Arte e pazzia.

Andare in basso

Arte e pazzia. Empty Arte e pazzia.

Messaggio Da Samael il Sab Apr 27, 2019 1:53 pm

Che le persone estrose e creative siano anche un poco folli è convinzione di tanti. 
Anche negli studi epidemiologici è stata più volte osservata una correlazione: tra i familiari di persone che soffrono di disturbi psichici, come il disturbo bipolare o la schizofrenia, ci sono più artisti, che siano musicisti o pittori, che nella popolazione normale. Perché?
La creatività può essere vista in diversi modi. Comunemente si ritiene che la persona creativa applichi un approccio originale alla soluzione di problemi, e abbia uno stile di pensiero diverso da quello degli altri. Anche le persone affette da schizofrenia e disturbo bipolare hanno spesso delle anomalie nei processi cognitivi.
C'è una radice genetica comune in questi processi cognitivi? 
È stata questa l’ipotesi di partenza di alcuni ricercatori, che hanno sfruttato un ampio database che raccoglie i dati di decine di migliaia di persone. Il gruppo di Kari Stefansson (neurologo Islandese), nello studio pubblicato su Nature Neuroscience, riporta che tra chi è portatore delle varianti genetiche più comunemente associate a un rischio aumentato di disturbi mentali c’è una maggiore probabilità di essere artista. In altre parole, i ricercatori hanno osservato che chi ha i geni considerati più a rischio per schizofrenia e disturbo bipolare è più probabile appartenga a una delle associazioni nazionali islandesi che riuniscono attori, ballerini, musicisti, artisti visuali e scrittori.
Eppure sembra riduttivo ricondurre l'arte ad un malfunzionamento. Voi che ne pensate?
Samael
Samael

Messaggi : 447
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Arte e pazzia. Empty Re: Arte e pazzia.

Messaggio Da tessa il Sab Apr 27, 2019 4:25 pm

Veramente a me non risulta questa correlazione, per un Van Gogh o un Rotkho fuori di testa abbiamo avuto artisti serissimi e coscienziosi , vedi Vermeer, di cui già parlammo, e tutti i grandissimi da Michelangelo, Giotto, Masaccio, Filippo Lippi, Filippino Lippi,  Raffaello Sanzio, fino a Chagall, Picasso e a tanti altri, tutti con la testa sulle spalle e intenti a far quattrini.
Non servono queste gallerie scavate in un sottosuolo dostoevskiano a cercare una correlazione tra arte e follia.
tessa
tessa

Messaggi : 1141
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum