Nero d'Avola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Nero d'Avola

Messaggio Da freg53 il Lun Mag 12, 2014 3:00 pm

Questo vino dal colore intenso.quasi nero,fu per secoli condannato al silenzio.O ancora peggio storpiato nella sua identità,raccontato come " vino calabrese".Si tratta di un'uva del territorio di Avola,un antico comune della provincia di Siracusa,dove la cultura della vite è stata sempre  di grande rilevanza,con prezzi delle uve valutate il doppio rispetto a quelle dei paesi vicini.E' verosimile che il vitigno nero d'avola  nasca come " Calavrisi" o " Calaulisi",ovvero "Calea ( sinonimo siciliano di uva) e " Aulisi" (di Avola).Di certo c'è che a partire dai primi anni novanta il nero d'avola si è imposto progressivamente sui mercati di tutto il mondo per la sua indiscussa personalità,il carattere fiero e aristocratico e l'inconfondibile mediterraneità.I dati  dell'osservatorio vitinicolo regionale dell'Irvos parlano di una crescita significativa della superficie vitata a Nero d'Avola  dai 14.259 ettari del 2.000 agli attuali 18.830 ettari,che ne fanno la seconda cultivar di Sicilia dopo il cataratto bianco comune. Di seguito indichiamo alcuni  neri d'Avola d'eccellenza.molti famosissimi.altri meno noti.Il più famoso è certamente il " Duca Enrico"della Duca Di Salaparuta.Segue poi il "Sagana" della casa vinicola Diego  e Alberto Cusumano proveniente dai terreni calcarei di Riesi e Butera.C'è poi il " Mille e una Notte"  della casa vinicola di Donnafugata.Poi il premiatissimo "Harmonium" di Firriato.Poi il "Rosso del Conte" del conte Giuseppe Tasca D'Almerita.
avatar
freg53

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 25.04.14
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nero d'Avola

Messaggio Da Verci il Mer Mag 14, 2014 5:04 am

Mi sembrava che, almeno un tempo, "Corvo" e "Duca di Salaparuta" fossero la stessa cantina. Del Corvo ho sempre apprezzato il "Rosso", che bado sempre di portare a cena quando andiamo a trovare uno dei migliori amici, trapiantato in Veneto ma siciliano di Augusta. Vedo che apprezza molto, non solo il vino, ma anche il pensiero alla sua terra d'origine. Sul Nero d'Avola devo dire che in commercio ci sono vini prestigiosi, come quello a cui fai riferimento, ma anche - purtroppo - produzioni che non badano molto alla qualità e che mettono in vendita il nobile prodotto a prezzi stracciati. In quel caso, meglio astenersi. 
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum