Situazione "interessante" in Venezuela.

Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da ART- il Dom Gen 27, 2019 9:40 pm

Folkloristicamente parlando, abbiamo una paese in mano a un dittatore comunista che viene appoggiato da altri due paesi sudamericani d'uguale tendenza (Bolivia, Uruguay) ma anche... dall'oligarchia fascistoide di Putin e dalla Cina, i quali da molto tempo sfruttano i debiti e lo stato di debolezza del Venezuela, il primo in funzione anti-USA e il secondo per procurarsi petrolio a prezzi stracciati. A contrastarli ovviamente gli USA ultradestrorsi di Trump e l'UE in generale. In Italia poi il camerata Salvini ovviamente contrasta Maduro (ok non democratico ma pur sempre dell'opposta sponda), mentre i mentecatti a 5 stelle non sanno esattamente dove sbattere la testa: il chavismo li ha sempre affascinati ma gli effetti catastrofici dello stesso sul Venezuela sono impossibili da nascondere.

Ditemi voi se questa non è definibile una specie di nuova guerra fredda in piena regola, con sola la differenza rispetto al passato che i comunisti di tutto il mondo fingono di non vedere che Putin è tutto fuorchè di sinistra.
ART-
ART-

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da Epoch il Lun Gen 28, 2019 4:29 pm

Io ci vedo un quasi paragone con il Cile di Salvador Aliende.
Due forze che si scontrano sul suolo Venezuelano per far gara a chi mette mano sulla sua grande ricchezza, il petrolio.

Tanto chi piange disperato è sempre il Popolo.

Per inciso non so chi sia meglio Se il nuovo autoproclamato e subito appoggiato sedicente presidente o se quel poco raccomandabile Maduro.
Epoch
Epoch

Messaggi : 708
Data d'iscrizione : 03.12.13
Località : Valle di Susa

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da Verci il Mar Gen 29, 2019 5:02 am

Gli Stati Uniti sono storicamente ben noti come destabilizzatori, anche di governi democraticamente eletti (vedi Alliende in Cile, come ben evidenziato da Epoch). L'autoproclamazione, come presidente, di un individuo non eletto direttamente, lascia perpliti. Di fatto si tratta di un vero e proprio golpe che non lascia sperare nulla di buono, ammesso e non concesso che si possa concludere pacificamente. La presa di posizione di alcuni stati europei (Francia, germania, Spagna ed altri) , che danno l'ultimatum a Caracas, riconoscendo nel contempo un presidente non democraticamente eletto, è sorpremdente. Più prudente l'atteggiamento di Conte, che - non riconoscendo comunque il neo-presidente - ha auspicato elezioni libere e la necessità di una riconciliazione nazionale. Come questa potrà avvenire, lo vedremo nelle prossime settimane.
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da ART- il Dom Feb 17, 2019 2:28 am

Verci ha scritto:Gli Stati Uniti sono storicamente ben noti come destabilizzatori,

,esattamente come i loro rivali sovietici / russi.

Questa volta in mezzo non ci sono solo gli USA ma anche e soprattutto Russia e Cina, che già da molto tempo hanno perseguito con successo una politica di accalappiamento del Venzuela giocando soprattutto sul gigantesco debito che quel paese ha accumulato verso di loro. Guaidò non è stato democraticamente eletto ma si tratta pur sempre della risposta a un presidente che democratico non è, che ha stancato il popolo fin troppo.
Diciamola tutta, non solo una parte.

Epoch ha scritto:Due forze che si scontrano sul suolo Venezuelano per far gara a chi mette mano sulla sua grande ricchezza, il petrolio.

Tanto chi piange disperato è sempre il Popolo.

In questo caso in realtà le forze sono ben quattro (Cina, Russia, USA, India), di cui due (Russia e USA) giocano una partita esclusivamente politica.

Come noto il Venezuela ha fatto l'errore di basare quasi totalmente le entrate dello Stato su una sola risorsa, quel petrolio di cui tanto abbonda e che quando aveva prezzo molto elevato garantiva un flusso di soldi sufficiente, trascurando tutto il resto. Meno noto è che contrariamente a quanto si potrebbe pensare queste enormi riserve di petrolio non sono per niente ben sfruttate dal paese: la compagnia petrolifera di Stato, PDVA (Petroleos de Venezuela), da fine anni '90 viene usata come gallina dalle uova d'oro da cui attingere a volontà per finanziare spese e politiche discutibili, senza un minimo d'attenzione per efficienza e redditività, e come se non bastasse molti dei suoi dipendenti esperti sono stati buttati fuori per aver partecipato a scioperi, facendo così scadere le capacità tecnologiche e operative della società.

Tutto questo ha portato il Venezuela ad indebitarsi fortemente, sia per sostenere i progetti governativi che per l'esportazione di petrolio a prezzi stracciati in vari paesi amici o presunti tali. In particolare nell'ultimo decennio sono nati debiti e ipoteche varie per decine di miliardi nei confronti di Cina e India, che non hanno perso tempo ad approfittare della situazione per accalappiare il Venezuela e procurarsi petrolio a basso prezzo come contropartita. Non a caso questi due paesi e la Russia, interessata a sostenere un governo notoriamente anti-USA, sono i principali alleati di Maduro.

Al contrario di altri paesi in cui il petrolio conta molto nei bilanci, il Venezuela non si è neanche mai preoccupato di cercare di diminuire la sua dipendenza dall'elemento idrocarburi, tentando di diversificare e/o sviluppare riserve finanziarie che permettessero di rimanere in piedi in caso di turbolenze. Quindi una volta crollato il prezzo del petrolio (mossa attuata dell'Arabia Saudita per cercare di uccidere la produzione statunitense di shale oil) è crollato tutto il sistema che ci vegetava sopra.


Epoch ha scritto:Per inciso non so chi sia meglio Se il nuovo autoproclamato e subito appoggiato sedicente presidente o se quel poco raccomandabile Maduro.

Chi sia meglio poco importa, ovviamente come da manuale ognuno appoggerà il suo uomo in base allo schieramento.
ART-
ART-

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da Verci il Mar Feb 19, 2019 9:31 pm

ART- ha scritto:

Guaidò non è stato democraticamente eletto ma si tratta pur sempre della risposta a un presidente che democratico non è, che ha stancato il popolo fin troppo.
Diciamola tutta, non solo una parte.
Richiedere, legittimamente, nuove elezioni o le dimissioni di un presidente incapace di gestire il potere a favore del popolo, è ben diverso dall'autoproclamarsi presidente del Venezuela, senza aver ricevuto il necessario consenso popolare. Il rischio è che gli USA intervengano militarmente nella questione, non tanto per (es)portare la democrazia, quanto per avere comunque il controllo dei ricchi giacimenti di petrolio. Vedremo come andrà a finire. Intanto, per il giorno 23, Guaidò ha promesso che entreranno gli aiuti "umanitari" USA. Quanto pacificamente non è dato di sapere...
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da ART- il Ven Feb 22, 2019 10:12 pm

Verci, mi sa che non hai afferrato bene la questione.

Agli USA non interessa niente del petrolio venezuelano, sia perchè ormai con la loro produzione di shale oil sono quasi indipendenti dall'estero sia perchè in ogni caso quello che gli serve non sono certo costretti ad importarlo dal Venezuela. Così come naturalmente del petrolio venezuelano non interessa niente alla Russia, dato che è uno dei maggiori produttori ed esportatori al mondo. Questi due combattono una guerra politica dove in gioco c'è l'allineamento internazionale del governo venezuelano con tutto il paese al seguito, che non è cosa da poco anche solo perchè quel paese sta nel continente americano, dove a mastro Putin farebbe un gran comodo avere un fido alleato/satellite.

Quel petrolio interessa alla CINA (che è diventata primo importatore mondiale d'idrocarburi) e all'INDIA, che ben lungi dal voler "esportare democrazia" intanto hanno esportato un bel guinzaglio e una museruola per il Venzuela petrolifero, strangolandolo gradualmente col debito estero... ma su questo chissà perchè non si vedono lamentele.

Ovunque e solo USA, sei ossessionato dagli USA. Qui in gioco non c'è solo il petrolio e di giocatori ce ne sono altri tre belli grossi: a bersi già da tempo il petrolio venezuelano quasi gratis non sono gli USA. Allarghiamo gli orizzonti al resto del mondo.

CINA CINA CINA CINA CINA
INDIA INDIA INDIA INDIA INDIA
USA USA USA USA USA
RUSSIA RUSSIA RUSSIA RUSSIA RUSSIA
ART-
ART-

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da Verci il Sab Feb 23, 2019 1:59 am

ART- ha scritto:Ovunque e solo USA, sei ossessionato dagli USA. Qui in gioco non c'è solo il petrolio e di giocatori ce ne sono altri tre belli grossi: a bersi già da tempo il petrolio venezuelano quasi gratis non sono gli USA. Allarghiamo gli orizzonti al resto del mondo.
Non sono per niente ossessionato dagli USA, almeno non più di quanto tu sembri ignorare gli avvenimenti passati e la politica guerrafondaia statunitense, esportatrice a chiacchere di democrazia, in nazioni - guarda caso - come Libia e Iraq, grandi produttrici di petrolio. Il denominatore comune dittatura/petrolio ricorre ancora una volta, come elemento caratterizzante uno degli interessi primari della politica statunitense, ben disposta, quest'ultima, a considerare seriamente l'ennesima opzione militare, di cui non mi sembra abbiano parlato nè Cina, nè Russia nè India.  


WORLD NEWS
FEBRUARY 3, 2019 / 3:17 PM - 
 

CARACAS (Reuters) - U.S. President Donald Trump said military intervention in Venezuela was “an option” as Western nations boost pressure on socialist leader Nicolas Maduro to step down, while the troubled OPEC nation’s ally Russia warned against “destructive meddling.”

Che agli USA, poi, non importi niente del petrolio venezuelano è pia opinione tua, evidentemente poco informato, visto che nel 2018 hanno acquistato dal Venezuela la media di mezzo milione di barili al giorno, pari al 39% del totale delle esportazioni petrolifere, ponendosi in tal modo fra i primi importatori, se non il primo, da quello Stato.
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da ART- il Sab Feb 23, 2019 7:24 pm

PERBACCO VERCI, Sono riuscito a farti avere una reazione interessante Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992
Continuiamo così, ci divertiamo pure Situazione "interessante" in Venezuela. 2605073461

Verci ha scritto:
Non sono per niente ossessionato dagli USA, almeno non più di quanto tu sembri ignorare gli avvenimenti passati e la politica guerrafondaia statunitense, esportatrice a chiacchere di democrazia, in nazioni - guarda caso - come Libia e Iraq, grandi produttrici di petrolio.

Io non sembro ignorare proprio niente, amico mio, perchè m'interesso di politica internazionale e guerra da parecchi anni.
LASCIA STARE PER UN ATTIMO GLI USA, ossessionato che non sei altro, e pensa un po' anche a CINA, RUSSIA e INDIA invece di sottolineare sempre la retorica dell'esportazione della democrazia come se la mancanza della stessa negli altri facesse qualche differenza di responsabilità politiche. Credi che siano accorsi amorevolmente a soccorrere il Venezuela per levarlo dalle grinfie dei cattivi USA? NO, MIO CARO, QUESTO EVENTO STA METTENDO BENE A NUDO LA LORO SUBDOLA MA EFFICACE POLITICA GUERRAFONDAIA E PREDATORIA, ANCHE SE (PER ORA) SENZA ARMI. Questi paesi non hanno ancora la capacità di proiezione di potenza degli USA (una marina così possente con molte portaerei e navi ad assalto anfibio) ma se ne stanno dotando rapidamente, e GLI IMPERIALISTI SFRUTTATORI CINESI in particolare hanno un magnifico programma di costruzione di portaerei e massiccia espansione generale della marina, inoltre già ora parecchie BASI ALL'ESTERO. Gli indiani sono già oggi discretamente dotati, ma quatti quatti mentre voi fissati con gli USA guardate solo gli USA stanno imparando a progettarsele pure da soli.

COMPAGNI, E' ORA DI CAMBIAMENTI, IL MONDO SI EVOLVE! CAPIAMO E CONTRASTIAMO ANCHE L'IMPERIALISMO CINESE, RUSSO-FASCISTOIDE E INDIANO.

Verci ha scritto:Il denominatore comune dittatura/petrolio ricorre ancora una volta, come elemento caratterizzante uno degli interessi primari della politica statunitense, ben disposta, quest'ultima, a considerare seriamente l'ennesima opzione militare, di cui non mi sembra abbiano parlato nè Cina, nè Russia nè India.  

Cerrrrrto che no, perchè RUSSIA, CINA e INDIA NON NE HANNO BISOGNO DELL'OPZIONE MILITARE: STRANGOLANO IL VENEZUELA COI DEBITI PER FARSI DARE IL PETROLIO A PREZZI STRACCIATI. Capito come funziona, Verci? Gli USA urlano molto e si mettono in evidenza mentre loro urlano di meno e agiscono QUATTI QUATTI a fare le stesse cose.  

Verci ha scritto:
Che agli USA, poi, non importi niente del petrolio venezuelano è pia opinione tua, evidentemente poco informato, visto che nel 2018 hanno acquistato dal Venezuela la media di mezzo milione di barili al giorno, pari al 39% del totale delle esportazioni petrolifere, ponendosi in tal modo fra i primi importatori, se non il primo, da quello Stato.

Non gliene importa niente perchè non ci dipendono. Che gli USA dipendano dal petrolio venezuelano è pia opinione di certi com'era opinione - evidentemente poco informata - di molti che l'Italia dipendesse dal petrolio libico, per cui bisognava a tutti i costi sostenere il dittatore della guarda caso "Gran Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista". Fatto fuori Gheddafi è crollata la produzione libica di petrolio ma nemmeno ce ne siamo accorti.

ABBASSO TUTTO L'IMPERIALISMO, ANCHE QUELLO SINO-INDO-RUSSO CHE SI ESPLICHERA' FRA NON MOLTO ANCHE MILITARMENTE.


(Uno dei tanti video propagandistici cinesi dove il regime spiega al popolo che metodi userà la Cina del futuro prossimo per far rispettare nel mondo la nuova pax imperiale sinica)

https://www.youtube.com/watch?v=TTZYRoJglao

(La prima portaerei cinese operativa. Magnifici strumenti non-difensivi di esportazione del pacifismo e la giustizia, la seconda è operativa da poco, la terza è in costruzione)

https://www.youtube.com/watch?v=A0JhR_qZEso

(Anche l'India si aggiungerà presto alla corsa dei nostri eroi per la pace nel mondo, e non fa niente se in India la povertà estrema è ancora diffusa: le portaerei e i missili nucleari sono più importanti)

https://www.youtube.com/watch?v=nmy_c3odL0c
ART-
ART-

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da Verci il Lun Feb 25, 2019 12:31 am

ART- ha scritto:PERBACCO VERCI, Sono riuscito a farti avere una reazione interessante Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992
Continuiamo così, ci divertiamo pure Situazione "interessante" in Venezuela. 2605073461


Io non sembro ignorare proprio niente, amico mio, perchè m'interesso di politica internazionale e guerra da parecchi anni.
LASCIA STARE PER UN ATTIMO GLI USA, ossessionato che non sei altro, e pensa un po' anche a CINA, RUSSIA e INDIA invece di sottolineare sempre la retorica dell'esportazione della democrazia come se la mancanza della stessa negli altri facesse qualche differenza di responsabilità politiche. Credi che siano accorsi amorevolmente a soccorrere il Venezuela per levarlo dalle grinfie dei cattivi USA? NO, MIO CARO, QUESTO EVENTO STA METTENDO BENE A NUDO LA LORO SUBDOLA MA EFFICACE POLITICA GUERRAFONDAIA E PREDATORIA, ANCHE SE (PER ORA) SENZA ARMI. Questi paesi non hanno ancora la capacità di proiezione di potenza degli USA (una marina così possente con molte portaerei e navi ad assalto anfibio) ma se ne stanno dotando rapidamente, e GLI IMPERIALISTI SFRUTTATORI CINESI in particolare hanno un magnifico programma di costruzione di portaerei e massiccia espansione generale della marina, inoltre già ora parecchie BASI ALL'ESTERO. Gli indiani sono già oggi discretamente dotati, ma quatti quatti mentre voi fissati con gli USA guardate solo gli USA stanno imparando a progettarsele pure da soli.
Ah, che palle. E meno male che il monomaniacale sono io.  Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992 La politica guerrafondaia la fa chi la esercita direttamente. A te risulta che Cina, Russia e India siano mai intervenuti militarmente in Iraq e Libia, visto che di petrolio e di guerre relative sto parlando? La minaccia di Trump che ho riportato, visto che stiamo parlando di Venezuela, ti fa semplicemente il solletico? Avanti, un minimo di imparzialità è richiesta, senza cercare di arrampicarti sugli specchi e, soprattutto, senza deviare dal tema trattato. Se vuoi parlare della politica economica espansionista di Cina e India, mi va benissimo, ma allora apri un altro 3d senza mescolare ARTatamente tematiche che con l'attuale situazione del Venezuela e le relative tensioni con gli USA c'entrano ben poco.

Cerrrrrto che no, perchè RUSSIA, CINA e INDIA NON NE HANNO BISOGNO DELL'OPZIONE MILITARE: STRANGOLANO IL VENEZUELA COI DEBITI PER FARSI DARE IL PETROLIO A PREZZI STRACCIATI. Capito come funziona, Verci? Gli USA urlano molto e si mettono in evidenza mentre loro urlano di meno e agiscono QUATTI QUATTI a fare le stesse cose.
Non la esercitano, più che altro, per ben intuibili motivii...   


Non gliene importa niente perchè non ci dipendono. Che gli USA dipendano dal petrolio venezuelano è pia opinione di certi com'era opinione - evidentemente poco informata - di molti che l'Italia dipendesse dal petrolio libico, per cui bisognava a tutti i costi sostenere il dittatore della guarda caso "Gran Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista". Fatto fuori Gheddafi è crollata la produzione libica di petrolio ma nemmeno ce ne siamo accorti.
Non dipenderanno, ma l'hanno sempre importato e in gran quantità sul totale esportato. Qualcosa mi dice anche a PREZZI STRACCIATI Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992

(Uno dei tanti video propagandistici cinesi dove il regime spiega al popolo che metodi userà la Cina del futuro prossimo per far rispettare nel mondo la nuova pax imperiale sinica)

https://www.youtube.com/watch?v=TTZYRoJglao

(La prima portaerei cinese operativa. Magnifici strumenti non-difensivi di esportazione del pacifismo e la giustizia, la seconda è operativa da poco, la terza è in costruzione)

https://www.youtube.com/watch?v=A0JhR_qZEso

(Anche l'India si aggiungerà presto alla corsa dei nostri eroi per la pace nel mondo, e non fa niente se in India la povertà estrema è ancora diffusa: le portaerei e i missili nucleari sono più importanti)

https://www.youtube.com/watch?v=nmy_c3odL0c
Mi va benissimo che tu tratti queste tematiche, ma . senza fare un inutile minestrone - apri un altro thread sull'IMPERIALISMO CINESE, RUSSO-FASCISTOIDE E INDIANO. Ti prometto la mia attiva partecipazione.  Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992
Verci
Verci
Admin

Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 30.07.13

http://areaforum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da ART- il Gio Mar 21, 2019 2:20 am

Verci ha scritto:Ah, che palle. E meno male che il monomaniacale sono io.  Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992 La politica guerrafondaia la fa chi la esercita direttamente. A te risulta che Cina, Russia e India siano mai intervenuti militarmente in Iraq e Libia, visto che di petrolio e di guerre relative sto parlando? La minaccia di Trump che ho riportato, visto che stiamo parlando di Venezuela, ti fa semplicemente il solletico? Avanti, un minimo di imparzialità è richiesta, senza cercare di arrampicarti sugli specchi e, soprattutto, senza deviare dal tema trattato. Se vuoi parlare della politica economica espansionista di Cina e India, mi va benissimo, ma allora apri un altro 3d senza mescolare ARTatamente tematiche che con l'attuale situazione del Venezuela e le relative tensioni con gli USA c'entrano ben poco.

Non giochiamo a omettere: ho parlato di politica GERRAFONDAIA (in preparazione) E PREDATORIA, che non necessariamente richiede guerre.
Avanti, un minimo di imparzialità è richiesta, non arrampichiamoci sugli specchi chiamando "POLITICA ECONOMICA ESPANSIONISTA" l'imperialismo cinese e "POLITICA GUERRAFONDAIA" quello USA. E la RUSSIA? "Politica espansionista economica" anche quella dopo tutte le guerre che ha fatto e sta facendo? TROPPO COMODO COSÌ, SIGNOR MIO!  Situazione "interessante" in Venezuela. 2605073461
Verci ha scritto:
Non la esercitano, più che altro, per ben intuibili motivii...

Certo, perchè ovviamente non ne hanno bisogno. Maduro è già in mano loro, è nemico degli USA e ben volentieri si lascia forzare a concedere il territorio per le esercitazioni militari coi russi.


Verci ha scritto:Non dipenderanno, ma l'hanno sempre importato e in gran quantità sul totale esportato. Qualcosa mi dice anche a PREZZI STRACCIATI Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992

Qualcosa ti dice male. E comunque? Hanno solo il petrolio venezuelano se no crepano? Dai, VERCINO, non facciamo l'Everst degli specchi!
E poi per quale motivo il nostro eroe socialista antimericano Maduro (come pure il suo predecessore) esporta verso il nemico (cosa già di per sè strana) e contemporaneamente verso i nemici suoi? Sembra più una prostituta che un capo di stato, non trovi?

E comunque tutto questo cambia qualcosa nella politica IMPERIALISTA PREDATORIA della Cina?
Cambia qualcosa che il principale co-gestore della colonia venezuelana sia la Russia, che di petrolio non ha bisogno?

Verci ha scritto:
Mi va benissimo che tu tratti queste tematiche, ma . senza fare un inutile minestrone - apri un altro thread sull'IMPERIALISMO CINESE, RUSSO-FASCISTOIDE E INDIANO. Ti prometto la mia attiva partecipazione.  Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992

Queste tematiche servono a cominciare a farti capire che gli eroi antiamericani buoni e pacifici come cercate ancora di dipingerli fra un po' cominceranno ad essere fin troppo simili agli USA, e vedremo quali scuse si troveranno per giustificarli. I cinesi hanno già caminciato nel Mar cinese meridionale a fare le prove generali... ma ovviamente è "politica espansionista economica" anche quella, vero? Situazione "interessante" in Venezuela. 3897401197

Verci ha scritto:
apri un altro thread sull'IMPERIALISMO CINESE, RUSSO-FASCISTOIDE E INDIANO. Ti prometto la mia attiva partecipazione.  Situazione "interessante" in Venezuela. 322852992

Quasi quasi lo faccio davvero, ci sarebbe di che divertirsi Situazione "interessante" in Venezuela. 3288108709
ART-
ART-

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 08.09.13

Torna in alto Andare in basso

Situazione "interessante" in Venezuela. Empty Re: Situazione "interessante" in Venezuela.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum