Grosseto, il tribunale al Comune: "Riconoscete quel matrimonio gay"

Andare in basso

Grosseto, il tribunale al Comune: "Riconoscete quel matrimonio gay"

Messaggio Da Verci il Gio Apr 10, 2014 7:15 am

I giudici ordinano di trascrivere nei registri civili un'unione fra due maschi celebrata a New York. "Nel codice civile non ci sono riferimenti al sesso fra le condizioni necessarie al matrimonio"

GROSSETO - Il tribunale di Grosseto ha ordinato al Comune "di trascrivere nei registri di stato civile il matrimonio" fra due maschi, italiani, celebrato con rito civile nel dicembre 2012 a New York. Secondo il giudice, nel codice civile "non è individuabile alcun riferimento al sesso in relazione alle condizioni necessarie" al matrimonio.

Il tribunale di Grosseto ha deciso sul ricorso presentato dalla coppia - attraverso l'avvocato Claudio Boccini - dopo che l'ufficiale di stato civile del Comune di Grosseto si era rifiutato "di trascrivere nei registri di stato civile l'atto di matrimonio", ritenendo, fra l'altro, che non fosse possibile farlo perché "la normativa italiana non consente che persone dello stesso sesso possano contrarre matrimonio".

Il tribunale di Grosseto, invece, ha ordinato la trascrizione nel registro di Stato civile perché non è "previsto, nel nostro ordinamento, alcun ulteriore diverso impedimento derivante da disposizioni di legge alla trascrizione di un atto di matrimonio celebrato all'estero" e perchè la trascrizione non ha natura "costitutiva ma soltanto certificativa e di pubblicità di un atto già valido di per sè".

L'architetto Giuseppe Chigiotti, che a New York ha sposato Stefano Bucci a New York, dichiara a Repubblica Tv: "Se siamo ricorsi alla giustizia, è solo perché non abbiamo fiducia nella classe politica italiana: sappiamo che in Italia non sarà mai possibile. Ci sono politici gay, perfino sposati, che non dichiarano la loro omosessualità, e che magari sono sposati all'estero".

LINK
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Grosseto, il tribunale al Comune: "Riconoscete quel matrimonio gay"

Messaggio Da animalo il Gio Apr 10, 2014 3:08 pm

Da quanto riesco  a comprendere dalle poche righe dei giornali sembra che la sentenza sia aderente alla legge dei matrimoni contratti all'estero, anche se è in contrasto con una legge esistente che vincola la possibilità del "matrimonio" solo ad una coppia composta da  un maschio ed una femmina; d'altronde un'altra legge afferma che il/la transessuale che si è fatto/a operare agli organi genitali esterni in tal guisa da assumere la "forma" (e non la sostanza) dei genitali del sesso opposto deve essere considerato/a appartenente a tale sesso.
A questo punto mi domando: se un maomettano, legalmente sposato con tre mogli, in un paese in cui questo tipo di matrimonio è legalmente consentito e riconosciuto dalla legge, chiedesse la trascrizione? Ebbene, quale dovrebbe essere la risposta'
A voi l'ardua sentenza.

animalo

Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 31.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Grosseto, il tribunale al Comune: "Riconoscete quel matrimonio gay"

Messaggio Da tessa il Gio Apr 10, 2014 6:48 pm

Caro Admin Verci, questi sono discorsi amplissimi (come quelli sulla pena capitale) e sono stati versati fiumi e fiumi d'inchiostro in merito.
In tempi antichissimi le leggi di Dio, vietando rapporti omosessuali, indirizzavano gli uomini verso una sessualita' procreativa, certo anche la donna con una donna prova piacere ( a me piacciono solo gli uomini, ma cerco di comprendere le motivazioni di certe leggi) e l'uomo con un uomo prova piacere, ma ricordiamoci che ai tempi di Mose' la vita media era attorno ai 25 anni, dicono. Ancor prima Rachele, attorno ai 14 anni, mori' dando alla luce Beniamino. Le leggi di Dio vietano i rapporti sessuali durante le mestruazioni perchè in genere non c'è ovulazione, certo se si sta male con dolori fortissimi e flusso abbondante non si ha voglia di fare l'amore, ma verso gli ultimi 2 giorni , quando il flusso è piu' leggero e i dolori scomparsi, quasi tutte le donne fanno l'amore. Penso che anche questa proibizione voglia indirizzare l'uomo primitivo verso una sessualità procreativa, semplicemente perchè la vita era brevissima.
Non ho trovato nell'Antico Testamento una condanna della masturbazione e della sessualità in genere, come avviene nel Nuovo Testamento. Gli Ebrei si sposavano a 13 anni e quindi non avevano problemi sessuali, diciamo. C'è nel Levitico la proibizione di andare con uomini, per un uomo, e con le donne  per una donna, di andare con gli animali per tutti, perche' non c'è riproduzione della specie anche se si prova piacere e la vita era brevissima. A volte mi sono sentita fare certe domande, tipo, Ma se un uomo va con una capra, cosa nasce? Dunque, non nasce niente perchè il concetto di specie è definito in base alla fecondabilità. Ogni tanto me lo chiedono, da non credere.
Giunto il Cristianesimo, soprattutto per merito di Paolo abbiamo un forte inasprimento della morale sessuale,il comandamento "Non commettere adulterio" diventa "Non commettere atti impuri", e vi sono ammassati tutti e neanche io, che mi definisco cattolica, so piu' quanti siamo.
Cominciamo col dire che anche lussuria e concupiscenza  nel matrimonio sono vietate, in pratica è vietato un po' tutto pero' solo chi è stato addestrato fin da piccolo ad andare al catechismo, a seguire prediche e rosari puo' capire, gli altri non comprendono e ridono solo. Siccome c'è una spiegazione anche per questa sessuofobia cattolica- ma è troppo lunga e chi è interessato puo' comprarsi tutti i libri che vuole in materia- io diro' solo che questa sessuofobia è legata all'idea di Kènosi di cui ho gia' parlato, cioe' la Kènosi di Gesu' in croce, cioe' spoliazione, Gesu' spoglio' sè stesso fino alla morte e alla morte di croce (Lettera ai Filippesi), per cancellare i nostri peccati, per aiutarci a portare le nostre croci. Chi comprende e obbedisce non ride, chi non comprende dunque non obbedisce, si innervosisce, parla di  integralismo, etc
Questo da un punto di vista religioso.
Da un punto di vista civile facciamo sposare tutti ma senza pensioni di reversibilità per non mandare a picco l'INPS, perchè mi infastidisce che il giovimetto di 18 anni dell'Ucraina sposi un vecchietto di 103 anni, preso da grandissimo amore...
Un abbraccio
avatar
tessa

Messaggi : 815
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Grosseto, il tribunale al Comune: "Riconoscete quel matrimonio gay"

Messaggio Da Verci il Ven Apr 11, 2014 11:22 pm

lo-anima ha scritto:.......
A questo punto mi domando: se un maomettano, legalmente sposato con tre mogli, in un paese in cui questo tipo di matrimonio è legalmente consentito e riconosciuto dalla legge, chiedesse la trascrizione? Ebbene, quale dovrebbe essere la risposta'
A voi l'ardua sentenza.
Temo che non avrebbe molte speranze: al più ne potrebbe far riconoscere una e mantenere le altre due come conviventi. Cmq, la questione della coppia gay è diversa. Il giudice ha infatti riconosciuto la validità del matrimonio contratto negli USA, non essendo specificato nel codice civile italiano che i coniugi devono essere di sesso diverso l'uno dall'altro. Va da sè che, a suo tempo, gli estensori del codice civile e delle norme matrimoniali, non avrebbero mai pensato che questa specificazione fosse necessaria, dato per scontato che il matrimonio poteva avvenire solamente fra un uomo e una donna.
avatar
Verci
Admin

Messaggi : 1054
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Grosseto, il tribunale al Comune: "Riconoscete quel matrimonio gay"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum