50 am

Un interessante articolo di EUobserver.com sui contrasti a riguardo della prospettiva di designare  Juncker alla presidenza della Commissione Europea.

Dopo il successo nelle elezioni Europee, il governo italiano non può mettersi ad appoggiare di colpo la candidatura della parte avversaria! Ma io sono convinto che, sotto sotto, anche Renzi stima Juncker più di Schulz.
Naturalmente, ancor meno Hollande (uscito malconcio dalle europee) può evitare di opporsi alla candidatura della parte avversa.
Tutti sanno che Juncker è un grande europeista. L'avversione più sincera a Juncker penso che sia quella di Cameron, se non altro per essere stato Juncker a capo dell'Eurogruppo fin dalla sua nascita (e grande difensore dell'Euro) ed essere invece l'UK (specie con Cameron) fieramente fuori dell'Eurozona.

Ma ecco l'articolo.

–––> Gli stati dell'UE in disaccordo su Juncker
http://euobserver.com/eu-elections/124428

===============================
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" A27d36a4a8c396d00f72df92b553cdfb-800x
Jean-Claude Juncker is causing a bit of stir among EU leaders (Photo: consilium.europa.au)

EU states at odds over Juncker
TODAY @ 09:28
by VALENTINA POP

BRUSSELS - Jean-Claude Juncker may have been endorsed by Germany for the European Commission top job, but Italy and France have signalled opposition, while Britain has warned about the consequences of choosing the former Luxembourg PM for the post.

A British official on Sunday (1 June) confirmed to Reuters that British PM David Cameron at an EU summit last week told fellow leaders that Juncker was not the right person for the job and that if he is picked, it will be more likely that Britons would vote to leave the EU.

The official however dismissed reports that Cameron threatened to bring forward a referendum on Britain's EU membership if Juncker became commission President.

German magazine Der Spiegel the same day had reported that Cameron told fellow leaders his government would be destabilised to such an extent if Juncker is picked, that the referendum planned for 2017 would need to take place sooner and that Brits would likely vote to leave the EU.

Der Spiegel also reported that German Chancellor Angela Merkel at that same summit opposed Juncker being appointed as the negotiator with member states and the European Parliament, and that she preferred EU Council chief Herman Van Rompuy to do the job instead.

On Friday, however, Merkel gave Juncker her strongest endorsement so far, saying that she is "now conducting all of my talks in the spirit that Jean-Claude Juncker should become president of the European Commission."

But Cameron is not alone in his anti-Juncker stance. Sweden and Hungary have already spoken openly against him.

And on Sunday, Italy's Prime Minister Matteo Renzi said Juncker has no automatic right to the post.

"Juncker is 'one' name for the Commission, but he is not 'the' name," Renzi said during an economic conference in Trento.

Renzi, who is a Social Democrat, is not part of the European People's Party which put Juncker forward as top candidate for the EU elections.

Another centre-left leader, France's Francois Hollande, is also reportedly against Juncker.

German mass-selling tabloid Bild am Sonntag reported that Hollande is trying to block Juncker and to get the post for his former finance minister, Pierre Moscovici.

Hollande's purported argument is that with the far-right National Front winning the EU elections in France, a signal of support for his government is badly needed.

For Juncker to get the nomination of EU leaders for the commission job, a 'qualified majority' is needed, where bigger states have a weightier vote. If Italy and France abstain or say No, while Britain, Sweden and Hungary vote No, Juncker does not have enough votes.

For his part, Juncker remains upbeat. He told Bild am Sonntag he is "optimistic about being chosen as the next Commission president by mid-July".

Being endorsed by EU leaders is only part of the process. He would then also need majority backing in the EP. The parliament is also due to vote again in autumn on the composition of the new EU commission, after conducting hearings of each commissioner candidate.

RELATED
Merkel endorses Juncker after all
EU leaders decline to endorse Juncker
================================================
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 3972599242


Ultima modifica di Erasmus il Sab Apr 25, 2015 10:19 pm, modificato 1 volta

_________________
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Re: Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Erasmus il Lun Giu 02, 2014 10:28 am

Erasmus ha scritto:Formalmente, ogni stato (anche Malta o il Lussemburgo!) può porre il veto su una sgradita candidatura alla presidenza della Commissione.
Devo fare pubblica ammenda per aver scritto questa affermazione ... sbagliata!

Ero convintissimo che la designazione del Presidente della Commissione Europea avvenisse all'unanimità (e anche quella dei singoli commissari, però su proposta del rispettivo governo nazionale).
Senz'altro era così una volta (per esempio nel 2004, alla prima Commissione Barroso).

Leggo però ora (nell'articolo qui sopra da EUobserver.com) ... ma il grassetto evidenziatore è mio):
«For Juncker to get the nomination of EU leaders for the commission job, a 'qualified majority' is needed, [...]»
Debbo allora ricredermi, considerando fuori discussione l'ineccepibile autorevolezza di EUobserver.com  (e la competenza di Valentina Pop).

Tra l'avvento e la scadenza della presidenza-Barroso c'è stato di mezzo il "Trattato di Lisbona" (nato come succedaneo dell'abortito Trattato "Costituzione Europea" col nome "Trattato di Riforma").
Pur non avendo presente cosa si dice  a proposito in questo trattato, senz'altro questa della maggioranza qualificata al posto dell'unanimità deve essere uno delle piccole "riforme" del Trattato di Lisbona (rispetto al precedente Trattato di Nizza) in direzione ... giusta!
–––––––––

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 3972599242

_________________
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Re: Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Erasmus il Sab Giu 28, 2014 9:45 pm

Il Consiglio Europeo del 26-27 giugno – come ormai è arci-noto – ha designato Juncker quale successore di Barroso alla presidenza della Commissione Europea.

La votazione era "a maggioranza qualificata".
Fino a 10 giorni fa si sapeva che Cameron non poteva coalizzare sufficienti oppositori alla candidatura di Juncker.
Ma si parlava di un peso complessivo 64 quando per riuscire a bloccare la maggioranza gli serviva un peso complessivo di almeno 92.
Al peso 64 si arrivava unendo i pesi dell'UK e di numerosi altri stati, come l'Olanda e i paesi "nordici" (in pratica Finlandia e Svezia e, forse, Danimarca).
Si sa anche che la Merkel è stata fotografata in compagnia di Cameron e dei premier svedese e finlandese (in barca su un lago ... che non ricordo più se in Finlandia o in Svezia, tanto meno che lago era). Era andata là appunto a consultarsi con chi si opponeva alla candidatura di Juncker.

Ma alla fine Cameron è rimasto con la sola compagnia del premier ungherese Viktor Orbán  (notoriamente ultra-nazionalista e piuttosto "autocratico"). E Juncker ha avuto 26 voti a favore su 28.

Juncker dovrà ottenere la ratifica del parlamento Europeo (che si riunirà verso il 10 luglio e deciderà a maggioranza assoluta Juncker SI' o Juncker NO probabilmente il 16 o il 17 luglio).
Ma la ratifica del PE pare scontata  dopo il vertice dei presidenti dei gruppi parlamentari al PE di qualche giorno fa, nel quale si sono alleati nel sostegno a Juncker i gruppi PPE (popolari, gruppo maggioritario), S & D (socialisti, secondo gruppo) e ALDE (liberal-democratici, gruppo calato rispetto al 2009) in modo da garantire a Juncker la maggioranza assoluta in PE.

Ecco il brano con cui inizia la parte "Conclusioni"(*) del rapporto di quest'ultimo Consiglio Europeo
Conclusions – 26/27 June 2014
________________________________________________________________________
The European Council agreed to propose Jean-Claude Juncker to the European Parliament as candidate for President of the European Commission. In this context, it agreed the strategic agenda of key priorities for the next five years. It invited the EU institutions and the Member States to fully implement these priorities in their work.»

(*) Documento in PDF che sta QUA
–––––
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 3972599242

_________________
Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" 0381f-b4ad898e-a471-49c4-ac42-83ba8322386f
Erasmus
Erasmus

Messaggi : 671
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente" Empty Re: Commissione Ue, l'allarme di Cameron: "Gb fuori dall'Unione con Juncker presidente"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum