Presenze...

Andare in basso

Presenze... Empty Presenze...

Messaggio Da Samael il Mar Dic 18, 2018 4:53 pm

Presenze... Giphy
Mi è capitato alle volte di trovarmi seduto sulla vetta di un monte e godere dello spazio infinito, fin là dove gli occhi non arrivano; oppure di starmene immobile e concentrato a scrutare la penombra di un folto bosco.
Mi è successo, di sorprendermi a trattenere il fiato, il cui sibilo, al mio sentire infastidiva la perfezione del silenzio. Ho pianto, senza volerlo, guardando la palla arancione del sole che all'alba galleggiava nella nebbia, la quale ribolliva, velata; a momenti nascondeva le cose, poi di nuovo le mostrava quasi giocando.Presenze... Mindset-sunbeams Ho apprezzato, sinceramente, la mia immensa e disperata solitudine, ho sentito la mia piccolezza di fronte a questi grandiosi scenari; mi sono sentito una nullità e, proprio per questo, spogliato di qualsiasi ruolo e responsabilità, se non quella derivante dalla consapevolezza di esistere. Mi sono abbandonato, come morto, sulla superficie del silenzio e mi sono lasciato portare al largo della corrente dei pensieri, riprendendomi poi all'improvviso, impaurito del vuoto e della mia distanza dal mondo.
I ritmi lenti, le atmosfere e le immagini della Natura hanno il potere di infiltrarsi nelle fessure dell'anima, come l'acqua nelle crepe di una roccia.
Non dipende solo dal luogo, ma dal momento, dalla misura e dalla qualità  delle precedenti esperienze; ma soprattutto ritengo che il capire derivi dallo stato interiore di chi vive l'istante.
Cose straordinarie non riescono a parlare a chi, in un determinato momento, non sa vedere ciò che guarda e non sa ascoltare ciò che sente. E necessaria una specie di sintonia che deve permeare tutto l'essere e accomunare il dentro ed il fuori. Quasi che ad un certo punto, una sostanza immateriale e indefinibile dissolvesse i confini fra gli esseri e le cose. Come se all'osservatore, fosse permesso liquefarsi e polverizzarsi per entrare e confondersi, nelle immagini, negli ambienti e nel tempo.
Ho provato questa esperienza di vivere dentro a momenti e luoghi della natura che, seppur piccolissimi, mentre li respiravo hanno coinvolto tutto il mio essere.
Come una boccata di ossigeno puro che entra nei polmoni, nel sangue e nel cervello.
Dentro di me ho ricordi di immagini che ho sperimentato talmente in profondità che le mie cellule le hanno assorbite completamente. E' un possedere astratto della memoria, spirituale, che ti arricchisce trasformandosi magicamente in essere.
La sensazione era quella che neppure i miei sensi avessero più delle precise facoltà e dei confini definiti tra loro. Come se fossero stati messi dentro una sfera tutti insieme, mescolati e agitati fino a farne nebbia finissima dispersa poi nell'aria, che tutto avvolge e tutto attraversa, ma lievemente, inglobando solo parte dell'essenza immateriale.
In verità dovrei anche ammettere di aver avvertito, in quei momenti, delle presenzePresenze... Elementali_quattro_elementistrane e magiche. Ma non sono un bambino, non me la sento di ammettere; preferisco e mi limito a non negare.
D'altra parte, le favole di gnomi, fate, elfi, folletti, nani ed orchi, sono cose per bambini. Però le scrivono gli adulti i quali giurano di non credere per niente all'esistenza di questi personaggi.
Ma i grandi hanno delle gravi responsabilità verso i bambini e non dovrebbero scrivere storie a cui non credono (completamente).
Non dovrebbero raccontare cose false ai propri figli. Ma forse le narrano in veste di fiabe per mascherare il fatto che invece sono i primi a crederci. Nel loro intimo, sperano che queste creature esistano davvero e magari, in certi momenti, sono convinti di averle persino viste o sentite, ma si vergognano ad ammetterlo.
Temono di essere presi per matti, perchè quando s'incontrano certe creature, che vivono nascoste nei boschi, si è sicuramente fuori di sè; o meglio si è talmente autentici da esserne spaventati.
Si è nudi come quando si nasce, di fronte alla Natura che ci conosce fino al punto da sapere in quale momento ed in che modo sorprenderci.
Lei è in grado di rapirci, farci sognare e sperimentare mondi che abbiamo dimenticato di conoscere, che pure sono nostri, ma abbiamo perso la capacità di capire e visitare.
A volte basterebbe solo non negare ed essere sinceri almeno con se stessi.
La fantasia non fa male a nessuno, regala solo serenità.
Samael
Samael

Messaggi : 443
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Presenze... Empty Re: Presenze...

Messaggio Da andrea936 il Mer Dic 19, 2018 4:01 pm

... quante volte ti lasci dietro le spalle le luci della città, e ti avventuri in un bosco, su un sentiero di montagna, magari innevato, all'imbrunire, e all'improvviso cominci a credere di esserti perso, e forse ti sei perso davvero.
Credo che sia capitato a molti,  e forse proprio per questo cerchiamo di vivere nelle città e di muoverci insieme.
 Diceva qualcuno che il terrore non nasce da ciò che si vede ma da ciò che si immagina: quello che provoca il panico ( dal "gran dio Pan "- altro argomento da approfondire!
andrea936
andrea936

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.12.18

Torna in alto Andare in basso

Presenze... Empty Re: Presenze...

Messaggio Da andrea936 il Gio Dic 27, 2018 6:32 pm

...cambio un poco argomento: a proposito della natura e delle catastrofi naturali: recente eruzione di un vulcano in Indonesia, ripresa di attività dell'Etna e dello Stromboli.
 Spesso dimentichiamo che il Vesuvio è da troppo tempo tranquillo e che certamente sta riempiendo la cavità magmatica: più tempo trascorre, più catastrofiche possono essere le eruzioni , l'ultima è avvenuta nel 1944;
  Quando si parla poi del Krakatoa e della fascia dei vulcani indonesiani si trascura di ricordare che i cosiddetti supervulcani, nel mondo ,sono collocati in tre luoghi principali: uno appunto in Indonesia, l'altro nella zona di Yelliston/California e l'altro è il nostro di Campi Flegrei.
E' vero che l'esplosione di Campi Flegrei  ( che cambierebbe buona parte della geografie dell'Italia centromeridionale) viene calcolata nell'ordine di  frequenza di circa un milione di anni, e questa è la buona notizia. La cattiva notizia è che i geologhi hanno calcolato che l'ultima esplosione è appunto avvenuta circa un milione di anni fa...
andrea936
andrea936

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 06.12.18

Torna in alto Andare in basso

Presenze... Empty funghi e streghe

Messaggio Da Samael il Mer Feb 27, 2019 1:43 pm

Presenze... Cerchio_delle_streghe
Da sempre si sa che le streghe, periodicamente, fanno delle riunioni segrete fra di loro per discutere di pozioni o incantesimi.
S'incontrano di notte in mezzo ai boschi e si portano sempre anche i loro animali preferiti; rospi, civette, gufi, corvi e, naturalmente, gatti neri.
Nessuno però, sa con precisione quale sia il momento e il luogo di questi convegni. C'è chi sostiene che siano le notti con la luna piena a indicare gli appuntamenti, altri invece ritengono che siano quelle completamente prive di luna.
Non mancano le persone che hanno visto le streghe riunite intorno ad un vecchio albero morto, oppure formare un cerchio in una radura in mezzo al bosco. Ma nessuno ricorda dove e quando.
Infatti, trovarsi a passare per caso, di notte, vicino ai luoghi di queste riunioni è una vera sciagura.
E' noto che le streghe vanno su tutte le furie se qualcuno le sorprende fuori dai loro nascondigli e, quando questo succede, fanno un incantesimo tremendo, che fa perdere l'orientamento e la memoria al malcapitato
che le ha viste.
Chi è stato vittima di queste magie, racconta di essersi perduto nel bosco, e di aver girato in tondo per molte notti di seguito, senza riuscire a trovare la via di casa.
Che le streghe abbiano il potere di agire soprattutto di notte, si capisce facilmente dal colore nero delle lunghe sottanePresenze... Blogche indossano, uguale a quello del piumaggio del corvo e del pelo del gatto.
Gli altri animali con cui vanno d'accordo sono tutti notturni e dall'aspetto non proprio rassicurante.
Anche le streghe hanno però i loro punti deboli soprattutto all'alba. Hanno, per esempio, dei piccoli nemici contro i quali non possono far nulla e che di giorno, e a loro insaputa, rendono noto a tutti il luogo degli incontri: si tratta di un fungo che cresce in grande numero formando un cerchio proprio dove le streghe hanno posato i piedi durante la riunione.
I cerchi composti da questi funghi vengono detti "cerchi delle streghe" e servono ad indicare alla gente quali sono i luoghi da evitare durante la notte, per non cadere vittime degli incantesimi. Quali siano però le notti nelle quali questi raduni si realizzino continuano ad essere un mistero; poichè i cerchi di funghi durano molti giorni; non si sa di preciso in quale alba siano cresciuti e neppure se questi siano usciti dalla terra proprio la mattina dopo la riunione.
Samael
Samael

Messaggi : 443
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Presenze... Empty Re: Presenze...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum