I veri obiettivi del Governo Renzi

Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Lun Feb 24, 2014 11:17 pm

E’ entrato in carica a partire dal 22 febbraio 2014 il Governo presieduto da Matteo Renzi, che segue i Governi Monti e Letta. Tutti e tre questi Esecutivi sono stati imposti dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il pretesto per queste scelte è la crisi economica finanziaria che attanaglia il nostro paese.
Il Governo Monti ha causato un peggioramento netto della nostra economia ed è stato lo stesso Mario Monti ad ammetterlo in un’intervista alla CNN nel maggio del 2012 in cui ha dichiarato di aver distrutto la domanda interna. Poi è seguito il Governo Letta che ha solo mantenuto lo status quo instaurato dal Governo Monti. Si è reso quindi necessario un cambiamento. Un nuovo governo scelto da Napolitano. Vale a dire il Governo Renzi che promette di cambiare registro.
Vediamo i punti del programma illustrato oggi da Renzi in Senato. Il nuovo presidente del Consiglio ha auspicato il raggiungimento degli Stati Uniti d’Europa per rendere anche l’Italia di nuovo competitiva sul piano internazionale. Infatti secondo Renzi l’unione fa la forza. Prima del semestre europeo di luglio in cui l’Italia sarà presidente di turno, Renzi ha richiamato la necessità di varare riforme in tema di fisco, lavoro, pubblica amministrazione, giustizia. Renzi promette lo sblocco dei pagamenti alle imprese, l’accesso al credito delle piccole e medie imprese, la riduzione a doppia cifra del cuneo fiscale attraverso misure non legate esclusivamente alla revisione della spesa. In questo modo farebbe ripartire l’economia dando la possibilità di nuove assunzioni. Ma a che prezzo tutto ciò? Il prezzo è il Jobs Act che Renzi promette di varare a marzo, che prevede il Contratto di inserimento a tempo indeterminato a tutele crescenti, facendo così credere che con meno diritti si assumerebbe di più.
Perciò questa crisi artefatta, dopo aver distrutto la dignità degli italiani, tenta di renderli disposti ad accettare anche la perdita dei loro diritti pur di riavere un lavoro.
Sul versante delle riforme istituzionali e costituzionali Renzi ha dichiarato di aver raggiunto un accordo che va oltre la maggioranza e che riguarda tre punti: la legge elettorale (il cosiddetto Italicum), il superamento del bicameralismo perfetto attraverso la trasformazione della Senato in un’Assemblea delle autonomie di secondo grado (con un ddl che sarà esaminato a marzo dal Senato), la revisione del titolo V ovvero delle ripartizione delle competenze tra Stato e Regioni (con un ddl che sarà esaminato alla Camera). Il Governo, inoltre, ha pronto un ddl per abolire le province prima delle elezioni di maggio. Questo significa, con la legge elettorale che prevede lo sbarramento all’8% per i partiti che si presentano da soli, l’esclusione dalla Camera dei Deputati, della maggior parte dei partiti italiani. Facendo diminuire la possibilità del confronto democratico. Con l’abolizione del Senato si mira demagogicamente ad incolpare ai costi della politica la motivazione di una crisi creata ad arte per soggiogare i popoli. Si vuole creare un unico centro di potere, infatti Renzi vuole impedire il voto alle prossime provinciali di maggio facendo abolire le Provincie, abolendo quindi le differenze territoriali. Renzi ha promesso inoltre di revisionare il titolo V della Costituzione affermando che ci sono troppe divisioni territoriali che impediscono il funzionamento della macchina amministrativa. Ma il vero intento è quello di creare un unico blocco di potere dove le minoranze e le rappresentanze territoriali non avranno più voce in capitolo. Quindi meno democrazia e meno diritti politici per i cittadini. Abolendo il Senato e le Provincie si abolisce anche la storia del Paese.
Il Governo Renzi vuole continuare con le privatizzazioni e favorire l’ingresso degli investimenti stranieri che tanto danno stanno portando alle nostre piccole e medie imprese che sono costrette a chiudere anche per la concorrenza delle multinazionali straniere. I cambiamenti in Italia con questo programma saranno solo apparenti perchè nella sostanza i cittadini italiani non avranno più voce in capitolo sulle decisioni delle istituzioni politiche che obbediscono a diktat provenienti dai centri di potere della finanza speculativa internazionale.


http://conoscererendeliberi.wordpress.com/2014/02/24/i-veri-obiettivi-del-governo-renzi/

novaragiacomo

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 13.01.14

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da Verci il Gio Feb 27, 2014 5:15 pm

Vien da chiedersi perchè e in che modo Renzi dovrebbe riuscire là dove altri, prima di lui, hanno clamorosamente fallito. Lo sblocco del pagamento alle imprese che vantano crediti nei confronti delle PPAA dovrebbe avvenire attraverso l'utilizzo delle risorse della cassa depositi e prestiti, ovvero di quello che è in gran parte il risparmio postale. Aumenterebbe, quindi, ancor più il debito pubblico dello Stato, aggirando il limite UE di superamento del 3% del rapporto debito pubblico/PIL. 

Vendere il nostro patrimonio immobiliare? Magari le spiagge e le vette alpine? Estinguere le migliori risorse di partecipazione statale quali l'ENI, che fruttano ogni anno miliardi di  € di profitto? Tassare le rendite finanziarie, senza toccare i BOT in possesso delle classi meno agiate? E quali tasse verranno ridotte? L'Irpef, l'Ilor, l'IVA e chi più ne ha più ne metta? Intanto da sabato aumenteranno per l'ennesima volta le accise sul carburante. Di 1/4 di centesimo a litro sembra. Una misura del governo Letta, a scadenza temporale nel governo Renzi. 

Meglio comunque evitare di fasciarsi la testa prima di essercela rotta. Staremo a vedere quali saranno i primi concreti passi e poi giudicheremo. Quanto più obiettivamente possibile. 
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Ven Feb 28, 2014 1:48 am

Verci ha scritto:Vien da chiedersi perchè e in che modo Renzi dovrebbe riuscire là dove altri, prima di lui, hanno clamorosamente fallito. Lo sblocco del pagamento alle imprese che vantano crediti nei confronti delle PPAA dovrebbe avvenire attraverso l'utilizzo delle risorse della cassa depositi e prestiti, ovvero di quello che è in gran parte il risparmio postale. Aumenterebbe, quindi, ancor più il debito pubblico dello Stato, aggirando il limite UE di superamento del 3% del rapporto debito pubblico/PIL. 

Vendere il nostro patrimonio immobiliare? Magari le spiagge e le vette alpine? Estinguere le migliori risorse di partecipazione statale quali l'ENI, che fruttano ogni anno miliardi di  € di profitto? Tassare le rendite finanziarie, senza toccare i BOT in possesso delle classi meno agiate? E quali tasse verranno ridotte? L'Irpef, l'Ilor, l'IVA e chi più ne ha più ne metta? Intanto da sabato aumenteranno per l'ennesima volta le accise sul carburante. Di 1/4 di centesimo a litro sembra. Una misura del governo Letta, a scadenza temporale nel governo Renzi. 

Meglio comunque evitare di fasciarsi la testa prima di essercela rotta. Staremo a vedere quali saranno i primi concreti passi e poi giudicheremo. Quanto più obiettivamente possibile. 



Sì ma se il buongiorno si vede dal mattino c'è poco da sperare con questo personaggio...

novaragiacomo

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 13.01.14

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da Aginulfo il Dom Mar 09, 2014 6:33 am

La mia personale sensazione è che Renzi sia partito con il piede sbagliato e che il personaggio la stia facendo troppo poco elegantemente fuori dal vaso. A parte le contraddizioni palesi tra il dire e il fare (ricordo che egli aveva affermato come mai sarebbe diventato Presidente del consiglio se non tramite regolari elezioni), l'azione di killeraggio politico del povero Letta e la  consueta cencellizzazione dei ministeri e sottosegretari vari, il governo Renzi è partito male, ovvero con l'aumento dei carburanti e del limite della Tasi (spero di non aver sbagliato sigla) sulla prima casa. Un grande provvedimento al mese, aveva farlocchiato il toscano. Se il buon giorno si vede dal mattino, fra qualche tempo si scatenerà la tempesta.

I veri obiettivi del Governo Renzi Big

Aginulfo

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 09.03.14

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Dom Mar 09, 2014 11:41 am

Aginulfo ha scritto:La mia personale sensazione è che Renzi sia partito con il piede sbagliato e che il personaggio la stia facendo troppo poco elegantemente fuori dal vaso. A parte le contraddizioni palesi tra il dire e il fare (ricordo che egli aveva affermato come mai sarebbe diventato Presidente del consiglio se non tramite regolari elezioni), l'azione di killeraggio politico del povero Letta e la  consueta cencellizzazione dei ministeri e sottosegretari vari, il governo Renzi è partito male, ovvero con l'aumento dei carburanti e del limite della Tasi (spero di non aver sbagliato sigla) sulla prima casa. Un grande provvedimento al mese, aveva farlocchiato il toscano. Se il buon giorno si vede dal mattino, fra qualche tempo si scatenerà la tempesta.

I veri obiettivi del Governo Renzi Big




Personalmente non penso che Renzi abbia veramente tradito Letta. Infatti in realtà è tutto un gioco politico nel tentativo di far credere agli italiani che ora le cose sarebbero migliorate con Renzi... Ma al di là di questo, prendendo per ipotesi che avesse davvero tradito Letta, chi mai si potrebbe fidare di un traditore...

novaragiacomo

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 13.01.14

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da animalo il Lun Mar 10, 2014 1:10 pm

Signor Verci, a parer mio i problemi di questo paese sono a monte, ed i nodi di decenni stanno venendo ora al pettine; tenterò di enumerare alcuni esempi.
- un deputato dello stato del brandeburgo (2,5 circa milioni di abitanti) ha un'indennità di 4300 E, un consigliere regionale della liguria (1,5 milioni di abitanti) più del doppio
- i parlamentari i-taliani  al parlamento europeo sono quelli che hanno sempre percepito lo "stipendio" superiore a quelli di tutti gli altri paesi (e non si dimentichi che la "politica" di questo paese ha sempre inviato al parlamento europeo i "trombati")
- gli ufficiali delle effe effe AA italiche sono sempre stati promossi dal grado di colonnello a quello di generale due o tre anni prima di andare in pensione, al fine di adeguare la loro pensione
- gli atleti italiani alle olimpiadi percepiscono in caso di vittoria un premio in denaro da due a tre volte superiore a quello percepito dagli atleti tedeschi
- i militari italici, pur di essere assegnati alle missioni all'estero, pagavano bustarelle, quando le famiglie dei militari britannici protestavano per le difficoltà a vivere
- le retribuzioni dei funzionari e dirigenti delle aziende partecipate da comuni, regioni sono abbondantemente sopra la media del mercato
- nella magistratura italica la retribuzione dei magistrati ha scatti automatici in base all'anzianità (nell'industria privata gli scatti automatici sono stati abiliti)                            
- limitandomi al piemonte voglio esporre alcuni fatti (e parlo del pd, partito meno lurido e sporco di quello che ha come riferimento il maiale di arcore):
Torino: il presidente provinciale piddista saitta nega il permesso all'ikea per la costruzione di un centro commerciale, che avrebbe assicurato 250 posti di lavoro, più quelli dell'indotto; i proprietari dei terreni, coltivati prevalentemente a mais e scarsamente redditizi sarebbero stati ben felici di vendere.
Torino: il fu sindaco chiamparino, quello che lasciò il comune con un debito di TREMILASEICENTO MILIONI, più circa CINQUECENTO MILIONI nelle partecipate, più lo scandalo del centro informatico che fa pagare il doppio del mercato per le sue prestazioni, sarà eletto come presidente della regione piemonte.
Torino: la bresso, quella che lasciò quattro anni or sono la regione piemonte con un debito di OTTOMILA MILIONI è sempre in politica; i suoi ultimi atti furono l'acquisto da parte della regione dell'ex-stabilimento pininfarina, che non da nessun reddito perchè è fermo e chiuso, e l'avallo del piano industriale di due imbroglioni, i rossignolo, padre e figlio.
Si potrebbe continuare, Signor Verci, ad libitum, ma da questa estremamente parziale enumerazione comprenderà perchè abbia voluto salvaguardare i risparmi della famiglia (non ho mai viaggiato in bmw o mercedes, ma oggi certamente non viaggio con un "cessino" fiat che mi offre, in contenuti tecnici 2000 E in meno di quanto mi offre una coreana), che ormai sono fortunatamente fuori da questo paese.

animalo

Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 31.07.13

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Lun Mar 10, 2014 2:19 pm

lo-anima ha scritto:Signor Verci, a parer mio i problemi di questo paese sono a monte, ed i nodi di decenni stanno venendo ora al pettine; tenterò di enumerare alcuni esempi.
- un deputato dello stato del brandeburgo (2,5 circa milioni di abitanti) ha un'indennità di 4300 E, un consigliere regionale della liguria (1,5 milioni di abitanti) più del doppio
- i parlamentari i-taliani  al parlamento europeo sono quelli che hanno sempre percepito lo "stipendio" superiore a quelli di tutti gli altri paesi (e non si dimentichi che la "politica" di questo paese ha sempre inviato al parlamento europeo i "trombati")
- gli ufficiali delle effe effe AA italiche sono sempre stati promossi dal grado di colonnello a quello di generale due o tre anni prima di andare in pensione, al fine di adeguare la loro pensione
- gli atleti italiani alle olimpiadi percepiscono in caso di vittoria un premio in denaro da due a tre volte superiore a quello percepito dagli atleti tedeschi
- i militari italici, pur di essere assegnati alle missioni all'estero, pagavano bustarelle, quando le famiglie dei militari britannici protestavano per le difficoltà a vivere
- le retribuzioni dei funzionari e dirigenti delle aziende partecipate da comuni, regioni sono abbondantemente sopra la media del mercato
- nella magistratura italica la retribuzione dei magistrati ha scatti automatici in base all'anzianità (nell'industria privata gli scatti automatici sono stati abiliti)                            
- limitandomi al piemonte voglio esporre alcuni fatti (e parlo del pd, partito meno lurido e sporco di quello che ha come riferimento il maiale di arcore):
Torino: il presidente provinciale piddista saitta nega il permesso all'ikea per la costruzione di un centro commerciale, che avrebbe assicurato 250 posti di lavoro, più quelli dell'indotto; i proprietari dei terreni, coltivati prevalentemente a mais e scarsamente redditizi sarebbero stati ben felici di vendere.
Torino: il fu sindaco chiamparino, quello che lasciò il comune con un debito di TREMILASEICENTO MILIONI, più circa CINQUECENTO MILIONI nelle partecipate, più lo scandalo del centro informatico che fa pagare il doppio del mercato per le sue prestazioni, sarà eletto come presidente della regione piemonte.
Torino: la bresso, quella che lasciò quattro anni or sono la regione piemonte con un debito di OTTOMILA MILIONI è sempre in politica; i suoi ultimi atti furono l'acquisto da parte della regione dell'ex-stabilimento pininfarina, che non da nessun reddito perchè è fermo e chiuso, e l'avallo del piano industriale di due imbroglioni, i rossignolo, padre e figlio.
Si potrebbe continuare, Signor Verci, ad libitum, ma da questa estremamente parziale enumerazione comprenderà perchè abbia voluto salvaguardare i risparmi della famiglia (non ho mai viaggiato in bmw o mercedes, ma oggi certamente non viaggio con un "cessino" fiat che mi offre, in contenuti tecnici 2000 E in meno di quanto mi offre una coreana), che ormai sono fortunatamente fuori da questo paese.




E naturalmente poi arriva Monti che distrugge coscientemente e volutamente la domanda interna facendo finta di salvare l'Italia...


novaragiacomo

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 13.01.14

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da Epoch il Lun Mar 10, 2014 4:03 pm

[quote="novaragiacomo"]
Aginulfo ha scritto:Personalmente non penso che Renzi abbia veramente tradito Letta. Infatti in realtà è tutto un gioco politico nel tentativo di far credere agli italiani che ora le cose sarebbero migliorate con Renzi... Ma al di là di questo, prendendo per ipotesi che avesse davvero tradito Letta, chi mai si potrebbe fidare di un traditore...


secondo me è lo stesso Letta che gli ha detto "Prego, accomodati, fai tu strada." Ma si è malignamente dimenticado di aggiungere "Attento al baratro due passi più avanti"....
Epoch
Epoch

Messaggi : 708
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Lun Mar 10, 2014 9:46 pm

Epoch ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:
Aginulfo ha scritto:Personalmente non penso che Renzi abbia veramente tradito Letta. Infatti in realtà è tutto un gioco politico nel tentativo di far credere agli italiani che ora le cose sarebbero migliorate con Renzi... Ma al di là di questo, prendendo per ipotesi che avesse davvero tradito Letta, chi mai si potrebbe fidare di un traditore...


secondo me è lo stesso Letta che gli ha detto "Prego, accomodati, fai tu strada." Ma si è malignamente dimenticado di aggiungere "Attento al baratro due passi più avanti"....



Ah perché no...  I veri obiettivi del Governo Renzi 3897401197  Direi un concorso di colpa ;-)

novaragiacomo

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 13.01.14

Torna in alto Andare in basso

I veri obiettivi del Governo Renzi Empty Re: I veri obiettivi del Governo Renzi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum