Amnistia ed indulto.

Andare in basso

Amnistia ed indulto. Empty Amnistia ed indulto.

Messaggio Da animalo il Sab Ott 12, 2013 1:46 pm

Questo non vuol essere un intervento ammantato di paludamenti politici.
Molte voci si sono levate in questi tempi per un'amnistia e/o indulto, da molte parti politiche e non.
Nessuna voce si è levata a parlare per le vittime.
E parlo di coloro che sono stati vittime di conducenti ubriachi o intossicati, parlo di coloro la cui vita è stata rovinata da abili truffatori, e potrei procedere.
 Non parlo certo degli spacciatori di cannabis, vittime a loro volta di una società falsa ed ipocrita.
Ma, per un principio di equità, NON si può, per alcun motivo, condonare la pena a coloro che hanno causato gravi danni ad altre persone.
Perchè altrimenti, se si dimenticano le vittime, si legittima il principio che la giustizia bisogna farsela da soli.

animalo

Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 31.07.13

Torna in alto Andare in basso

Amnistia ed indulto. Empty Re: Amnistia ed indulto.

Messaggio Da Verci il Dom Ott 13, 2013 8:04 am

Se andiamo a vedere, ad esempio, il contenuto della proposta del socialista Barani, non v'è che darti ragione. Tale proposta, infatti,  prevede che l'amnistia e l'indulto vengano concessi rispettivamente per reati fino a 6 e a 5 anni di pena detentiva, senza alcuna distinzione di tipologia di reato. 

Non solo: l'indulto è concesso nella misura non superiore a 8 anni a chi faccia completa divulgazione di tutti i fatti rilevanti relativi a reati commessi durante la loro partecipazione in organizzazioni criminali, Addirittura potrà essere applicato anche ai reati di mafia ex art.416 bis. Dulcis in fundo,  potranno comunque godere dei provvedimenti di clemenza anche i recidivi.

Val la pena di ricordare che la differenza fra amnistia e condono è che la prima cancella letteralmente il reato commesso e, quindi, rende sostanzialmente "vergine" il reo, mentre la seconda cancella la pena ma reca intatta l'evidenza del reato. 

Il non differenziare i reati contro la persona da reati di natura ben diversa come quelli contro il patrimonio o che, comunque, riguardino attività ilecite come lo spaccio o la detenzione di cannabis, è in ogni caso semplicemente vergognoso.

Se per un malcelato tentativo di uguaglianza fra soggetti colpevoli di reati fra loro diversi,  si vuole mettere sullo stesso piano lo stupro e il furto in un supermercato, significa che il nostro socialista ha una visione semplicemente craxiana del problema. 

Includere anche i reati di mafia, probabilmente potrà servire a rimettere in libertà qualche politico. Tanto per fare un nome a caso: Dell'Utri. Berlusconi, naturalmente, è già ampiamente incluso in questa ipotesi di provvedimenti. 
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum