Progetto Lazarus: è giusto riportare in vita animali estinti?

Andare in basso

Progetto Lazarus: è giusto riportare in vita animali estinti? Empty Progetto Lazarus: è giusto riportare in vita animali estinti?

Messaggio Da Samael il Mer Ott 30, 2019 2:07 pm

L’idea di Michael Archer e dei suoi colleghi è quella di sostituire i nuclei cellulari presenti nelle uova di una rana donatrice vivente, con quelli prelevati da campioni della specie estinta. Alcune delle uova sottoposte a questo speciale trattamento hanno iniziato spontaneamente il processo di divisione cellulare e si sono sviluppate fino a dar vita a degli embrioni. Nessuno di loro è sopravvissuto più di qualche giorno, ma l’analisi del loro DNA ha confermato che nel loro patrimonio genetico era presente materiale proveniente dalla rana scomparsa.
Il progetto di Archer ha scatenato il dibattito nella comunità scientifica internazionale e le proposte di “de estinguere” animali e piante gli sono arrivate da tutto il mondo.
Ma non è la prima volta che gli scienziati si impegnano in progetti simili.
Un team di scienziati sud coreani della Sooam Biotech Research Foundation ha stretto tempo fa un accordo con l'Università della Russia Nord Orientale per clonare e riportare in vita un mammuth. L'idea è in questo caso quella di estrarre il DNA da uno dei fossili degli animali conservato nei ghiacci della Siberia e inserirlo nel nucleo di un ovulo prelevato da un moderno elefante indiano.
Progetto Lazarus: è giusto riportare in vita animali estinti? 1437750766_thumb
Mi chiedo se tutto questo sia positivo per la natura... Possiamo dire che sia eticamente giusto?
Samael
Samael

Messaggi : 469
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Progetto Lazarus: è giusto riportare in vita animali estinti? Empty Re: Progetto Lazarus: è giusto riportare in vita animali estinti?

Messaggio Da Verci il Mer Ott 30, 2019 4:44 pm

Un tempo si pontificava sul fatto che le razze generassero le specie e le specie, nel corso dell'evoluzione, dessero origine a nuove razze e così via. Processi dai quali non è possibile tornare indietro, in quanto unidirezionali. Le specie del passato non possono, quindi, ritornare spontaneamente. I progressi della genetica potrebbero teoricamente riportare in vita i mammut, ma è impossibile solo pensare di trovare qualche loro nucleo ben conservato, contenente un DNA che non sia altamente frammentato. La clonazione della pecora Dolly, in fondo, ha già dato evidenza del successo di un procedimento di clonazione, ma in condizioni ben diverse e molto più favorevoli. Diversamente si potrebbe partire da tecniche quali la CRISPR che consente di introdurre in un nucleo di una specie affine vivente, ad esempio, di elefante indiano, sequenze ancora integre del DNA di mammut e utilizzare poi il nucleo così ottenuto in un processo clonazionale. Con un tasso di successo verisimilmente scarsissimo se non fallimentare. 
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1170
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum