15enne bocciato per sfottò a coetaneo trans, minaccia il suicidio

Andare in basso

15enne bocciato per sfottò a coetaneo trans, minaccia il suicidio

Messaggio Da Condor il Ven Ago 04, 2017 11:53 am

15enne bocciato per sfottò a coetaneo trans, minaccia il suicidio

Un ragazzino di 15 anni sfotte con una bonaria battuta un coetaneo che parla, si comporta e si veste come una donna.

Anziché ridurlo a un banale scherzo, un'ondata di indignazione investe il ragazzo e la sua famiglia, spingendolo sull'orlo del suicidio. E la scuola, invece di aiutarlo nel suo percorso di uscita dalla depressione, decide di fargli perdere l'anno scolastico.

È l'incredibile storia proveniente da Eboli, cittadina in provincia di Salerno, dove un ragazzo è finito vittima del trionfo del politically correct.

I fatti, come racconta Peppe Rinaldi su Libero di giovedì 20 luglio, si riferiscono allo scorso maggio. Durante una festicciola in discoteca, il 15enne si era avvicinato al coetaneo effemminato rivolgendogli la frase: "Sei come l'ovetto Kinder, dentro hai la sorpresa". Una frase di cattivo gusto, ma tutto sommato innocente.

Il ragazzino-ragazzina reagisce raccontando la vicenda su Facebook, dove tal Rebecca, un travestito di origini ebolitane, scatena sui social un'ondata di indignazione nei confronti del ragazzo e della sua battutina da bar, scatenando una macchina del fango che si riversa in men che non si dica sull'autore della presunta onta omofoba.

Ecco che scatta il ribaltamento delle parti, con l'effemminato che a scuola può continuare a usare il bagno dei professori perché "speciale" mentre il 15enne, costretto a ricorrere alle cure dello psicologo per non scivolare nel baratro del suicidio, finisce per essere bocciato.

Una storia di ordinaria follia che suscita una riflessione sugli effetti paradossali del politicamente corretto.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/15enne-bocciato-sfott-coetaneo-trans-minaccia-suicidio-1422658.html
avatar
Condor

Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: 15enne bocciato per sfottò a coetaneo trans, minaccia il suicidio

Messaggio Da Condor il Ven Ago 04, 2017 11:57 am

Di seguito esprimo il mio pensiero che ho postato su un altro forum, in merito all'argomento del thread :
____________________________________________________________________________________

Alta finanza e poteri forti tifano gender. Perché?
In pochi si sono preoccupati di trovare una risposta accettabile alla evidente manipolazione mentale messa in atto da psicopatici come Soros, che per la causa gender ha elargito ingenti somme di denaro. Lo stesso Soros che ha finanziato le "primavere arabe" e le rivoluzioni filoccidentali e antirusse nei Paesi dell'Est attraverso l'Open Society Institute (150.000 dollari annui per la causa gender); la Goldman Fund di San Francisco (nel 2000 ha devoluto 2milioni di dollari per la stessa causa) e l'onnipresente Rockefeller Foundation (con circa 60.000 dollari annui).
Perché magnati sionisti finanziano una causa, quella gender, che se vista sotto il profilo di un ritorno di utile finanziario è facilmente dimostrabile che il gioco non vale la candela? Vogliamo forse pensare che lo facciano per una causa di altruismo umano? Ci credo poco, considerato i soggetti.
Siamo tutti vittime di una manipolazione mentale e sociale, soprattutto gli omosessuali che poco hanno capito di essere gli strumenti di un progetto di lungo periodo ideato da squilibrati per generare caos per il raggiungimento di un solo fine: il controllo totale del pianeta da parte di una élite finanziaria e mondialista.
Suggerirei agli insegnanti, e alle famiglie sia esse di natura trans-gender che cis-gender, di stare molto attenti nella trattazione di tali argomenti per non finire con il creare danni psicologici in entrambi i generi, perché siamo tutti vittime di un sistema controllato da squilibrati di cui sappiamo i nomi, ma non abbiamo il coraggio di mandarli sul banco degli imputati nel tribunale dell'Umanità.
avatar
Condor

Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: 15enne bocciato per sfottò a coetaneo trans, minaccia il suicidio

Messaggio Da Condor il Dom Ago 06, 2017 8:23 pm

UE: test gender ai nostri ragazzi nei licei. E NON sono anonimi!


Pubblicato 14 giugno 2017 - 18.48 - Da Claudio Messora


L’Unione Europea avrebbe un progetto in corso per testare i nostri ragazzi su tematiche matematico-sessuali (quale attinenza abbiano le due branche del sapere, forse, si può spiegare argomentando che il Kamasutra in fondo è un testo di geometria). Questo progetto consta della somministrazione di test contenenti affermazioni come:

  • faccio facilmente amicizia con i maschi,
  • non vado molto d’accordo con le femmine,
  • l’omosessualità femminile è un peccato,
  • le lesbiche non vanno bene per la nostra società,
  • è giusto che la donna faccia carriera e l’uomo resti a casa,
  • l’aborto dovrebbe essere perseguito penalmente come una forma di omicidio,
  • …………………….. e tante altre.

Sì, è stato appena sottoposto a classi di quindicenni del liceo scientifico Nievo, ai quali è stato chiesto di valutare ogni affermazione con una scala di valutazione che va da uno a sei. Se pensate che fosse da consegnare in maniera anonima, resterete delusi. L’ultima domanda era: «Saresti disposto a essere contattato per un’intervista? Molti tuoi coetanei hanno risposto sì. Lascia la tua mail».
Non so voi, io a 15 anni forse ero un po’ indietro, e una “lesbica” non avevo esattamente chiaro cosa fosse. Ma al di là del fatto che le proprie opinioni sugli orientamenti sessuali o i giudizi etici su temi sensibili non dovrebbero far parte di una classificazione dei nostri figli, specialmente ad un’età in cui i giudizi non si esprimono dopo lunghe riflessioni e in base a una consapevolezza ancora di là da venire (dove vanno a finire questi test, da cui è molto semplice risalire all’identità del ragazzo? Chi li cataloga e quali informazioni conserva?)… Al di là di questo – dicevo – sarebbe opportuno che un adolescente fosse stimolato ad esprimersi dopo avere introdotto l’argomento magari in famiglia, o perlomeno a scuola, e non a freddo, trovandosi una domanda secca su un foglio di carta che pare più un’interrogatorio che uno strumento per ampliare la coscienza, la cultura e costruire una nuova personalità.
Anche perché l’Unione Europea non è nuova a questo genere di ingressi a gamba tesa nella sfera della sessualità dei bambini, visto che ha recentemente emanato linee guida che suggeriscono alle scuole di formare i nostri figli sulle teorie gender sin dalla tenera età di tre anni, con l’incentivazione dell’Oms.
Sempre di più l’Unione Europea assomiglia a una catena di montaggio dove si macinano valori preconfezionati, come sui nastri degli allevamenti intensivi scorrono pulcini che vengono triturati vivi a milioni, in ossequio alle leggi della statistica e ai fini di massimizzare il risultato. Lo scientismo, la massificazione e la riprogrammazione meccanica hanno sostituito il respiro culturale, lo sviluppo delle differenze individuali e la valorizzazione del dubbio e della critica come fondamenti della libertà e di una umanità consapevole.
Dopo avere escluso dalla scuola i bambini che esigono test specifici e valutazioni individuali prima di assumere dodici vaccini, il prossimo passo sarà la creazione di classi speciali per i ragazzi che non si uniformano al pensiero unico delle élite globalizzanti?

http://www.byoblu.com/post/minipost/ue-test-sullorientamento-sessuale-dei-nostri-ragazzi-nei-licei-e-non-anonimi
avatar
Condor

Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 27.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: 15enne bocciato per sfottò a coetaneo trans, minaccia il suicidio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum