Genesi, 32,23-33 . Giacobbe lotta con Dio.

Andare in basso

Genesi, 32,23-33  . Giacobbe lotta con Dio. Empty Genesi, 32,23-33 . Giacobbe lotta con Dio.

Messaggio Da tessa il Dom Mag 12, 2019 11:21 pm

Questo è un brano tra i più affascinanti e misteriosi
della Bibbia, che conquistò anche musica, letteratura, arte.
Fa parte della tradizione Jahwista. In tutto il ciclo di Giacobbe
domina la benedizione che egli cerca in tutti i modi di accaparrare,
nel ciclo di Abramo dominava l'obbedienza.
Giacobbe, l'intraprendente Giacobbe, era il fratello gemello di Esaù
che per fame si era venduto la primogenitura per il famoso piatto
di lenticchie, Isacco, oramai vecchio e cieco benedisse Giacobbe e aveva
una sola benedizione da dare. Così Giacobbe se ne andò dallo zio
Labano a lavorare e sposò prima la figlia Leah, poi Rah'el, poi le loro schiave
ed aveva così 11 figli, mancava solo Beniamino che doveva ancora nascere.
Lascia la Transgiordania e si avvia verso la Terra Promessa, con tutto  il
bestiame e gli armenti, sa che deve affrontare Esaù, che non vede da 20 anni,
e si ferma sulle rive del fiume Iabbok, affluente  del Giordano,
che da sempre segnava il confine orientale della Terra Promessa.
Giacobbe fa attraversare il fiume alle mogli e ai bambini, poi al bestiame
e resta solo ad attendere Esaù che era rimasto in Idumea.
E'solo, è notte, l'angoscia lo assale, ed ecco giungere un personaggio
misterioso , nella Bibbia è scritto "ish" che vuol dire uomo,  ma è usato
spesso per dire qualcuno, e iniziano a lottare, il vincitore sembra Giacobbe ,
e l'altro per non soccombere gli sferra un colpo all'articolazione dell'anca per
sgusciare via. ( Per questo tuttora gli israeliti non mangiano il nervo ischiatico).
L'essere misterioso dice, lasciami andare, e Giacobbe risponde, non ti lascerò
andare se non mi avrai benedetto. Von Rad ( il teologo protestante) dice che Giacobbe
aveva capito trattarsi di una forza divina e gli chiede un'altra benedizione, con prepotenza.
Gli dice l'aggressore, non ti chiamerai più Giacobbe ma Israele.
Ora Israele ha almeno 10 significati esoterici, accettiamo il più usato, esso significa
"Contendere_-sarah-con Dio-El ". Il passaggio dello Iabbok per Giacobbe fu quasi
un atto iniziatico, e poi aveva un altro nome.
Arrivò Esaù ma si abbracciarono in Idumea, ed Esaù là resto' e Giacobbe prosegui'
verso la Terra Promessa, poi gli nacque dall'adorata Rah'el  Beniamino, ma lei morì
per darlo alla luce.
tessa
tessa

Messaggi : 1072
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Genesi, 32,23-33  . Giacobbe lotta con Dio. Empty Re: Genesi, 32,23-33 . Giacobbe lotta con Dio.

Messaggio Da Samael il Lun Mag 13, 2019 2:36 pm

Genesi, 32,23-33  . Giacobbe lotta con Dio. 233px-lutte_de_jacob_avec_lange 
Come hai detto, l'Angelo si è lasciato sopraffare da Giacobbe. Dio non volle che l'Angelo si servisse di tutta la sua forza nel lottare con Giacobbe. Del resto il fatto che con un semplice tocco avesse ridotto Giacobbe a non potersi più reggere in piedi mostra chiaramente con quanta facilità avrebbe potuto superarlo, se non addirittura ucciderlo. Ma con ciò Dio volle dare a Giacobbe un segno certo che con molta facilità egli avrebbe potuto superare non solo Esaù, ma tutti i nemici e ogni tipo di contraddizione.
Giacobbe riceve la benedizione dall'Angelo. La prende per sè e per la sua discendenza. In questa benedizione è prefigurata la benedizione che avrebbe accompagnato la Chiesa sino alla fine dei secoli, facendone superare ogni momento burrascoso. Ed è prefigurata anche la benedizione che accompagna ogni credente se rimane fedele a Cristo. 
Samael
Samael

Messaggi : 398
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum