Mons. Galantino: "Riforma luterana è stata opera dello Spirito Santo"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mons. Galantino: "Riforma luterana è stata opera dello Spirito Santo"

Messaggio Da Mastro Titta il Ven Ott 20, 2017 4:41 pm

"La Riforma avviata 500 anni fa da Martin Lutero è stata opera dello Spirito Santo". Lo ha detto monsignor Nunzio Galantino, segretario della Cei, a un convegno promosso dalla Pontificia Università lateranense per celebrare l'anniversario. "Anche oggi" ha aggiunto Galantino "la Chiesa ha bisogno di una Riforma. Solo Dio può realizzarla" (Ansa)

Un passo verso l'unità dei cristiani? 
avatar
Mastro Titta

Messaggi : 170
Data d'iscrizione : 14.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mons. Galantino: "Riforma luterana è stata opera dello Spirito Santo"

Messaggio Da Condor il Dom Ott 22, 2017 4:05 pm

Da La fabbrica della manipolazione di Enrica Perucchietti, traggo quanto segue.

Cattolici da ONU: dal Regno di Dio al Nuovo Ordine Mondiale

Scrive il filosofo francese ex ateo André Frossard, nel 1935 protagonista di una clamorosa conversione al Cristianesimo:

"Si! Il Cristianesimo è morto in molti sensi, ma si è dovuto attendere il ventesimo secolo per vederlo morire di paura. Di paura davanti al mondo. Il mondo vuole un Cristianesimo smorto e pusillanime, ansioso di ottenere diritto di cittadinanza in una società che lo disprezza"

E' forse questa una possibile chiave di lettura, per quella che rimane una delle più incomprensibili prese di posizione della gerarchia cattolica negli ultimi anni: l'appoggio pubblico degli ultimi pontefici al progetto del Nuovo Ordine Mondiale. Un sostegno apparentemente inspiegabile, se solo si pensa all'inconcilialibilità tra Cattolicesimo e mondialismo.
[...] i riferimenti della gerarchia cattolica al Nuovo Ordine Mondiale sono diventati letteralmente espliciti. Nell'omelia dell'1 Gennaio 2004, ad esempio un Giovanni Paolo II ormai esausto e prossimo alla dipartita, affermava:
"Le persone stanno diventando sempre più consapevoli della necessità di un Nuovo Ordine Mondiale".
E' però nella figura di Cardinal Ratzinger che tutte le contraddizioni del rapporto fra Chiesa Cattolica e Nuovo Ordine Mondiale sembrano emergere in maniera clamorosa.
Era l'anno 1999, quando l'allora Cardinale Ratzinger, nell'introduzione al libro dal significativo titolo Nuovo Disordine Mondiale - La grande trappola per ridurre il numero dei commensali alla tavola dell'Umanità del professor Michel Schooyans, affermava esplicitamente:
Le tesi portate da Schooyans, oltre ad essere un autentico pugno nello stomaco, esprimono dunque una linea interpretativa che potremmo definire autorevolissima della posizione della Chiesa riguardo a un problema, quale quello della "vita" e della sua strumentalizzazione che è preconizzato come un tentativo di dittatura mondiale perseguita dai Paesi più ricchi e che si avvale, nella visione proposta, di importantissimi strumenti politici quali l'OMS, l'ONU, le ONG, la Banca Mondiale e tutte le organizzazioni ad esse collegate.
Una presa di posizione eslpicita contro l'ideologia mondialista e persino contro le stesse organizzazioni internazionali che se ne fanno portatrici. Tale presa di posizione, tuttavia, sembrerà clamorosamente mutare solo qualche anno dopo, a partire dall'elezione di Ratzinger a pontefice[...]
Nel 2011, il Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace produce un documento, intitolato Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale nella prospettiva di un'autorità pubblica a competenza universale, in cui viene nuovamente "benedetto" il progetto mondialista dell'ONU e si auspica... (pag.155-158)

La "spiritualità" del "mondo nuovo"
La guerra alle religioni dichiarata dal Nuovo Ordine Mondiale non consiste solo nella distruzione delle antiche tradizioni, ma anche nella creazione di "nuove spiritualità" più compatibili con il sentire del "nuovo mondo". I "mitici anni Sessanta", da questo punto di vista, sono stati non solo l'era della droga, della rivoluzione sessuale e del femminismo, ma anche la culla di un inedito modo di percepire il rapporto con la "spiritualità".
[...] Aleister Crowley, seguace dell'Ordo Templis Orientis (OTO)[...] Così si esprime nel suo Hymme to Lucifer:

"Non c'è altro dio che l'uomo. L'uomo ha diritto di vivere secondo la sua legge, di vivere come vuole, [...] di morire quando e come vuole.[...] L'uomo ha diritto di amare come vuole: prenditi tutto l'amore che vuoi, quando, dove e con chi vuoi. L'uomo ha diritto di uccidere coloro che volessero negargli questi diritti."
Questa è l'essenza della "nuova spiritualità, che negli anni successivi si sarebbe identificata con il movimento detto New Age, o della "nuova era" [...]
Secondo Michel Lacroix -docente di Filosofia e ricercatore presso l'Università di Evry - il fenomeno New Age nasconderebbe una tendenza "totalitaria" atta ad annichilire e distruggere le identità, annegandole in un amalgama relativistico che sarebbe la forma spirituale ideale per chi volesse imporre un potere unico mondiale. (pag. 168-170)
avatar
Condor

Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 27.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum