Domande e risposte

Pagina 13 di 14 Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14  Seguente

Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Franco il Mar Apr 02, 2019 3:27 pm

Si, alle elementari ma non ricordo che, ero piccolo.
La prima poesia che hai imparato qual è stata?

Franco

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 24.03.19

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Mar Apr 02, 2019 5:39 pm

La prima poesia? In seconda elementare :"La bolla di sapone" di Gabriele D'Annunzio.
-La Bolla di Sapone.-
La bolla
spunta a poco a poco dalla cannuccia,
si arrotonda, cresce, si colora.
Poi riflette la finestra,
i vasi di fiori in cielo.
E il bimbo,
prima di lanciarla al vento
ci si specchia dentro.
La fa dondolare lievemente,
poi la stacca.
La bolla s'innalza,
brilla un istante al sole e sparisce.


Non l'ho più dimenticata, in quella bolla erano racchiusi tutti i miei sogni.
Una poesia bellissima.

Che ti piace fare di più quando sei libero\a dal lavoro?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Mer Apr 03, 2019 5:19 pm

Anche io rispondo alla domanda sulla poesia di Franco.

La mia prima poesia l'ho imparata a memoria a 22 mesi, circa, era una poesia sulla Pasqua, i ricordi sono confusi, ricordo che mamma aspettava "il fratellino" ( che pizza questo fratellino, tanti comprano ai figli unici un cane, io sarei stata bene col cane, senza andarmi a confrontare sempre col fratellino, ovviamente più bravo di me, si capisce...), e penso mamma mi insegnò questa poesia, no, non volevo andare all'asilo, con me non si poteva discutere fin d'allora. Intanto mio padre aveva provveduto a tappezzarmi la stanza con tutti fogli comprati in cartoleria, con i disegni e sotto il nome in stampatello e corsivo ( non teneva niente a che pensare...), poi ricordo i plurali in cia e gia, e tutte le note musicali appiccate al muro ovviamente. Ma io dico, una bambina di 22 mesi si mette a studiare i plurali in cia e gia? boh. Aveva grandi idee su di me, poi la realtà a volte è diversa con le malattie che ci apporta. Ma poi doveva nascere il fratellino e quindi i plurali in cia e in gia erano anche per lui...
Allora ricordo questa poesiola, mi misero un vestitino bianco di picchè col corpino a nido di vespa, con due treccette, mi piazzarono sulla sedia e così era la poesia:

E' Paccua stamattina,
E' Paccua mio Signore
per questo la collina
si veste tutta in fiore
e' Paccua, E' Paccua.

Dopo questa bellissima poesia ...non ne volli imparare altre, finchè al ginnasio, sempre babbo, mi costrinse ad imparare a memoria Resurrezione di Manzoni, che mai mi è piaciuta, e così passai a studiare questa poesia per tutte le vacanze di Pasqua. Gli dissi, ora basta, ma lui insistè e disse, siete una massa di asini, non studiate più niente a memoria( meno male...), e mi fece imparare poesie in greco e latino a memoria. Cosa sia servito tutto cio' non lo so.

Domande per voi genitori o nonni, ma non soffrite a vedere i bambini che devono recitare la poesia di Pasqua o di Natale? Che vi hanno fatto di male? Jean Jacques Rousseau era già passato, no?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Gio Apr 04, 2019 10:37 am

Mai fatto recitare poesie per pranzi o cene a Pasqua, Natale e altre occasioni di tavolate famigliari a mio figlio. Peraltro anche i miei non lo avevano mai fatto nemmeno con me.
Ho dovuto imparare le poesie a scuola, ma le ho sempre recitate davanti ad altri alunni e solo per maestri o professori.
Ne ho sentito parlare, pessima abitudine.

Hai mai gridato con tutta la forza che avevi solo per il gusto di farlo?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Gio Apr 04, 2019 2:37 pm

Gridato per fare che ? Che scrivi ?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Gio Apr 04, 2019 3:32 pm

Scrivo quello che mi passa per la testa. Una domanda come un'altra.
Te ne faccio un'altra.


Hai mai guardato le stelle con un telescopio? 
Se lo hai fatto, cosa hai provato?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Gio Apr 04, 2019 4:36 pm

Si, si anni fa mi comprai un telescopio e lo piazzai sul terrazzo condominiale, era giallo e nero, sentivo in negozio la gente dire mirabilia di questo universo che palpitava, si riunivano Sulle terrazze e poi andavano S cena fuori in trattoria. Dalla mia terrazza poco si vedeva, essendo centrale, pensai che questi abitassero tutti a Monte Cavo, dove c è' un osservatorio astronomico dei Castelli Romani, mi invitarono a casa loro ma non andai perchè sono abbastanza solitaria, e poi avrei dovuto ricambiare, spostare i libri, sistemarli per farli sedere almeno sul divano . Così andavo da sola con un amichetto ( che non c'è più') nelle campagne fuori Roma di Poli, Zagarolo, c' era un cielo bellissimo e vidi anche l'anello di Saturno. Poi arrivò mio fratello un bel giorno e si portó via il telescopio, non ne comprai un altro. So che c è un forum di astronomia dove tutti fotografano le stelle e vedono subito quelle doppie, beati loro.
Cmq per l' ultimo transito di Venere nel 2012 ( nel 2008 lo persi,avevo da fare) mi arrangiai per vederlo ( il prossimo tra 100 anni )e pure sè la tv lo dava in diretta mi feci svegliare da mamma alle 4 per salire sul tetto col binocolo e vetro affumicato. mi svegliò e  le dissi, che vuoi? Lei, alzati, devi vedere Venere, allora saltai su e mi misi in terrazza ad aspettare il sorgere del sole e poi vidi questa pallina nera Che passava Davanti al sole, era il 4 giugno credo. Fui interrogata in 3a liceo sui bizzarri transiti di Venere. ( Era la terza liceo, Erasmus?)

Tu sai spiegare I bizzarri transiti di Venere?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Ven Apr 05, 2019 6:48 am

Non so, forse intendi a livello astrologico? So che in quel caso parlano dei transiti planetari i quali impediscono che le cose per un particolare segno zodiacale restino immutate nel tempo visto che ogni segno ha caratteristiche ed energie diverse da quelle degli altri.
In senso astronomico non saprei risponderti. Ho guardato anch'io le stelle attraverso un telescopio, è molto bello. L'universo è bello.


Hai mai fatto cambiare idea a qualcuno su qualcosa?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Ven Apr 05, 2019 6:38 pm

No, io non cerco Mai di trasferire il mio pensiero agli altri, ne sono pure gelosa.
E tu?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Sab Apr 06, 2019 5:54 am

Per natura sono molto rispettoso delle idee degli altri, ma se qualcuno spara delle cazzate enormi cerco con tutto il mio essere di fargli cambiare idea. Però non insisto, se quello continua sulla sua modalità di pensiero lascio perdere.


Qual è l'ultimo libro che hai letto?
Vuoi parlarne?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Lun Apr 08, 2019 8:41 pm

Mah, domanda duretta, è stato un saggio su Pascoli.

( San Mauro di Romagna, oggi San Mauro Pascoli, 1855-morto il Venerdì Santo del 1912).

Fin da bambina mi colpì per questa sua storia che maestri e professori ci raccontavano del babbo ucciso ( forse da chi voleva il posto di suo padre come fattore dei Torlonia) e poi erano 8 fratelli e 5 ne morirono e furono tutti sepolti nel cimitero di S.Mauro. La mamma morì dopo aver pianto un anno la morte del padre.
Studio' dagli Scolopi, alla fine ebbe la cattedra di greco e latino a Matera, poi a Livorno, poi a Pisa fu professore universitario di greco e latino, e alfine a Bologna, dove aveva già insegnato Carducci, e volevano un altro poeta.
Ricordiamo Myricae, del 1891 pubblicate a Livorno, e qui riprende un verso delle Ecloghe di Virgilio:"...Arbusta juvant humilesque myricae..." Egloca IV, 2. Le Myricae sono le tamerici, sono frulli d'uccelli, stormire di fronde, sono le piccole cose di cui parla il poeta. Si avvicina al simbolismo di Baudelaire e di Mallarmè, al decadentismo con la poetica del fanciullino.

Concludo con una poesia tratta da Myricae, Romagna, gl iultimi versi, che riprendono i primi:

Romagna solatia, dolce paese.
Cui regnarono Guidi e Malatesta:
cui tenne pure il Passator cortese,
re della strada, re della foresta.


L'ultimo saluto alla Romagna aprica ( solatia) assume un tono particolarmente pacato. Il poeta la dice dolce paese: e in queste parole si sente tutto il suo affetto.
Fine.

Domanda per te. Hai letto un libro di cui vuoi parlarci?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Mer Apr 10, 2019 2:39 pm

Leggo abbastanza spesso, è uno dei miei hobby quando non sono impegnato in altre cose, dedico varie ore alla lettura, fin da piccolo.
Potrei parlarvi di un libro Fantasy, uno dei miei generi letterari preferiti o di un'opera di fantascienza. Ma non lo faccio.
Voglio invece parlare di un libro che ho letto quest'estate mentre ero degente all'ospedale per futili motivi e che mi è rimasto molto impresso.
La scrittrice è l'Islandese - Adur Ava Olafsdottir- di cui avevo letto in passato un altro libro : il rosso vivo del rabarbaro.
Il libro di cui parlo è stato tradotto in italiano con il titolo di "Hotel Silence". Ecco la copertina:
 Domande e risposte - Pagina 13 9788858427620_0_240_0_0
E' un inno alla pace, una forte visione laica che riavvicina l'uomo in quanto tale a quanto di umano dentro di lui ha resistito agli orrori della guerra ( e non solo).
E' la storia di una rigenerazione e di una conseguente trasformazione fondato sul mito della Fenice che rinasce dalle proprie ceneri. Sull'assioma preciso secondo cui anche dalle macerie, dal lutto, da ferite che sembrano inguaribili, ci si può erigere, trasformare, e mutare tutto in qualcosa di bello, come un fiore, illuminato dalla luce del sole e della speranza...
Tutto inizia con Jonas Ebeneser che è un uomo di 49 anni, deluso, stanco e solo. Ha una moglie da cui ha divorziato, e una figlia, di cui ha appena appreso di non essere il padre biologico. Ha perso la volontà di vivere, è nel pieno di una crisi depressiva e vuole suicidarsi. Questo inizialmente mi è apparso molto bizzarro in quanto per farla finita sceglie di andare in una città molto lontana dal luogo in cui vive e precisamente, altra assurdità, una città ai margini di una foresta, semidistrutta dai bombardamenti di una sanguinosa guerra civile, forse nella speranza di saltare in aria su di una mina antiuomo.
Questo personaggio apparentemente distrutto, che non ha portato quasi nulla con sè, ad eccezione di una cassetta degli attrezzi, trova alloggio nell'Hotel Silence e la prima cosa che pensa è che l'hotel "ha bisogno di una sistemata generale e di essere ritoccato qua e là, che la tappezzeria si sta scollando..." Per fortuna, pensa, che ha portato con sè la cassetta degli attrezzi! 
L'autrice non parla della drammaticità della guerra, nè della disperazione del protagonista. Non ci racconta il dolore...
Direi che qui mi posso fermare, non voglio togliervi il gusto di una buona lettura ( se mai avrete voglia di leggere questo libro).

Hai mai cambiato idea ascoltando i consigli di una persona?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Mer Apr 10, 2019 3:20 pm

Chi? Io? Ma quando mai.

Interessante questo libro di cui parli, da leggere nei cupi pomeriggi estivi, con piogge e il cuculo che vagola, tirerà su di corda.

E' come il film John Costantine che ha fatto fuggire mia mamma in chiesa spaventatissima, dopo 20 minuti?

E tu hai cambiato mai idea ascoltando i consigli di qualcuno?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Gio Apr 11, 2019 5:55 am

Certo che ho cambiato idea.
La cambio anche per conto mio... ho un animo mutevole, si adatta bene ai cambiamenti.


Hai letto "la metamorfosi" di Kafka? Secondo te è stato un suo incubo o pura connessione all'esistenzialismo europeo del tempo?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Gio Apr 11, 2019 10:44 pm

Samael ha scritto:Certo che ho cambiato idea.
La cambio anche per conto mio... ho un animo mutevole, si adatta bene ai cambiamenti.


Hai letto "la metamorfosi" di Kafka? Secondo te è stato un suo incubo o pura connessione all'esistenzialismo europeo del tempo?
Mi chiedi di Kafka, ti pare che il discorso si possa esaurire in una paginetta di web?
Sì, lessi le Metamorfosi al liceo 8 non so dove trovai il tempo per leggere così tanto, allora, ma più si ègiovani e forti e più si legge, poi, casomai, si rillegge, non si ha la forza di affrontare un libro nuovo.
Inserii La metemorfosi di Kafka nel filone di quelle di Ovidio e di Apuleio, Kafka apparteneva alla buona borghesia ebraicadi Praga, il padre era un macellatore rituale, fu il 1^ di sei fratelli, due dei quali morirono piccoli, e le tre sorelle furono sterminate nei lager. Fece un ottimo liceo classico, si laureò in Legge, apparteneva alla Mitteleuropa, non aveva bisogno di incubi per vivere, ebbe tantissime donne, diciamo che inventò un modo doverso di scrivere. Le scrisse tra il 1912 e 1l 1915, nel 1917 si accorse di avere la tubercolosi, per cui entrò e uscì da vari sanatori, alla fine torno' a Praga e non poteva più deglutire, avendo la tubercolosi aggredito la faringe, e non essendo stata messa a punto la nutrizione parenterale con un sondino, e morì. ( 1883.1924). Ricordiamo le sue lettere a Milena, che fu una delle tante donne da lui amate.

Ti interessa Schopenhauer? Hai tratto qualche lezione da lui?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Ven Apr 12, 2019 1:48 pm

Era il 21 settembre del 1860, quando a Francoforte un anziano uomo di 72 anni moriva a causa di una malattia polmonare. Probabilmente, fu per lui una liberazione; aveva sempre sostenuto che era meglio non desiderare una vita lunga: non avrebbe fatto altro che aumentare le sofferenze.Tutti i suoi beni li aveva lasciati ai soldati prussiani rimasti invalidi dopo la rivoluzione del 1848 ed al suo amato cane; il suo pensiero, invece lo lasciò all’umanità. Quell’uomo era Arthur Schopenhauer. Solitario, pessimista, misogino: è così che normalmente viene ricordato uno dei filosofi più significativi dell’800. Rivale di Hegel, amato da poeti, pensatori e scrittori di tutto il mondo, come Leopardi, Tolstoj e Sartre. Secondo Schopenhauer il nostro non poteva essere altro che il peggiore dei mondi possibili. Amore, religione, vita, amicizia: nulla è mai del tutto reale, nulla è mai positivo. L’esistenza umana è destinata alla sofferenza, all’insoddisfazione, l’amore è solo una maschera necessaria per la continuazione della specie, non può esistere nessun essere superiore. In questo scenario drammatico, agli uomini non resta altro che cercare di liberarsi dal dolore, neutralizzando e negando la volontà di vivere. Un obiettivo non facile, ma necessario, che secondo il filosofo si potrebbe raggiungere solo tramite un percorso che parte dall’arte e dall’etica per arrivare infine ad un’ascesi, che invece che a Dio conduce alla tanto agognata noluntas ed al nulla.Considerato inattuale e controcorrente dai suoi contemporanei, è soprattutto oggi che Schopenhauer è tornato a godere di un grande successo. È trascorso solo un anno da quando il suo “L’arte di ottenere ragione” era uno degli ebook più gettonati su iTunes; i suoi aforismi, i suoi pensieri vengono sempre più spesso citati, anche in opere cinematografiche come “La vita è bella”, e le posizioni che aveva assunto sui diritti degli animali e la vivisezione lo hanno fatto scoprire ed apprezzare da sempre più numerosi animalisti. Amareggiato, deluso, disincantato, a volte fino all’esagerazione: Schopenhauer è stato un uomo che ha sofferto le delusioni e gli insuccessi che la vita gli ha riservato. Ma in fondo, proprio per questo è stato e continua ad essere uno dei filosofi più affascinanti di tutti i tempi. Per un lungo periodo il suo pensiero fu condiviso anche da Nietzsche. Credo che assieme a Nietzsche, Schopenhauer, sia uno dei miei filosofi preferiti.




Hai un sogno nel cassetto? (Non sarà mica un sogno erotico?   Domande e risposte - Pagina 13 1326021764 ) ...Dai scherzo... pensi sia realizzabile?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Ven Apr 12, 2019 9:38 pm

Sì, non sopportava gli dealisti, li chiamava ciarlatani, con questi filosofi mi sembra di tornare al liceo, dove ognuno di noi sfoggiava un testo di filosofia, molto in voga Hegel, con la Fenomenologia dello Spirito ( chissà se mai qualcuno l'ha finito), seguiva Il Mondo come Volontà e Rappresenzione, e tanti altri. Io mi feci vedere col Trattato teologico-politico di Spinoza,
( Lo finii, un libro eccelso e non invedente). Di Schopenhauer casa mia è piena di libri, e non lo sapevo, mio padre fece incetta della storia della sua vita, dei suoi aforismi-tra questi si trova L'arte di ottenere ragione- e di  altri, io non sapendo dove trovare tutti i libri di S. li ricomprai. Acadde un po' con tutti i libri sulla tolleranza, c'erano a casa, ma non li trovavo, e così

Lettera  sulla Tolleranza di Locke,
Trattato sulla Tolleranza di Voltaire
Saggio sulla libertà di Stuart Mill,
insomma tutti ricomprati.

Certo, una grande riscoperta ultimamente di S.
Ricordiamo che per lui il mondo è una nostra rappresentazione, è la corteccia, ma noi abbiamo il midollo che è la nostra Volontà, una volontà romantica, cieca, irrazionale, e le cose non sono che apparenza, sogni da negare e da distruggere, la Volontà per S. è il principio primo del mondo, cieca Volontà di vivere irrazionale, che si dispiega senza finalità, che vuole per volere e per accrescere l'insoddisfazione e il dolore. Tutto l'universo è manifestazione di questa volontà, non causa dei fenomeni ma manifestazione di sè stessa, e che può essere la conclusione, anche se parziale, dell'idealismo romantico.

Mi fai un'altra domanda, mi chiedi se ho un sogno nel cassetto, ebbene sì, quello di vincere il Superenalotto, ora in Italia c'è il jackpot  più alto al mondo, magari lo vincessi, comprerei barche, aerei e la Trump Tower... Non va bene?

E tu che sogno nel cassetto hai?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Sab Apr 13, 2019 1:43 pm

Si ce l'ho. E' un pò triste ma ogni tanto ci penso.
Riguarda mia madre. Se fosse ancora in vita sarebbe felice, il suo sogno nel cassetto si è realizzato. Mi sono laureato come voleva lei.
Il suo sogno nel cassetto alla fine avrebbe creato il mio.
Ogni tanto ci penso, ci teneva tantissimo, ma se n'è andata troppo presto.


Secondo te quali sono le cose più belle del nostro mondo?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Dom Apr 14, 2019 9:53 pm

Samael ha scritto:Si ce l'ho. E' un pò triste ma ogni tanto ci penso.
Riguarda mia madre. Se fosse ancora in vita sarebbe felice, il suo sogno nel cassetto si è realizzato. Mi sono laureato come voleva lei.
Il suo sogno nel cassetto alla fine avrebbe creato il mio.
Ogni tanto ci penso, ci teneva tantissimo, ma se n'è andata troppo presto.


Secondo te quali sono le cose più belle del nostro mondo?
Scusa, so che ti fa male, ma quanti anni avevi tu quando i tuoi genitori sono morti in quel terribile incidente stradale? Tua mamma voleva che tu ti laureassi in filosofia, e allora perchè Pino, tuo fratello maggiore di 6 anni, ti diceva che se avessi fatto filosofia di avrebbe mandato a fare il barbone a piazza Walther a Bolzano^? Non era anche il desiderio di tua madre? Ora i cuginetti stanno sempre assieme, tuo figlio Marco, di 15 anni e mezzo, e Alberto di 16 anni, il figlio di tuo fratello, certo Pino è il classico borghese, ( non ricordo se ha fatto Legge o  Economia e commenrcio), dirige una filiale di banca e vive felice.

Per una pessimista come me, cose belle nel mondo non ve ne sono. Forse il cielo color cobalto della Sardegna del sud ovest.
E per te?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Lun Apr 15, 2019 6:00 am

Ero giovane, appena finito il servizio civile presso una cooperativa sociale. Mio fratello ha sempre voluto dir la sua, non è mai stato concorde con niente di quello che avrei voluto fare io. Inizialmente non volevo iscrivermi all'università, per questo mia madre ci teneva tanto. Mio fratello si era laureato da poco (Economia e Commercio) e aveva iniziato a far politica al Centro Alcide De Gasperi di Roma. Mia madre ci teneva perchè voleva darmi un futuro. Voleva che anch'io avessi una laurea. Che anch'io avessi un dott. prima del nome.
Non ha fatto in tempo a vederlo.

Non c'è una cosa più bella, ma moltissime cose bellissime, il sole, il mare, le montagne, i boschi, la campagna, la gente, l'amore, il lavoro che dà un reddito dignitoso, l'onestà, e 1000 altre cose.


Se fossi un personaggio famoso, chi vorresti essere?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Lun Apr 15, 2019 10:25 pm

Non ci ho mai pensato, sono abbastanza schiva, al liceo mi mettevo sempre all'ultimo banco, non volevo seccature.
Vorrei essere miss Italia, lo so, fa un po' ridere, forse ti aspettavi dicessi un premio Nobel. Ma non so, per qualche anno vorrei essere una donna bellissima, e poi ve ne sono tante. Mi ha colpito Barbarella, Jane Fonda, donna stupenda, e ora ha 81 anni, non sa neanche lei come sia arrivata a tale età, ma è stata bellissima.

E tu chi vorresti essere? Che personaggio famoso?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Mar Apr 16, 2019 6:32 am

 Domande e risposte - Pagina 13 B1d237aad44a95e3871fc116e6241517_XLLui ovviamente, e chi meglio di lui?

Ti sei mai chiesta del perchè le persone pagano per salire in cima a torri e palazzi storici  e poi pagano (ancora) per usare cannocchiali e guardare di sotto le cose che vedono direttamente giù in strada?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Mar Apr 16, 2019 10:55 pm

Mah, veramenteb a FI il bus porta a Piazzale Michelangelo, so che c'è un cannocchiale, ma io non ho mai messo monetine per vedere, anche qui a Roma, al Gianicolo, c'è un cannocchiale ma non hi mai messo, neanche qui, monetine per vedere. Si vede anche a occhio nudo.
Anche da Frascati si vede uno splendido panorama di Roma sottostante, almeno quando lo smog non si mangia tutta la città, un tempo non vi erano cannocchiali a pagamento, non so ora,ma io non metterei monetine per vedere meglio. Ricordo benissimo, un po' di anni fa, che da Frascati  si vedevano nitidamente il palazzo dell'ENI all'EUR, il Palasport, sempre all'EUR, ricordo il Pantheon, la guglia a spirale di Sant'Eustachio, la statua di Garibaldi sul Gianicolo, non ho mai usato cannocchiali, me lo spieghi tu perchè taluni pagano per vedere con cannocchiali cio' che hanno già visto?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Samael il Mer Apr 17, 2019 1:14 pm

Forse dipende dal voler vedere una cosa da un diverso punto di vista. E' come salire su di una vetta e guardare la pianura sottostante, penso sia per questo motivo.
Io da piccolo rompevo sempre le scatole a mio padre per farmi dare la monetina e guardare di sotto. 


Hai mai inviato una lettera o una mail ad una persona sbagliata?
Samael
Samael

Messaggi : 356
Data d'iscrizione : 30.08.18
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da tessa il Mer Apr 17, 2019 3:43 pm

Certo, è come vedere le cose da un altro punto di vista. Le ruote panoramiche sono un'altra cosa. La mia ultima ruota panoramica e' stata quella di Parigi, manco mi ricordo quando.Che c entra Hemingway con cannocchiali e binocoli?
tessa
tessa

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 30.07.13

Torna in alto Andare in basso

 Domande e risposte - Pagina 13 Empty Re: Domande e risposte

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 13 di 14 Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum