Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone"

Andare in basso

Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone" Empty Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone"

Messaggio Da tessa il Dom Mar 30, 2014 6:02 pm

Caro Verci, bella giornata di sole e di mare, ci sarà traffico per tornare a Roma sulla Cristoforo Colombo. Solo poco fa ho avuto tempo di sfogliare Repubblica e ho trovato degli errori (meglio orrori)nell'articolo "religioso " di Scalfari. In genere gli articoli "religiosi" di Scalfari ti piacciono molto ed è strano che tu non ce l'abbia ancora postato.
Prima Scalfari dice che il Papa ha detto Messa in vaticano bastonando tutti, ma io vorrei veramente vedere bastonati questi 10% di italiani che detengono il 50% del reddito nazionale con bastonate vere.
Poi  scrive a pag.25 una serie di inesattezze ,parla della donazione di Costantino del 313  e poi dice che Costantino autorizzo' la raffigurazione della croce sui vessilli. Tutto falso ed è molto strano che Scalfari sbagli.
1) Non vi fu mai la "Donazione di Costantino". Nella chiesa dei SS Quattro Coronati a Roma -dove vi sono pure santi con squadre e compassi in mano e non solo in quella chiesa, in molte qui a Roma,- vediamo affreschi con donazioni di palazzi da parte di Costantino alla Chiesa,  ma è falso, non perchè lo scrive Lorenzo Valla nella "Falsa donazione di Costantino" ma anche perche' insigni esegeti e storici hanno appurato che cio' non avvenne mai. Costantino aveva tutto il potere, era come il princeps Augustus, e oltre a un riconoscimento vago al cristianesimo come religione dell'Impero- i cristiani erano la setta piu' consistente e Costantino non voleva subbugli- cristiano non fu mai , e come tutti sanno, fu battezzato solo in punto di morte e contro la sua stessa volontà, e non voleva dare altro ai cristiani.

2) Poi Scalfari scrive che Costantino autorizzò la raffigurazione della croce sui vessilli. E' falso perchè l'immagine della croce entro' nella Chiesa solo nella prima metà del V sec.
 Gesu' non fu cocifisso su una croce ma su un palo. Per i condannati i romani usavano un palo verticale , chiamato "patibulum ", gia' piantato nel terreno, e uno orizzontale , chiamato "crux". Tutti questi pali , gia' pronti, venivano trasportati dalle navi romane, perchè Roma aveva un esercito moderno e organizzato. In Palestina c'era poca legna e quindi i pali venivano portati con navi, gia' lo dissi. In genere si usava solo il palo verticale per risparmiare legname. L'agonia del condannato era atroce e cosi' fu per Gesu'. Nei primoi 5 secoli non abbiamo raffigurazioni di croci ma Gesu' viene raffigurato solo come il Buon Pastore-in epoca bizantina sara' il Pantokràtor-, nelle catacombe di S.Callisto abbiamo la famosa cripta del Buon Pastore. Si sceglieva la figura del Buon Pastore perchè l'atrocitò del supplizio su un solo palo era troppo violento. Poi si scelse di utilizzare il simbolo della croce che esisteva da millenni, come esistevano da millenni i  simboli della  svastica, del pentacolo, etc.
Quindi Costantino non poteva mettere sulle bandiere il vessillo della croce. Cio' che avrà messo , penso, siano le prime due iniziali del nome di Cristo, in greco Christos, e quindi una Ch e una Ro incrociate sembravano una croce, anche questo simbolo è frequesnte nelle catracombe.
Scalfari si deve limitare a economia e finanza, pero' pure sulla falsa donazione di Costantino ha vacillato.
Vorrei sapere che ne pensi, quando avrai tempo.
Un abbraccio
tessa
tessa

Messaggi : 1044
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone" Empty Re: Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone"

Messaggio Da Verci il Lun Mar 31, 2014 6:02 am

Ti risponderò, cara Tessa. Abbi solo un po' di pazienza.

Ciao. Verci.  Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone" 1326021764 
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone" Empty Re: Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone"

Messaggio Da Verci il Gio Apr 03, 2014 6:03 am

Cara Tessa, non sono un cultore di storia delle religioni e, in particolare, di quella cattolica, ma mi fa molto piacere leggere le tue considerazioni in merito ad alcuni punti dell'articolo di Scalfari. Considerazioni sulle quali non c'è alcunchè da dubitare, visto che le documenti in modo appropriato come farebbe qualsiasi storico che attingesse primariamente alle fonti. 

Di Costantino ricordo (come memoria remota della mia infanzia) l'anno 313, in cui fu emanato il famoso Editto e quella raffigurazione più fantastica che reale della frase "In hoc signo vinces" che gli sarebbe apparsa scritta  su una croce infuocata, prima della battaglia contro Massenzio. 

Da lì, di seguito, l'apparizione del Cristo in sogno che "consigliò" Costantino di apporre tale simbolo sugli scudi. La tua spiegazione sul simbolismo crociato è un po' più profonda, rispetto alla rappresentazione tradizionale che se ne è sempre data.  Va da sè che tutto questo faccia forse più parte della leggenda che della realtà, anche se i fatti sono narrati da storici di valore.

Sul fatto che Scalfari si debba occupare di economia e di politica più che di religione non sono d'accordo, svarioni imperdonabili a parte. Sarebbe come chiedere ad Odifreddi di limitarsi alla sola matematica nel momento in cui scrive che "La vera religione è la matematica, il resto è superstizione. O, detto altrimenti, la religione è la matematica dei poveri di spirito."  Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone" 1326021764 

Provocazioni a parte, credo che sia non solo più che legittimo, ma anche auspicabile che i laici si occupino della Chiesa, dei suoi momenti bui, delle falsità e delle contraddizioni storiche, così pure come degli orrori che al suo interno sono avvenuti. Tutto ciò con spirito critico, naturalmente, ma anche con onestà intellettuale nel riconoscere evidenze che, magari, si vorrebbero mettere da parte per pura avversione anticlericale.

Odifreddi non ha trascurato un'analisi critica di alcuni punti della religiosità attuale e passata, traducendo questo suo lavoro  nel noto libro "Perché non possiamo essere cristiani (e meno che mai cattolici)", che offre chiaramente una visuale laica di un testo biblico. Il che, se di per se stessa può essere considerata una contraddizione in termini, non ne diminuisce il valore documentale e critico.

Quante volte abbiamo subito, fin da piccoli un'educazione religiosa autoritaria, codificata, tanto indiscutibile quanto pretesa infallibile.... Forse Scalfari ed Odifreddi tentano di reagire nel modo in cui scrivono, rispetto ad una visione dogmatica della religione che ha pervaso - inutile negarlo - i primi lustri della nostra vita. E forse, chissà, lo potrebbero fare - e la cosa non sorprenderebbe - anche per amore di quella stessa religione.
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone" Empty Re: Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone"

Messaggio Da tessa il Gio Apr 03, 2014 6:36 pm

Caro Verci, mi ricordo questo verso in greco:

" Makàrioi oi ptokhoi to pnèumati
(beati i poveri in spirito)
perchè di essi è il regno dei cieli..."

Mio padre mi ha fatto imparare a memoria le beatitudini di Matteo in greco (lui non crede a niente) e anche l'Incipit di Giovanni e la Lettera ai Filippesi e qualche altra cosa dei Vangeli. L'ebraico purtroppo non me l'hanno fatto studiare, da piccoli s'impara molto, peccato. (Da quando ho letto che in carcere Dell'Utri studiava l'ebraico mi è passata la voglia di andare avanti con l'ebraico...)

Spesso mi sono chiesta chi siano i "poveri in spirito", gli stupidi assolutamente no, quelli che non afferrano l'ironia neanche, gli ignoranti neppure, penso ch siano coloro che tollerano, sopportano,un po' come i miti e come i puri di cuore ma a un livello piu' alto, forse sono persone che nessuno nota e che mandano avanti il mondo.
Hai ragione, anche i laici, gli atei si devono occupare di Dio.
 Io parlavo di grossolani errori storici, sui vessilli non poteva starci la croce all'epoca di Costantino, visto che tale simbolo fu introdotto nel V sec.
Mi sembra tuttavia che il popolo italiano non sia molto oppresso ora dalla religione cattolica, dai vari sondaggi i  cattolici risultano in totale disaccordo col Papa al 90%. Sono in disaccordo sulla contraccezione, vogliono il sacerdozio femminile, sarebbe buona cosa ,la comunione ai divorziati risposati, ma diamola a tutti la comunione, non credo che si presenti in chiesa a ricevere l'eucharistia lo strangolatore di Boston, ancora con le mani insanguinate, ma se anche cosi' fosse non sarebbe male, ma non accettano ancora i matrimoni omosessuali, come il Papa, qua il discorso si fa lungo.
Ci sono libere elezioni, tutti noi nella nostra famiglia abbiamo votato per la sinistra, poi si lamentano della Chiesa quelli che hanno votato per il CDX. non vedo in tutti i modi, oggi, questo gran potere della Chiesa, ognuno puo' esprimare il proprio parere con elezioni e referendum.
 La Chiesa dice che vi è un libro sacro la Tora' in cui vi sono le leggi che Dio ha dato a Mosè, Gesu' ha detto che neanche uno iota della Legge avrebbe cambiato, c'e' chi obbedisce per paura dell'inferno, chi per far piacere a Dio, il discorso è molto lungo, e qui si scomoda l'antropologia, la psichiatria, la sociologia ma ripeto che vi sono libere elezioni e referendum vari e nessuno obbliga l'altro a comportarsi in quello o in quell'altro modo.
Un abbraccio
tessa
tessa

Messaggi : 1044
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone" Empty Re: Critica a Scalfari "Yes we can,ma Gesu' prese anche il bastone"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum