5) Eucharistia (ringraziamento). Pasqua ebraica.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

5) Eucharistia (ringraziamento). Pasqua ebraica.

Messaggio Da tessa il Sab Mar 01, 2014 11:38 am

Caro Verci,
passiamo al commento di Esodo 12.
Qui vi sono persone di cultura elevatissima in tutti i modi commentiamo.Ho riportato quasi per intero il cap 12 dell'Esodo. La Pesah, o Pasqua ebraica, ha un'etimologia sconosciuta. In Esodo 13 si spiega poi che Jahve ha "saltato" od "omesso" o "protetto" le case degli israeliti, ma non è una spiegazione secondaria.
In inglese per pasqua ebraica si usa pass-over contratta in Passover, è il Signore che passa oltre e non punisce gli israeliti.
Si parlava dell'importanza del banchetto.
Come detto il libro dell'Esodo ricorda il comando di Dio riguardo alla cena pasquale:" Questo giorno sarà per voi un memoriale; lo celebrerete come festa del Signore: di generazione in generazione, lo celebrerete come un rito perenne."
" Memoriale" è una parole che esprime una realtà ben piu' profonda che un semplice ricordo storico. Significa che in questa celebrazione rituale, il mistero ( evento) si fa di nuovo presente in tutta la sua efficacia per chi lo compie nella fede. Per cui la famiglia ebraica che celebrava il rito annuale della Pasqua, doveva sentirsi unita strettamente all'antica gente dell'esodo: il Signore continuava a passare, a liberare,  a rinsaldare la loro unione, nel momento in cui essi si cibavano del medesimo agnello e dello stesso pane azzimo.
Gesu' ha scelto proprio questo rito per farne il segno della nuova Pasqua e perpetuare cosi' la memoria del suo passaggio dalla morte alla risurrezione.


                                      SEGUE
avatar
tessa

Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 30.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum